Gli asset manager campioni di raccolta nel 2018


Il 2018 è stato particolarmente difficile per l'industria europea dell'asset management. Stando ai dati di Refinitiv, ex Lipper Thomson Reuters, il settore ha registrato deflussi per circa 130 miliardi di euro, il livello più alto dalla crisi finanziaria del 2008. Si è trattato di un anno caratterizzato da uno scenario di mercato complesso, in cui la stragrande maggioranza delle asset class ha registrato rendimenti negativi. Nonostate i significativi rimborsi, infatti, il maggior danno al settore è stato causato dall'effetto mercato, con il deprezzamento degli asset che ha comportato una riduzione del patrimonio di 417 miliardi di euro. Entrambi i fenomeni, nel 2018, hanno fatto sì che il patrimonio gestito dall'industria europea si sia ridotto di quasi 550 miliardi di euro, passando da 10,4 miliardi ai 9,9 miliardi (fonte grafici: Lipper Thomson Reuters).

1

Nonostante tutto, alcune entità sono riuscite ad attirare flussi in Europa. A fare meglio è stata BlackRock. L’asset manager americano ha beneficiato notevolmente dell'interesse degli investitori per gli ETF. I fondi quotati hanno sperimentato nuovamente lo stesso fenomeno del 2008 (durante la crisi finanziaria) e del 2011 (crisi del debito europeo). In quegli anni di deflussi per l’industria della gestione attiva, questi prodotti hanno raccolto 53 e 16,7 miliardi, rispettivamente.

Nel 2018, le entrate hanno raggiunto i 42,2 miliardi (27,5 in ETF azionari e 14,6 in ETF obbligazionari). Ed è stata proprio BlackRock a trarre maggior vantaggio da questa tendenza, poiché dei 25,4 miliardi raccolti, il 75% è confluito in iShares. "Se non fosse stato per la sua piattaforma ETF, BlackRock sarebbe stata l'undicesima società per raccolta nel 2018", afferma Detlef Glow, head of EMEA Research di Lipper.

2

BlackRock si conferma così la più grande società di gestione per asset in Europa, con un patrimonio che alla fine del 2018 raggiungeva i 735 miliardi di euro, il doppio di quello di Amundi, il suo competitor più vicino (331 miliardi). A completare la top 5 ci sono J.P. Morgan AM, UBS AM e DWS.

3

Delle cinque principali entità per masse gestite nel Vecchio Continente, solo BlackRock e UBS AM si collocano fra le cinque che hanno raccolto di più nel 2018. La società svizzera, quarta per asset a livello europeo, è stata dopo Aviva Investors (18,4 miliardi di raccolta) la terza che ha registrato più flussi in entrata in Europa lo scorso anno, con 11,5 miliardi grazie all'interesse suscitato dalle sue strategie obbligazionarie con le quali ha raccolto 10,1 miliardi, affermandosi così come l'entità che ha attratto più flussi in questa categoria.

4

Leader di raccolta nel comparto obbligazionario

Dopo UBS AM, le entità che hanno avuto più successo grazie ai propri prodotti a reddito fisso sono state Vanguard (5,3 miliardi di raccolta in ETF e fondi indicizzati), BlackRock (3,8 miliardi), Bank of America (3 miliardi) e Ashmore (2,9 miliardi).

Leader di raccolta nel comparto azionario

Per quanto riguarda l’equity, i principali asset manager per raccolta sono stati BlackRock (8,2 miliardi), Baillie Gifford (5,7 miliardi), Morgan Stanley IM (5,2 miliardi), Vanguard (4,2 miliardi) e State Street (3,9 miliardi).

Leader di raccolta in multi-asset

Nel 2018 in questo comparto si sono distinte Allianz Global Investors (12,3 miliardi) assieme a Union Investment (5,6 miliardi), Eurizon Capital (5 miliardi), J.P. Morgan AM (3,7 miliardi) e Mercer (3 miliardi).

Leader di raccolta in alternativi

Nell’universo della gestione alternativa, infine, le società della top 5 per raccolta sono state H2O AM (Natixis IM), con 9,3 miliardi, seguita da BlackRock (2 miliardi), Merian Global Investors (1,6 miliardi), BlueBay AM (1,3 miliardi) e Man (1,2 miliardi).

Società

Notizie correlate