Tags: ETF | Azionario | USA |

È tempo che gli investitori europei inizino a coprire i rischi valutari?


Contributo a cura di Francesco Lomartire, responsabile SPDR ETFs per l’Italia. Contenuto sponsorizzato.

Diversamente da molti investitori obbligazionari già abituati a coprire la propria esposizione valutaria, gli investitori azionari preferiscono generalmente non adottare una copertura, accettando i rischi valutari impliciti. Tuttavia i recenti eventi che hanno coinvolto le valute su larga scala, come la svalutazione della sterlina a seguito del voto sulla Brexit e l'apprezzamento del franco svizzero a seguito dell'abbandono del tasso di cambio fisso, hanno sensibilizzato gli investitori sui possibili svantaggi di questo approccio.

Più recentemente il forte deprezzamento del dollaro, insieme alle aspettative che questo potrebbe essere un trend continuativo per il biglietto verde, ha attirato l'attenzione degli investitori, perché l'esposizione in dollari rappresenta oltre il 60% della maggior parte delle esposizioni azionarie globali. Pertanto un deprezzamento prolungato della valuta può avere un impatto sostanziale per chi investe in una valuta di base diversa dal dollaro.

Un'altra tendenza che ha spinto gli investitori azionari ad iniziare a coprire le loro esposizioni è la riduzione del costo della copertura stessa, che è costituito dal differenziale del tasso di interesse e dalla cosiddetta "dollar basis". Entrambi si sono notevolmente ridotti nel corso di quest'anno perché la Fed è stata costretta a tagliare in modo aggressivo i tassi per combattere l'impatto del Coronavirus sulla crescita economica.

Come mostra il grafico sottostante una volta che un ciclo del dollaro si inverte, raramente è solo un fuoco di paglia: in genere si tratta di un evento pluriennale caratterizzato da ampie oscillazioni nella valuta. Pertanto, siamo di fronte ad un tema di investimento che dovrebbe restare valido nel prossimo futuro incrementando a sua volta l’utilizzo degli ETF con copertura valutaria da parte degli investitori europei.

Detenere un ETF azionario con copertura valutaria presenta problemi non sempre riscontrabili in uno strumento obbligazionario, a causa dei regolamenti ESMA di recente introduzione che comportano i seguenti vincoli per i fondi UCITS:

  1. Le posizioni over-hedged non devono superare il 105% del NAV della classe dello strumento
  2. Le posizioni under-hedged non devono essere inferiori al 95% della porzione del NAV della classe che deve essere coperta

Gli ETF a singola esposizione azionaria (ad esempio l'indice S&P 500) sono più inclini a infrangere questi limiti. Ciò è dovuto al fatto che durante i periodi di maggiore volatilità un fondo con copertura valutaria che replica un benchmark standard con copertura mensile è più soggetto a registrare inspiegabili incrementi del tracking error . SPDR ha risolto questo problema sviluppando il primo benchmark con copertura che incorpora questi requisiti regolamentari, attraverso l'indice S&P 500 EUR Dynamic Hedged.

Gli indici con copertura dinamica sono ribilanciati su base mensile, ma includono un meccanismo che fa sì che l'indice non diventi over-hedged o under-hedged oltre una certa soglia percentuale. Per l'indice S&P 500 EUR Dynamic Hedged, questa soglia è del 5% (tasso di copertura compreso tra 95% e 105%) e l’indice sarà adeguato alla chiusura del giorno lavorativo successivo per riportare il rapporto di copertura al 100%.

Lo SPDR S&P 500 EUR Hedged UCITS ETF (Acc) (Ticker: SPXE IM) offre la possibilità di passare da un’esposizione con copertura a una senza all’interno dello stesso veicolo in modo efficiente dal punto di vista operativo e dei costi. Con un TER di 12 punti base, si tratta dell’ETF meno costoso tra quelli a replica fisica.

SPDR offre anche lo SPDR MSCI ACWI EUR Hdg UCITS ETF (Ticker: EACW IM), che consente agli investitori di prendere esposizione alle azioni globali attraverso un indice che copre soltanto le valute dei mercati sviluppati presenti nell'indice, riducendo così i costi di copertura. Si tratta dell'ETF UCITS a replica fisica che replica l'indice MSCI ACWI più grande e più economico disponibile sul mercato.

