Tags: Gestori | Business |

European Funds Trophy: chi vince tra le società italiane?


Come ogni anno, gli European Funds Trophy premiano cinque società di gestione italiane. L’evento organizzato dalla società indipendente di analisi quantitativa Fundclass e da alcuni dei principali media europei, ha, infatti, consegnato dei riconoscimenti ai migliori fondi e asset manager del Vecchio continente.

Nello specifico, guardando alla categoria best asset managers, catalogati per Paesi e per la qualità della loro gamma europea di prodotti, a portarsi a casa il premio italiano sono stati Soprarno SGR (da 4 a 7 fondi classificati); Symphonia SGR (da 8 a 15 fondi); Sella SGR (da 16 a 25 fondi); Generali Investments (da 41 a 70 fondi) e Anima SGR (da 71 a 100 fondi).

Rispetto allo scorso anno, restano fissi sul podio Anima, Generali Investments e Symphonia mentre Soprarno e Sella spodestano Arca Fondi SGR e Bcc Risparmio e Previdenza che lo scorso anno avevo invece ottenuto lo stesso riconoscimento.

Nessuna firma italiana invece per le altre due categoria in concorso: best European funds e FUNDCLASS Trophies, questi ultimi conferiti agli asset manager con una gamma di fondi che hanno sovraperformato negli ultimi 7 anni in Europa. In questa classifica a ritirare il premio sono stati, infatti, H2o Asset Management (da 8 a 15 fondi classificati); Comgest (da 16 a 25 fondi); T.Rowe Price (da 26 a 40 fondi); State Street Global Advisors (da 41 a 70 fondi); Lazard Frères Gestion (da 71 a 100 fondi); Aviva Investors (da 101 a 200 fondi) e Axa Investments Managers (oltre i 200 fondi).

La metodologia utilizzata da Fundclass si basa sui rendimenti aggiustati al rischio per classificare i fondi che, posteriormente vengono analizzati da una giuria composta da professionisti del mondo finanziario europeo che verificano l’esattezza della selezione e individuano i premiati di ogni categoria.

Società

Notizie correlate