Eurizon Fund Absolute Prudente: così è riuscito a generare rendimenti positivi in nove anni su dieci


Il fondo Eurizon Fund Absolute Prudente rientra nella categoria di multistrategy di Morningstar. Il fondo gestito da Luca Sibani, responsabile Investimenti Discrezionali e Total Return di Epsilon SGR (controllata di Eurizon), con rating Blockbuster Funds People 2019, potrebbe essere definito come un ibrido tra un multi-asset e un fondo a rendimento assoluto.

La strategia, così come la conosciamo oggi, è nata a seguito della crisi finanziaria con una chiara vocazione: quella di diventare un prodotto per gli investitori che vogliono proteggere i loro portafogli durante i periodi di correzione del mercato, o in altri termini, generare un ritorno positivo quando tutto va storto (come nel 2018). A giudicare dai risultati ottenuti dal 2008, anno in cui è stata lanciata la strategia, si può dire che Luca Sibani e Roberto Bianchi, co-gestori del fondo hanno raggiunto il loro obiettivo. Ogni anno la redditività netta generata dal prodotto è stata positiva.

L'unica eccezione è stata il 2017, quando ha chiuso con un leggero calo dello 0,13%. Considerate le delusioni che queste strategie hanno generato negli ultimi tempi, gli investitori di questo prodotto, che attualmente ha 650 milioni di euro di asset in gestione, possono ritenersi soddisfatti dei risultati. Soprattutto per quanto riguarda lo scorso anno dove la redditività è stata dell'1,6%. "Ci piace spiegare il prodotto direttamente al cliente, in modo che sappia esattamente cosa aspettarsi", afferma Sibani.

Il gestore, con questa strategia, cerca di generare rendimenti positivi in ​​periodi di mercato in calo e fornire stabilità nelle fasi rialziste. Essendo più concreto, il suo obiettivo è offrire un rendimento dell'1,2% sul Bloomberg Barclays Euro Treasury Bill con un orizzonte di investimento di 18 mesi, ipotizzando un massimo del 4% di volatilità ex ante (sebbene la volatilità ex post sia inferiore e ruota attualmente intorno all'1,5%). "I nostri clienti dovrebbero aspettarsi un rendimento positivo nel caso di drawdown di mercato", spiega. Ma ... in che modo funziona?

L’allocazione di portafoglio di Eurizon Fund Absolute Prudente è divisa in due componenti distinte: una strategica e una tattica. La parte strategica è composta principalmente da depositi e debito a breve termine, sia sovrani che societari, con scadenze inferiori a tre anni con un rating creditizio medio di livello investment grade. L'esposizione al debito pubblico è di circa il 36%. Di tale percentuale, il 25% è attualmente in obbligazioni italiane. “Abbiamo anche un 30% di credito investment grade e persino posizioni in doppia B, la parte con la più alta qualità creditizia di alto rendimento (5%) e reddito fisso emergente in valuta forte (6%). La nostra filosofia nella parte strategica del portafoglio è quella di scommettere su obbligazioni molto liquide con una filosofia buy & hold”, spiega.

Se l'obiettivo di questa componente è generare stabilità con un rendimento superiore a quello che offre il mercato monetario, la parte tattica è il motore che genera redditività. Prendendo il mercato globale come un universo investibile, Sibani fa uso di strumenti liquidi come derivati, futures e opzioni, per prendere posizioni lunghe e corte su indici azionari e obbligazionari. “La correlazione tra le diverse strategie è molto bassa, anche negativa in molti casi. Esiste una significativa diversificazione per evitare la concentrazione del rischio. Nel nostro portafoglio abbiamo approssimativamente tra le 10 e le 15 strategie. Alcune di queste per esempio possono consistere in posizioni lunghe nell'EuroStoxx 50 e nell'indice dei mercati emergenti e short dell'S&P 500 ", afferma.

“Preferiamo scegliere le nostre scommesse sul valore relativo di indici generici, che presenta il vantaggio di una maggiore liquidità. Prestiamo particolare attenzione al fatto che l'intero portafoglio possa essere venduto rapidamente sul mercato. La nostra visione si basa sull'analisi top-down, tenendo conto dei macro indicatori relativi all'evoluzione dei consumi, della produzione industriale, della fiducia delle imprese ... Analisti del credito, azioni, valute, tassi ... Tutti contribuiscono con le proprie idee, che vengono trasferite a un altro team incaricato di analizzare il rischio”. Lo scenario peggiore per la strategia è che i mercati crescano in modo lineare, senza volatilità. È l'ambiente di mercato più difficile per noi ", conclude il gestore.

Professionisti
Società

Notizie correlate