Tags: Obbligazionario |

High yield l’importanza della selezione attiva dei titoli


In un contesto dove il mercato obbligazionario presenta valutazioni elevate e rendimenti bassi, la ricerca di rendimento ha spinto gli investitori verso i segmenti più rischiosi del reddito fisso, come high yield e debito emergente. In ogni caso, al fine di costruire un portafoglio obbligazionario in grado di generare rendimenti soddisfacenti è fondamentale diversificare tra i vari segmenti del reddito fisso, combinando una gestione attiva con un’attenta selezione dei settori e dei singoli titoli. Infatti, secondo Massimiliano Maxia, fixed income product specialist di Allianz GI, è fondamentale avere un’approfondita conoscenza del mercato e selezionare i titoli in modo adeguato, cercando di cogliere le opportunità di rendimento. “Il mercato americano rappresenta l’80% di quello high yield a livello globale e permette maggiore diversificazione per settore rispetto agli altri mercati, mentre quello europeo è ancora influenzato dal quantitative easing della Banca centrale. Al momento tutte le aree d’investimento presentano valutazioni piuttosto elevate, anche se nel segmento high yield la gestione attiva ha ancora margine di manovra”.

Nel complesso, il 2017 è stato un anno positivo per  l'high yield. In particolare, l’asset class è stata sostenuta da diversi fattori come il quadro macroeconomico globale robusto, specialmente in Europa, e i solidi fondamentali. Inoltre, anche i tassi di default, che si mantengono su livelli storicamente bassi, e la domanda degli investitori hanno contributo al buon andamento dell’asset class. Secondo Moody’s, i tassi di insolvenza a livello globale dovrebbero scendere all’1,7% entro la fine del 2018, nettamente al di sotto della media di lungo periodo del 4,2% (dal 1983). Il calo dei tassi di default è stato favorito dal superamento delle difficoltà finanziarie del settore dell’energia, nonostante resti uno dei segmenti più a rischio. 

Rischio T. Rowe Price Global HY Bd  Schroder ISF Glbl Hi Yld  PIMCO GIS Glbl Hi Yld Bd
Marchio Funds People SFP_C   SFP_C
Total Ret Annlzd 3 Yr (Mo-End)  6,68 7,17 6,03
Std Dev 3 Yr (Mo-End)  5,24 5,27 4,55
Max Drawdown 2014-12-01 to 2017-11-30  -8,71 -7,43 -5,17
Sharpe Ratio 3 Yr (Mo-End) 1,17 1,25 1,21
Alpha 3 Yr (Mo-End)  0,32 0,73 0,54
Beta 3 Yr (Mo-End)  0,84 0,85 0,72

 

Rischio UBAM Global High Yield Solution Eurizon Bond High Yield Candriam Bds Global Hi Yld 
Marchio Funds People SFP_BC SFP_BC SFP_C
Total Ret Annlzd 3 Yr (Mo-End)  4,47 5,16 4,6
Std Dev 3 Yr (Mo-End)  4,2 3,99 3,88
Max Drawdown 2014-12-01 to 2017-11-30  -3,65 -3,21 -4,15
Sharpe Ratio 3 Yr (Mo-End) 1,13 1,35 1,25
Alpha 3 Yr (Mo-End)  0,96 1,44 0,88
Beta 3 Yr (Mo-End)  0,63 0,66 0,67

 

In termini di performance, il team retail e fixed income di M&G Investments evidenzia come lo scorso anno gli Stati Uniti abbiano sovraperformato l’Europa, nonostante l’high yield europeo presenti fondamentali più solidi rispetto a quello statunitense. Secondo l’analisi della casa americana, i settori più performanti negli USA sono stati il segmento delle utility, bancario e chimico, mentre tra i più deludenti troviamo i prodotti di consumo, la distribuzione al dettaglio e le comunicazioni satellitari e via cavo. In Europa, il settore finanziario si è rivelato il più performante. In termini di categorie di rating, negli Stati Uniti la performance delle differenti fasce di rating è stata più omogenea rispetto all’Europa, dove il segmento CCC è stato quello che ha garantito i migliori rendimenti.

Nonostante un contesto favorevole per il mercato high yield, non mancano però alcuni fattori di rischio che occorre monitorare con attenzione. Tra questi troviamo un eventuale rallentamento della crescita economica, un aumento del rendimento dei titoli di Stato, un processo di normalizzazione delle politiche monetarie più rapido del previsto ed eventuali stress del settore bancario.

