Tags: Consulenza |

I cinque errori da non commettere per chi vuole investire i risparmi nel 2018


Quattro italiani su dieci continuano ad avere come sogno nel cassetto un investimento che sia al contempo sicuro e redditizio. Ma è un sogno da cui svegliarsi al più presto. Come investire nel 2018 è un dilemma che attanaglia grandi e piccoli risparmiatori. Dopotutto, tra le tante speranze che il nuovo anno porta con sé, c’è sicuramente quella di migliorare il proprio futuro finanziario. Secondo AcomeA SGR prima di mettersi alla ricerca dei migliori investimenti da fare, si dovrebbero conoscere quali errori andrebbero assolutamente evitati.

1. Non aver fissato degli obiettivi di risparmio
Se non sai cosa vuoi raggiungere, probabilmente finirai per prendere delle strade sbagliate. Avere un obiettivo di risparmio ti aiuterà ad effettuare le decisioni di investimento e a individuare un portafoglio adatto al tuo orizzonte temporale. Costruisci un piano di accumulo intorno ai tuoi obiettivi e mantienilo, senza farti influenzare dalle notizie che ogni giorno avvengono sui mercati finanziari.

2. Pagare delle commissioni elevate
Investire in prodotti costosi è un errore abbastanza comune degli investitori. Piccole differenze di costo possono avere un impatto rilevante sul valore del tuo investimento nel lungo periodo. La grande novità del 2018 riguarda l'avvento della MiFID II. Si tratta di una direttiva che, tra le tante cose, cambierà il modo di comunicare i costi connessi ai prodotti di investimento. Gli investitori avranno la possibilità di ricevere almeno una volta l'anno il resoconto delle spese sostenute per il servizio di investimento. 
Se hai richiesto una consulenza finanziaria, controlla che i costi siano commisurati al valore del servizio ricevuto. Se investi in fondi comuni, ti consigliamo di dare uno sguardo ai prodotti che offrono il miglior rapporto qualità-prezzo sul mercato.

3. Non diversificare adeguatamente i risparmi
“Non mettere tutte le uova nello stesso paniere”, è la prima regola da seguire se vuoi prenderti cura dei tuoi risparmi. Con una corretta diversificazione di portafoglio, eviterai di concentrare le tue risorse in pochi strumenti finanziari. Questa strategia ti proteggerà quando la volatilità e le turbolenze arriveranno sui mercati. Raggiungere un buon livello di diversificazione del portafoglio non è un'impresa ardua per il piccolo risparmiatore. Per questo esistono i fondi comuni di investimento, prodotti altamente diversificati, gestiti quotidianamente e facilmente accessibili.

4. Seguire le mode del momento
I mercati finanziari sono uno dei pochi luoghi in cui le persone ignorano i benefici di comprare con i saldi. La stragrande maggioranza degli investitori si fa influenzare dal sentito dire di amici e parenti acquistando, il più delle volte, i titoli più cari del mercato, le cosiddette “mode del momento”. Questo è esattamente il contrario di ciò che dovrebbe fare un bravo investitore. Ricorda che quando un investimento ha già attirato a sé l'attenzione della massa, la possibilità di generare un buon rendimento si riduce. 

5. Andare alla ricerca dell'investimento sicuro e redditizio
È errato andare alla ricerca di un investimento sicuro che al contempo promette ritorni astronomici. Semplicemente, perché le promesse di guadagno facile senza rischi non esistono. Il mito dell’investimento sicuro e redditizio è ancora il sogno nel cassetto del 40% degli investitori italiani. Bisognerebbe, invece, capire che esiste un legame indissolubile tra rischio e rendimento e pensare che il rischio sia un fattore inevitabile, in finanza come nella vita.

Società

Notizie correlate

I più letti