I corporate bond emergenti come fonte di rendimento di qualità


Contributo a cura di Angus Bell, portfolio manager Emerging Market Debt, Goldman Sachs AM. Contenuto sponsorizzato.

In un contesto caratterizzato dai bassi tassi di interesse gli investitori alla ricerca di rendimento tendono ad assumere più rischio. Tuttavia esistono delle soluzioni che permettono un giusto equilibrio. Le obbligazioni societarie dei mercati emergenti ne sono un esempio lampante. Questa asset class infatti offre un’interessante combinazione tra una qualità creditizia media di livello “investment grade”, rendimenti interessanti rispetto ai livelli di volatilità e una duration intermedia data la forte esposizione ai tassi statunitensi.

Captura_de_pantalla_2020-03-08_a_las_13

Fonte: Bloomberg, JP Morgan, Barclays, Citi Group, Credit Suisse, GSAM. As of 31 December 2019. EM Corporates(USD): JP Morgan CEMBI Broad Diversified, EMD External (USD):JP Morgan EMBI Global Diversified),, Barclays Global: Barclays Global Treasury, Global IG CorpBarclays Global Aggregate Corporate Index, US HY Corporate:Barclays US HY Corporate Index. Euro High Yield Corp – ML Euro High Yield Index. Le performance passate non costituiscono una garanzia sull'andamento futuro.

Il settore del credito societario dei mercati emergenti (misurato dal J.P. Morgan Corporate Emerging Market Bond Index, CEMBI) negli ultimi dieci anni è cresciuto di oltre il 360%, raggiungendo le dimensioni del mercato del debito sovrano emergente (misurato dal J.P. Morgan Emerging Market Bond Index, EMBI). Questa rapida espansione riflette la crescente profondità dei mercati dei capitali dei Paesi emergenti e il maggiore interesse degli investitori per queste classe di attivo. Inoltre, il flusso continuo di nuovi emittenti sta diversificando ulteriormente la gamma di opportunità di investimento.

Per il momento, queste obbligazioni sono detenute in larga misura dagli investitori locali; in particolare, gli investitori asiatici mostrano una forte preferenza per il debito dei mercati locali. Per i prossimi anni, vediamo margini di aumento dell’allocazione degli investitori globali a queste emissioni (attualmente inferiore al 20%), ora che pare più evidente come questa asset class dinamica sia semplicemente troppo grande per essere ignorata.

Dal punto di vista della gestione patrimoniale, il credito corporate dei mercati emergenti è meno coperto dalla ricerca degli investitori globali rispetto ad altre asset class, nonostante le sue dimensioni e la sua continua espansione. Crediamo che questa situazione crei inefficienze di mercato, generando opportunità interessanti per gli investitori attivi.

Una migliore resilienza

Le società dei mercati emergenti hanno compiuto i passi necessari per migliorare la resilienza dei loro bilanci nel corso degli ultimi anni. Questi progressi sono evidenziati da una serie di trend positivi da un punto di vista creditizio, come la gestione prudente della spesa per investimenti, la crescita moderata del debito netto e la leva finanziaria contenuta. In effetti, la leva finanziaria netta delle società dei mercati emergenti è inferiore a quella delle società statunitensi lungo l’intero spettro dei rating. È interessante notare come la leva finanziaria netta degli emittenti dei mercati emergenti con rating BB sia in linea con quella delle società statunitensi BBB. In altre parole, la leva finanziaria netta degli emittenti degli emerging market con rating di categoria high yield più elevato è in linea con quella delle società statunitensi con rating investment grade più basso.

Captura_de_pantalla_2020-03-08_a_las_13

Fonte: Bank of America Merrill Lynch Global Research as of December 2, 2019.

Perché proprio ora?

Gli investitori dovrebbero considerare l’allocazione alle emissioni corporate dei mercati emergenti come un’estensione delle allocazioni esistenti al credito societario, o come complemento di un’esposizione al debito sovrano emergente.

