Fondi A/R l’offerta made in Italy


Fanno domicilio all’estero ma la loro carta d’identità è italiana: sono i fondi e le Sicav che gli intermediari del nostro Paese promuovono oltre i confini nazionali ma che vengono collocati soprattutto lungo lo Stivale (da qui la denominazione ‘roundtrip’). Gran parte dello stock e dei flussi del risparmio gestito distribuiti in Italia è su questi prodotti, in particolar modo Sicav di diritto lussemburghese o irlandese, le cui caratteristiche tecniche e versatilità ne accrescono l’appeal sia agli occhi degli investitori che delle reti. “Per il cliente finale si tratta pur sempre di fondi comuni, ma il mondo lussemburghese offre flessibilità maggiori dal punto di vista amministrativo, della gestione del portafoglio investimenti e del risk management che rendono queste soluzioni particolarmente efficienti”, spiega Alberto Zorzi, CIO di Arca Fondi SGR e director di Sidera Funds Sicav. 

Stando ai dati Assogestioni aggiornati al primo trimestre 2018, il patrimonio gestito da gruppi italiani in fondi aperti di diritto italiano ed estero è di circa 500 miliardi di euro. Di questi, oltre 300 miliardi sono riconducibili a prodotti d’investimento di diritto estero, un 60% delle masse, in pratica. Con un’offerta di circa 1.000 prodotti tra fondi e Sicav, le soluzioni più gettonate sono quelle obbligazionarie (141 mld), seguite dalle flessibili (77 mld) e dalle azionarie (49 mld). Guardando ai gruppi, invece, a vantare i patrimoni più consistenti in fondi e Sicav (grafico 1) sono Intesa Sanpaolo (129,5 mld), Generali (69 mld) e Mediolanum (35 mld). Tranne quest’ultima, che cede il terzo posto ad Azimut con i suoi 109 fondi, le prime due si tengono strette il podio per numero di prodotti offerti, con 312 e 186 soluzioni, rispettivamente. Per quanto riguarda, poi,  la distribuzione delle masse, tra le entità con patrimoni gestiti maggiori in fondi italiani e stranieri, Generali, Azimut e Kairos presentano la percentuale più elevata di AuM in prodotti di diritto estero sul totale del patrimonio gestito (grafico 2). 

Novità

Il panorama delle Sicav promosse da gruppi italiani si è allargato lo scorso aprile con due new entry: Lux IM, nata in casa Banca Generali, e Intermonte Sicav, lanciata da Intermonte Advisory e Gestione. Con un’offerta iniziale di circa venti soluzioni (che entro la fine dell’anno dovrebbero arrivare a 60), Lux IM investirà in fondi, fondi di fondi, e fondi legati ai PIR. “Il focus della Sicav”, riassume Andrea Ragaini, vice DG della banca, “è su quattro macro famiglie di investimenti che riflettono le migliori novità dell’industria dell’asset management, le aspettative di controllo della volatilità sui mercati, i grandi trend dominanti nel lungo periodo e i bisogni primari della clientela”.

 

PATRIMONIO E OFFERTA DI FONDI E SICAV DEI GRUPPI DI DIRITTO ITALIANO

GRUPPI 

Pat. promosso* 

(in fondi aperti di diritto estero)

N° fondi

GRUPPO INTESA SANPAOLO

129.258  

312

GRUPPO GENERALI 

69.413  

186

GRUPPO MEDIOLANUM 

35.449  

73

GRUPPO AZIMUT

25.285  

109

GRUPPO UBI BANCA

15.347  

49

ANIMA HOLDING §

10.157  

98

KAIROS PARTNERS 

7.283  

21

CREDITO EMILIANO

5.582  

23

GRUPPO CASSA CENTRALE BANCA

2.775  

16

ERSEL 

2.730  

26

ARCA FONDI SGR

1.858  

7

GRUPPO MEDIOBANCA

1.728  

22

ALETTI GESTIELLE SGR

1.586  

13

BANCA FINNAT EURAMERICA 

985  

16

HEDGE INVEST SGR

808  

7

NEXTAM PARTNERS

442  

22

ANTHILIA^

333  

5

GRUPPO BANCA INTERMOBILIARE 

239  

4

GRUPPO BANCA SELLA 

85  

2

ZENIT 

45  

3

INTERMONTE ADVISORY E GESTIONE

10  

2

DIAMAN 

5  

3

TOTALE

311.402  

1.019  

 

Intermonte Sicav, dal canto suo, è partita con due comparti (Flexible Europe e Long/Short Alpha Italia) focalizzati sul mercato azionario e obbligazionario corporate italiano ed europeo. I fondi sono declinati in diverse strategie di investimento e rivolti con classi dedicate a investitori istituzionali, privati professionali e retail. “La scelta di puntare sul brand Intermonte dopo l’esperienza dei mandati di gestione di case terze ci consentirà di approcciare con più vigore commerciale le controparti domestiche che già ci conoscono per le altre nostre attività”, afferma Massimo Saitta, direttore investimenti della società. “Il vantaggio principale è quello di avere un ampio controllo di tutta la filiera produttiva da un lato e di mettere a disposizione le competenze di un team di grande esperienza nella gestione di prodotti, la cui filosofia è allineata alle esperienze pregresse del team stesso”. 

Offerta

Sulla scia del successo riscosso dai Piani individuali di risparmio, molti gruppi hanno deciso di adattare la propria offerta estera al prodotto del momento. Così, a fine 2017 Banca Finnat ha lanciato nell’ambito della sua Sicav SIF il fondo AIM Sistema Italia PIR, destinato alla clientela istituzionale e che investe esclusivamente nel mercato AIM. 

 

B20a

 

A settembre dello scorso anno, invece, Kairos ha presentato il comparto KIS Italia PIR, costruito intorno a tre asset class (azionario Italia, azionario Europa e obbligazionario corporate) per offrire una proposta il più equilibrata possibile mentre Zenit SGR ha recentemente adattato il comparto Stock Picking della sua Zenit Multistrategy alla normativa sui PIR. Il prodotto rappresenta la versione lussemburghese di Zenit Pianeta Italia e si rivolge a istituzioni e collocatori che utilizzano piattaforme di distribuzione online. Altre novità in termini di offerta hanno riguardato Hedge Invest International Funds, la Sicav di Hedge Invest SGR, con il lancio di HI Bear Rates Funds, una strategia che sistematicamente punta al ribasso del mercato obbligazionario, e di HI Quant Wave, un fondo sistematico che gestisce il portafoglio, diversificato sulle principali asset class, usando le potenzialità dell’intelligenza artificiale. 

A ottobre 2017, Symphonia ha deciso di replicare in Lux Sicav il suo fondo italiano storico Symphonia Small Cap Italia mentre Kairos ha proposto il KIS Financial Income, un comparto obbligazionario flessibile e tematico che investe con una strategia direzionale nel mercato finanziario, con focus prevalentemente europeo. Infine, Arca ha ampliato la gamma di soluzioni di Sidera Funds Sicav con il lancio di Sidera Funds Equity Global Leaders, un comparto azionario flessibile, e del Sidera Funds Global High Yield (Euro Hedged), un fondo obbligazionario high yield che investe in titoli europei ma anche USA con il cambio coperto e duration limitata. 

B20b

Professionisti

Notizie correlate