 

T. Rowe Price Global HY Bd 
Creare valore attraverso stock selection e allocazione 
M. J. Vaselkiv (2001) / M. Della Vedova (2015) gestorI del fondo

Il comparto investe su base discrezionale in obbligazioni societarie di emittenti di tutto il mondo con rating BB+ o inferiore. La selezione degli strumenti obbligazionari si basa sulla ricerca fondamentale proprietaria e sull'analisi del relative value. L’obiettivo del team di gestione è quello di creare valore aggiunto principalmente attraverso la selezione dei titoli e l'allocazione settoriale. Il processo d'investimento pone una forte enfasi sulle pratiche di gestione del rischio e sulla diversificazione del portafoglio. L’utilizzo degli strumenti derivati è finalizzato alla copertura dei rischi, ad una più efficiente gestione del portafoglio e in chiave opportunistica per beneficiare dei ribassi delle quotazioni degli strumenti finanziari.

 

Schroder ISF Glbl Hi Yld 
Portafoglio con bassa sensibilità ai tassi di interesse
W.A. Sparks (2004) / Martha Metcalf (2004) gestorI del fondo

Il comparto mira a generare reddito e crescita del capitale investendo almeno due terzi del patrimonio in titoli di debito a tasso fisso e variabile con rating inferiore all’investment grade. Gli strumenti obbligazionari o correlati al debito ad alto rendimento sono emessi da governi, agenzie governative, entità sovranazionali e società private di qualsiasi Paese e denominati in qualsiasi valuta. Il comparto può investire fino al 10% in bond contingenti convertibili, ma anche in strumenti monetari. In circostanze particolari, il fondo può investire temporaneamente fino al 100% del patrimonio in attività liquide come depositi bancari, certificati di deposito, commercial paper e buoni del Tesoro. Il fondo utilizza strumenti derivati. 

 

PIMCO GIS Glbl Hi Yld Bd
Massimizza il rendimento con una gestione prudente degli investimenti
Andrew Jessop (2010) / Hozef Arif (2016)  gestorI del fondo

Il comparto investe almeno due terzi del patrimonio in un portafoglio diversificato di strumenti a reddito fisso ad alto rendimento emessi da società o governi di tutto il mondo e denominati nelle principali valute mondiali, con un rating inferiore a Baa (Moody’s) o BBB (S&P). L’obiettivo del fondo è quello di massimizzare il rendimento totale compatibilmente con una gestione prudente degli investimenti. Gli attivi del fondo possono essere denominati in un’ampia gamma di valute, nel rispetto del limite di esposizione a valute diverse del dollaro statunitense pari al 20% del patrimonio. Il fondo può investire in strumenti derivati, quali future, opzioni e swap, anziché direttamente nei titoli sottostanti. 

 

UBAM Global High Yield Solution
Focus su obbligazioni high yield di società cicliche
C. Rendu de Lint (2010) / Philippe Graub (2010) gestorI del fondo

Il fondo investe principalmente in obbligazioni ad alto rendimento emesse da società la cui attività è più sensibile al ciclo economico e che pagano tassi d'interesse più alti. Si tratta di un portafoglio a gestione attiva, ben diversificato e composto prevalentemente da titoli di debito sovrani e quasi sovrani denominati in dollari statunitensi. Il comparto può modificare l’esposizione alla componente high yield tra l’80% e il 120% e variare l’allocazione geografica modificando l’esposizione agli indici statunitensi ed europei. Inoltre, il team di gestione può modificare l'esposizione ai tassi d'interesse investendo prevalentemente in titoli di Stato statunitensi di scadenze diverse.Il rischio valutario è prevalentemente coperto. 

 

Eurizon Bond High Yield
Portafoglio Globale gestito secondo un approccio DIiscrezionale
Elena Musumeci (2009)/ R. Tommaselli (2003) gestorI del fondo

Il comparto investe prevalentemente in strumenti obbligazionari o correlati al debito ad alto rendimento emessi da società private di qualsiasi Paese e denominati in qualsiasi valuta, compresi gli strumenti speculative grade. Il comparto può investire in OICVM e in obbligazioni contingenti convertibili, rispettivamente entro un limite del 10%, e in disponibilità liquide, compresi depositi a termine. Gli investimenti effettuati in titoli denominati in una valuta diversa dall'euro sono generalmente coperti. Il fondo viene gestito secondo un approccio discrezionale e può utilizzare strumenti derivati con finalità di copertura dei rischi, efficiente gestione del portafoglio e/o di investimento. 

 

Candriam Bds Global Hi Yld 
Vantaggio dal debito di società con rischio di credito
P. Noyard (2003) / Patrick Zeenni (2003) gestorI del fondo

Il comparto mira ad ottenere una crescita del valore del capitale investendo in obbligazioni e altri titoli di credito con rating superiore a B-/B3. Il fondo offre agli investitori l’esposizione al mercato obbligazionario corporate high yield a livello globale con lo scopo di trarre vantaggio da titoli di debito di società con elevato rischio di credito. Le decisioni di investimento vengono prese in modo discrezionale, in funzione di analisi specifiche delle caratteristiche e delle prospettive di evoluzione degli attivi trattati. Il fondo può far ricorso a strumenti derivati per finalità di copertura, di investimento e per una più efficiente gestione del portafoglio.

Professionisti

Notizie correlate