In aggiunta ai driver strutturali a lungo termine precedentemente illustrati, crediamo che esistano ragioni convincenti per investire nelle obbligazioni societarie emergenti nell’attuale contesto. In particolare, vediamo tre solidi fattori a supporto del potenziale di rendimento a breve termine:

  1. I titoli corporate dei mercati emergenti offrono un rendimento interessante rispetto alla volatilità e alla qualità creditizia di questi strumenti, unito a una duration intermedia.
  2. Le condizioni finanziarie globali rimangono favorevoli grazie all’orientamento accomodante delle banche centrali. Questo scenario di politica monetaria positivo contribuisce a tenere sotto controllo i default. Ci aspettiamo comunque degli episodi di insolvenza legati ad eventi idiosincratici, come è accaduto nel 2019. Ciò rafforza la necessità di un’attenta selezione dei titoli e di una gestione attiva.
  3. Crediamo che ci siano margini di apprezzamento del capitale, alla luce del valore relativo di queste emissioni rispetto ai titoli corporate statunitensi ed europei (cfr. Grafico 3), che dovrebbe continuare a sostenere la domanda. A fronte di questa dinamica positiva della domanda, l’offerta attesa rimane modesta, dato un fabbisogno netto di nuovi finanziamenti molto contenuto (4 miliardi di Dollari) per gli emittenti societari del mercati emergenti nel 2020, tenuto conto degli ammortamenti, delle cedole, delle aste e dei riacquisti di azioni proprie.

Captura_de_pantalla_2020-03-08_a_las_13

Fonte: Source:  Bloomberg, Barclays US Corporate Index, Barclays US High Yield Index, Barclays Euro Corporate Index, Barclays Euro High Yield Index, JP Morgan Global Bond Index-EM, JP Morgan Emerging Market Bond Index Global Diversified. JP Morgan Corporate Emerging Market Bond Index.  As of December 31, 2019. Solo per scopi illustrativi.

Capitale a rischio

Questo materiale è stato preparato con il contributo di GSAM e non deve essere interpretato come ricerca finanziaria o consulenza sugli investimenti. Non è stato preparato in conformità con le disposizioni applicabili intese a promuovere l'indipendenza dell'analisi finanziaria.

Le opinioni e le opinioni espresse sono solo a scopo informativo e non costituiscono una raccomandazione di GSAM per acquistare, vendere o detenere alcuna garanzia. Le opinioni e le opinioni sono aggiornate alla data di questa presentazione e possono essere soggette a modifiche, non devono essere interpretate come consigli di investimento.

Sebbene alcune informazioni siano state ottenute da fonti ritenute attendibili, non ne garantiamo l’accuratezza, la completezza o l’obiettività. Abbiamo presunto e fatto affidamento sull’accuratezza e la completezza di tutte le informazioni disponibili da fonti pubbliche, senza condurre una verifica indipendente. Nel Regno Unito, questo documento costituisce una promozione finanziaria ed è stato approvato da Goldman Sachs Asset Management International, società autorizzata e regolamentata nel Regno Unito dalla Financial Conduct Authority. Il mercato valutario consente agli investitori di usufruire di un elevato livello di leva. Tale leva offre potenzialmente utili sostanziali ma implica anche un grado elevato di rischio, incluso il rischio di subire perdite altrettanto sostanziali. Queste operazioni sono ritenute adatte solamente agli investitori con esperienza in questo tipo di transazioni. Anche le oscillazioni delle valute influiranno sul valore di un investimento. Le previsioni economiche e di mercato qui presentate rispecchiano una serie di ipotesi e di giudizi alla data di questa presentazione e sono soggette a modifica senza preavviso. Le presenti previsioni non tengono conto degli specifici obiettivi di investimento, delle restrizioni, della situazione finanziaria e fiscale o di altre esigenze di singoli clienti. I dati effettivi varieranno e non possono essere qui rispecchiati. Queste previsioni sono soggette ad elevati livelli di incertezza che potrebbero influire sulla performance effettiva. Di conseguenza, tali previsioni devono essere intese come puramente rappresentative di una vasta gamma di possibili sviluppi. Queste previsioni sono stimate, si basano su ipotesi, sono soggette a revisioni significative e possono cambiare sensibilmente al variare delle condizioni economiche e di mercato. Goldman Sachs non ha alcun obbligo di fornire aggiornamenti o modifiche delle presenti previsioni. Sebbene alcune informazioni siano state ottenute da fonti ritenute attendibili, non ne garantiamo l’accuratezza, la completezza o l’obiettività. Abbiamo presunto e fatto affidamento sull’accuratezza e la completezza di tutte le informazioni disponibili da fonti pubbliche, senza condurre una verifica indipendente. I case study e gli esempi sono indicati ai soli fini illustrativi.

