Tags: Business |

Eurizon Capital SGR: Il piano strategico in tre punti


Il valore del patrimonio gestito al 31 marzo 2019 è pari a 309,6 miliardi di euro, in crescita del 2% da fine 2018, ma quali sono i piani strategici della società? Qui di seguito li riassumiamo in tre punti:

Internazionalizzazione

Moltissime società italiane stanno aumentando la diversificazione e l’apertura verso i mercati esteri, come dimostrato da Eurizon Capital SGR. Tra i mercati più importanti dal punto di vista strategico è la Cina dove Eurizon detiene il 49% di Penghua Fund Management che nei tre mesi registra una raccolta in euro di 6,86 miliardi. Il patrimonio gestito dalla società di Shenzen arriva a 88 miliardi di euro in crescita del 17% da inizio anno, portando il patrimonio complessivo gestito da Eurizon a 397 miliardi di euro. Secondo la ricerca “The top 25 foreign firms in China”, Eurizon è l’unica società italiana tra i primi 25 asset manager esteri nel mercato. I risultati sono stati favoriti dalla combinazione dell’andamento positivo dei mercati finanziari e dalle dinamiche commerciali nel Paese. 

Nell’Est Europa si confermano complessivamente stabili le masse per le tre strutture che rientrano nell’HUB, VUB AM (Slovacchia), CIB IFM (Ungheria) e PBZ Invest (Croazia) che raggiungono un patrimonio di 3,77 miliardi di euro a fine marzo.

“Nel corso del trimestre l’attenzione alle performance e la ripresa dei mercati, hanno permesso di ottenere risultati positivi anche a doppia cifra nei portafogli in gestione", sottolinea Tommaso Corcos, amministratore delegato di Eurizon. "Siamo confidenti che il proseguimento di questo trend possa portarci a conseguire gli obiettivi previsti per il 2019”.

Partnership strategiche

Prosegue la stretta collaborazione con Poste Italiane. Ad aprile l’offerta di Eurizon all’interno della gamma BancoPosta Fondi è raddoppiata, con l’introduzione di BancoPosta Azionario Flessibile, un nuovo fondo che beneficia delle expertise maturate dalla SGR nell’ambito delle strategie di gestione sui mercati azionari. Il nuovo prodotto si affianca a BancoPosta Orizzonte Reddito, avviato ad aprile 2018, che in un anno ha raccolto 352 milioni di euro. “Per affrontare le difficoltà emerse già nel 2018, l’attività della nostra squadra è stata indirizzata a rafforzare l’impegno nell’offerta di nuovi prodotti e servizi ai diversi target di clientela”, spiega Corcos.

Innovazione di prodotto

Tra i progetti realizzati nel 2019, a fine gennaio il lancio di Eurizon Italian Fund-ELTIF, il primo fondo chiuso che risponde alla normativa europea sugli ELTIF (European Long Term Investment Funds) volto a finanziare progetti di medio-lungo periodo di aziende appartenenti a segmenti a bassa capitalizzazione come l’AIM, startup e imprese ad alto potenziale di innovazione. 

E’ stata ridisegnata inoltre la gamma d’offerta dedicata a Banca dei Territori e sono state sviluppate iniziative territoriali a supporto della valorizzazione del modello di consulenza. È stata ampliata anche l’offerta dedicata alla divisione Private Banking con nuove soluzioni, tra cui Eurizon Private Allocation 20-60, un fondo flessibile che investe dinamicamente sui mercati azionari, obbligazionari e monetari combinando una componente strategica e una tattica.

“Continuiamo ad attenerci ai criteri ESG perché coerenti con i valori di Eurizon, proseguiremo nel nostro impegno in questa direzione in Italia e all’estero. Confermiamo la disponibilità a condividere le expertise della SGR a livello europeo nella definizione di regole comuni sui criteri di sostenibilità. Non a caso siamo interlocutori dell’EBA (European Banking Authority) e dell’EBF (European Banking Federation) sui temi della finanza sostenibile e presiediamo il gruppo di lavoro sulla Dislocure della EBF”, conclude l’amministratore delegato.

Professionisti
Società

Notizie correlate