Fondi pensione: i patrimoni crescono del 15% a livello mondiale


Willis Towers Watson ha pubblicato attraverso il Thinking Ahead Institute il rapporto annuale sui mercati pensionistici globali. Lo studio analizza l'evoluzione del patrimonio dei maggiori fondi pensione nei 22 principali mercati finanziari del mondo. Il risultato è che gli assets pensionistici hanno registrato un nuovo aumento, dovuto non soltanto alla crescita dei mercati azionari in cui investono, ma anche a nuovi afflussi di denaro. 

Nello specifico, nel 2019 il patrimonio dei fondi pensione è aumentato in media del 15%, raggiungendo i 46,73 miliardi di dollari, con mercati come Messico, Canada e Stati Uniti in testa al trend positivo. 

Grafico_1

Dei 22 mercati analizzati, gli Stati Uniti rimangono i più grandi per masse, seguiti ad una distanza considerevole da Regno Unito e Giappone. Insieme, questi tre mercati rappresentano oltre il 77% di tutto il patrimonio previdenziale. Questa concentrazione si nota anche prendendo in esame i singoli fondi pensione: come già ravvisato nel 2018, il patrimonio delle prime 300 casse pensione rappresenta il 44% del totale del patrimonio previdenziale globale.

Aumentano gli investimenti in fondi alternativi

Il rapporto della società di consulenza analizza anche l'evoluzione dei portafogli gestiti dalle casse previdenziali negli ultimi anni. "L’aumento delle allocazioni ai mercati privati e ad altri fondi alternativi prosegue (pari al 23%, +17 punti percentuali rispetto al 1999). Gli investitori continuano a cercare nuovi modi di evolvere i loro mandati per gestire in modo più efficiente le sfide di agenzia, misurazione, integrazione e complessità che i mercati propongono", osserva il rapporto.

Questa crescita dell'esposizione a classi di attivi alternative contrasta con la diminuzione dell'esposizione a quelle tradizionali come azioni e obbligazioni. Nell'ultimo decennio, infatti, le allocazioni alle azioni sono scese dal 61% al 45%, mentre le allocazioni alle obbligazioni sono diminuite leggermente dal 30% al 29%.

Grafico_2

Notizie correlate

Fondi pensione, un valore da sostenere

L'ultimo aggiornamento statistico della COVIP rileva una ripresa dei rendimenti dei fondi pensione italiani nei primi nove mesi dell'anno e un consolidamento sul lungo periodo. Contributo a cura di Michaela Camilleri, Area Previdenza e Finanza Centro Studi e Ricerche di Itinerari Previdenziali.

Anterior 1 2 Siguiente