AD USO ESCLUSIVO DEGLI INTERMEDIARI ISTITUZIONALI O FINANZIARI - L'USO DI QUESTO DOCUMENTO CON IL PUBBLICO E/O LA SUA DISTRIBUZIONE AL PUBBLICO SONO VIETATI

I pareri e le opinioni da me espressi oggi sono i miei pareri e le mie opinioni, hanno fini puramente informativi e non costituiscono una raccomandazione da parte di GSAM di intraprendere qualsiasi azione. Ai fini della valutazione del portafoglio, è responsabilità della banca depositaria, dell’agente amministrativo o di altra terza parte nominata dal cliente ottenere informazioni accurate ed affidabili in merito alla valutazione dei titoli, inclusi gli strumenti derivati, in portafoglio. Le informazioni fornite da GSAM non devono essere considerate come valutazioni e prezzi ufficiali per il Portafoglio. GSAM non è obbligata a fornire informazioni sui prezzi al fine di soddisfare eventuali requisiti normativi, fiscali o contabili a cui potrebbe essere soggetto il Cliente.

Il presente materiale è stato preparato da GSAM e non costituisce una ricerca finanziaria né un prodotto di Goldman Sachs Global Investment Research (GIR). Non è stato preparato in conformità alle disposizioni di legge volte a promuovere l’indipendenza dell’analisi finanziaria e non è soggetto ad un divieto di negoziazione a seguito della distribuzione della ricerca finanziaria. I pareri e le opinioni espressi possono differire da quelli di Goldman Sachs Global Investment Research o di altre sezioni o divisioni di Goldman Sachs e delle relative società collegate. Queste informazioni potrebbero non essere aggiornate e GSAM non ha alcun obbligo di fornire aggiornamenti o modifiche. Si raccomanda di non basarsi su queste informazioni per prendere decisioni in merito agli investimenti.

Le posizioni e/o allocazioni di portafoglio sopra illustrate sono aggiornate alla data indicata e possono non essere rappresentative di investimenti futuri. Le partecipazioni e/o allocazioni illustrate potrebbero non rappresentare la totalità degli investimenti del fondo. Gli investimenti futuri potrebbero non essere remunerativi.

I potenziali investitori sono invitati ad informarsi in merito ai requisiti di legge e alle normative fiscali e di controllo valutario eventualmente applicabili nei rispettivi Stati di cittadinanza, residenza o domicilio.

Confidenzialità Nessuna parte di questo materiale può, senza il previo consenso scritto di GSAM, essere (i) riprodotta, fotocopiata o duplicata, in qualsiasi forma, con qualsiasi mezzo, o (ii) distribuita a qualsiasi persona che non sia un dipendente, un funzionario, un amministratore o un agente autorizzato del destinatario.

© 2020 Goldman Sachs. Tutti i diritti riservati. Compliance Code: 196398-OTU-1150072

 

Professionisti
Società

Notizie correlate

I millennials guideranno i rendimenti futuri

Investire in aziende che possono beneficiare di questo trend secolare è la filosofia alla base del Goldman Sachs Global Millennials Equity Portfolio. Contributo a cura di Laura Destribats, co-portfolio Manager del Goldman Sachs Global Millennials Equity Portfolio, Goldman Sachs AM. Contenuto sponsorizzato.

Corporate governance nei mercati emergenti: progressi e opportunità

La creazione di rapporti di fiducia, un dialogo regolare e costruttivo con le società possono sostenere tale cambiamento ed offrire un vantaggio competitivo negli investimenti attivi in questa asset class. Contributo a cura di Andrew Ness, ASIP, portfolio manager e Chetan Sehgal, CFA, senior managing director, director of Portfolio Management di Franklin Templeton Emerging Markets Equity. Contenuto sponsorizzato.

Anterior 1 2 Siguiente