Investire in infrastrutture: ecco i fondi con Marchio Funds People 2020


Per rispondere alla crescita della popolazione mondiale e al processo di urbanizzazione è necessario investire nel settore delle infrastrutture. Questa asset class sta attraversando un cambiamento evidente nei trend di consumo: lo sviluppo delle energie rinnovabili, i mezzi di trasporto sostenibile e la sharing economy hanno segnato un punto di svolta nel settore.

I fondi con Marchio Funds People 2020 che investono nel settore delle infrastrutture

Sono cinque i fondi che investono in infrastructure che hanno ottenuto il Marchio Funds People 2020: tre con rating B-Blockbuster e due con rating C-Consistente.

Fondo Società Marchio Funds People 2020 Categoria Morningstar Patrimonio
First State Global Listed Infrastructure Fund First State B Infrastructure Sector Equity 1.551
Morgan Stanley Investment Funds - Global Infrastructure Fund Morgan Stanley IM B Infrastructure Sector Equity 1.094
Nordea 1 - Global Listed Infrastructure Fund Nordea AM C Infrastructure Sector Equity 91
OpenWorld plc - Russell Investments Global Listed Infrastructure Russell Investments B Infrastructure Sector Equity 403
Wellington Enduring Assets Fund Wellington Management C Infrastructure Sector Equity 282

I fondi con Marchio Funds People 2020 che investono nel settore delle infrastrutture. Fonte: Morningstar Direct, dati al 31 dicembre 2019, patrimonio in milioni in euro.

Uno sguardo alle performance

Tutti questi fondi registrano rendimenti positivi a cinque anni. Al primo posto troviamo il Wellington Enduring Asset Fund, con rating C-Consistente e una performance di 9,01% al 31 dicembre 2019.

Il fondo investe a livello globale in società la cui attività beneficia di asset infrastrutturali strategici che generano una bassa volatilità degli utili e flussi di cassa stabili nel tempo. Investe pertanto in servizi di pubblica utilità (società che vendono elettricità, gas naturale e acqua), in società conivolte nel trasporto di merce e persone (ferrovie, strade a pedaggio, porti e aeroporti), in società che trasportano energia dalla produzione fino alle società di servizi (prevalentemente reti di distribuzione di gas naturale) e infine in aziende con infrastrutture legate alla comunicazione. “Il portafoglio, sebbene concentrato (30-35 nomi), è ben diversificato con una preferenza per aziende con attività regolamentate e contratti a lungo termine”, spiega G. Thomas Levering, gestore del Fondo.

“Continuiamo a trovare opportunità tra i servizi di pubblica utilità, che generalmente rappresentano una quota sostanziale del portafoglio (60% in media nel 2019). Alcune delle maggiori esposizioni sono state in società di servizi europee che negli ultimi 10 anni hanno spostato drasticamente il loro modello di business dalla produzione di energia da materie prime volatili e inquinanti a fonti energetiche pulite”, spiega. Al 31 dicembre 2019 includono la spagnola Iberdrola, l'italiana Enel e la francese ENGIE, che hanno contribuito positivamente lo scorso anno.

Al di fuori di questo settore troviamo aziende come American Tower, proprietario e gestore di infrastrutture di comunicazione wireless, e Vinci che invece è un gestore di infrastrutture tra cui autostrade e aeroporti. Entrambe le società hanno contribuito in maniera significativa al risultato dell’anno”.

Al secondo posto, troviamo il Nordea 1 - Global Listed Infrastructure Fund con una performance di 8,39% sempre su un orizzonte di osservazione di cinque anni. “Il nostro processo d'investimento è stato pensato con l'obiettivo di aggiungere valore sia attraverso una ricerca orientata all'allocazione per settore che attraverso una selezione di titoli di categoria più elevata”, spiegano Jeremy Michael AnagnosHinds Howard, gestori del fondo.

“Uno dei temi che è, ed è sempre stato, alla base delle opportunità di investimento è la decarbonizzazione. La comunità mondiale si sta dimostrando esigente e gli ambienti politici stanno sostenendo il cambiamento nella produzione di energia verso una generazione a basso contenuto di carbonio. Crediamo che questo favorisca le aziende leader nello sviluppo delle energie rinnovabili come Enel, NextEra Energy e Iberdrola”. Un altro tema che molto importante per la società è la crescita dei dati. “L’utilizzo significativo dei dati a livello globale sta accrescendo la domanda per la loro elaborazione, archiviazione e trasmissione.  

Abbiamo investito in aziende che stanno assumendo un ruolo di primo piano in questo processo di sviluppo attraverso reti integrate, tra cui Crown Castle Int'l (torri e fibra negli Stati Uniti), Equinix (centri dati a livello globale), Cellnex (torri europee) e NetLink Trust (fibra regolamentata di Singapore). Abbiamo sempre più orientato il portafoglio verso opportunità non statunitensi, poiché le stime negli Stati Uniti si avvicinano a livelli di picco e l'Europa e l'Asia sono meno sviluppate degli Stati Uniti”, concludono.

Fondo Società Valuta Base Perfomance % a 5 anni Perfomance % a 3 anni Perfomance % a 1 anno Perfomance % YTD Volatilità % a 3 anni
Wellington Enduring Assets Fund Wellington Management Euro 9,01 10,96 23,79 3,37 8,49
Nordea 1 - Global Listed Infrastructure Fund Nordea AM US Dollar 8,39 12,13 24,33 2,64 9,57
First State Global Listed Infrastructure Fund First State US Dollar 7,67 10,63 22,16 2,47 8,21
OpenWorld plc - Russell Investments Global Listed Infrastructure Russell Investments US Dollar 7,05 10,71 23,19 2,05 9,13
Morgan Stanley Investment Funds - Global Infrastructure Fund Morgan Stanley IM US Dollar 5,53 9,32 25,10 2,79 8,25

I fondi con Marchio Funds People 2020 che investono nel settore delle infrastrutture. Fonte: Morningstar Direct, dati al 31 dicembre 2019, performance in valuta base.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente