Eltif, uno strumento a sostegno dell’economia reale


In occasione dell’evento ‘ELTIF e imprese non quotate: Il risparmio privato a sostegno dell’economia reale’, organizzato da AIFI-Associazione Italiana del Private Equity, Venture Capital e Private Debt si è parlato delle nuove opportunità d’investimento sui mercati privati. Ad aprire il convegno è stato Innocenzo Cipolletta, presidente di AIFI che ha ricorda l’importanza che hanno questi soluzioni d’investimento per la ripresa del Paese. Le aziende non quotate rappresentano il tessuto produttivo dell’Italia che spesso, per mancanza di liquidità, fanno fatica a emergere.

Secondo Antonella Massari, segretario generale di AIPB, gli Eltif contribuiscono sicuramente, lato risparmiatore, allo sviluppo degli investimenti nei mercati privati, anche se c’è ancora molto da fare per quanto riguarda le aziende. “Manca un incentivo per le aziende di aprirsi al mercato dei capitali. In Italia, ci sono ancora poche figure professionali specializzate sui mercati privati soprattutto lato acquisti. È necessario quindi, sviluppare prima una cultura e competenze lato domanda”.

Filomena Cocco, managing director European Marketing & Client Relations di Muzinich & Co aggiunge: "l’Eltif è uno strumento chiaro e trasparente, in cui è fissato fin dall’inizio la natura del rischio e l’orizzonte temporale d’investimento”.

Nei mercati privati è necessario interloquire costantemente con l’imprenditore. “La vicinanza al territorio è fondamentale”, spiega Daniele Colantonio, partner product development di Anthilia Capital Partners SGR. “Il mondo del non quotato è diverso da quello quotato. Le informazioni sono molto più difficili da reperire ed è necessario un legame diretto con le aziende”. 

Alessandra Manuli, amministratore delegato di Hedge Invest SGR pensa che gli Eltif siano uno strumento eccezionale e che possano offrire ottime opportunità d’investimento in un settore dove le valutazioni sono ancora molto basse e possono offrire free cash flow superiori al 10%. Claudia Vacanti, head of Product Development di Banca Generali spiega che l’Eltif non fa altro che mettere in connessione il risparmio con l’economia reale. “Questi strumenti permettono ai risparmiatori di avvinarsi ai prodotti dei mercati privati”.

Azimut l’ha chiamata la democratizzazione dei private market. “Abbiamo introdotto inoltre un nuovo servizio chiamato PIR box, con l’obiettivo di sfruttare al massimo le possibilità offerte dal Decreto Rilancio in termini di investimenti in PIR alternativi, consentendo di diversificare soluzioni d’investimento di economia reale con strumenti d’investimento più tradizionali”, spiega Marco Belletti, Ceo di Azimut Libera Impresa SGR.

Equita SIM si sta focalizzando sul tema digitalizzazione. “Secondo noi è molto importante che anche la piccola media impresa tenga in considerazione questo aspetto per poter crescere nel medio lungo periodo”, spiega Rossano Rufini, managing partner di Equita Capital SGR.

Professionisti
Società

Notizie correlate