L'USD guadagna/perde in genere il 30-35% durante una fase di mercato rialzista/ribassista di 6-10 anni.

Captura_de_pantalla_2020-09-15_a_las_17Fonte: State Street Global Advisors, US Federal Reserve, Bloomberg Finance L.P., al 30 agosto 2020. Le performance passate non sono indicative dei risultati futuri.​

Come investire su questo tema

All’interno della gamma SPDR offriamo diversi ETF che permettono agli investitori di coprire le proprie esposizioni. Per saperne di più su questi ETF, e per visionare lo storico delle performance, vai ai link di seguito:

 

Comunicazione di marketing. Ad uso esclusivo dei clienti professionali.

Italia: State Street Global Advisors Ireland Limited, Milan Branch (Sede Secondaria di Milano), è una filiale di State Street Global

Advisors Ireland Limited, iscritta in Irlanda con il numero 145221, autorizzata e regolamentata dalla Banca Centrale d’Irlanda e con sede legale al 78 Sir John Rogerson’s Quay, Dublino 2. State Street Global Advisors Irlanda Limited, Milan Branch (Sede Secondaria di Milano), è iscritta in Italia al registro delle imprese con il numero 10495250960 - R.E.A. 2535585 e numero di P. Iva 10495250960 e ha sede legale in Via Ferrante Aporti, 10 - 20125 Milano, Italia. Tel.: +39 02 32066 100 Fax: +39 02 32066 155

Informazioni Importanti

Il presente documento è stato pubblicato da State Street Global Advisors Limited (“SSGA”), disciplinata dalla Banca Centrale d'Irlanda. Indirizzo della sede legale 78 Sir John Rogerson’ s Quay, Dublin 2. Numero di registrazione: 145221. Tel.: +353 (0)1 776 3000. Fax: +353 (0)1 776 3300. Web: ssga.com.

SPDR ETFs è la piattaforma degli exchange traded fund (“ETF”) di State Street Global Advisors, composta da fondi autorizzati dalla Banca Centrale d’Irlanda come società di investimento in OICVM di tipo aperto.

State Street Global Advisors SPDR ETFs Europe I & SPDR ETFs Europe II plc emettono SPDR ETFs, e sono società di investimento di tipo aperto con passività separate tra i comparti. La Società è organizzata come Organismo di investimento collettivo in valori mobiliari (OICVM) ai sensi delle leggi irlandesi e autorizzata come OICVM dalla Banca centrale d'Irlanda.

Le informazioni fornite non costituiscono una consulenza per gli investimenti e non dovrebbero essere prese come riferimento in quanto tali. Il presente documento non dovrebbe essere considerato una sollecitazione all'acquisto o un'offerta di vendita di qualsiasi investimento. Il presente documento non tiene conto degli obiettivi, delle strategie, del regime fiscale, della propensione al rischio o dell'orizzonte di investimento specifici di ciascun investitori o investitore potenziale. Qualora si necessiti una consulenza per gli investimenti si consiglia di rivolgersi al proprio consulente fiscale e finanziario o ad altri consulenti professionisti.

Tutte le informazioni sono a cura di SSGA, a meno che non sia altrimenti indicato, e sono state ottenute da fonti ritenute affidabili, ma la loro accuratezza non è garantita. Non vengono rilasciate dichiarazioni o garanzie in merito all'attuale accuratezza, affidabilità o completezza di decisioni prese sulla base di tali informazioni che non dovrebbero essere prese come riferimento in quanto tali, e si declina ogni responsabilità in merito.

Gli ETF sono negoziati come i titoli azionari, sono esposti al rischio di investimento e sono soggetti all'oscillazione del valore di mercato. Il rendimento degli investimenti e il valore del capitale di un investimento saranno soggetti a oscillazioni, pertanto il valore delle azioni al momento della cessione o del rimborso potrebbe essere superiore o inferiore rispetto a quello al momento dell’acquisto. Sebbene le quote possano essere acquistate o vendute su una borsa valori tramite qualsiasi conto di intermediazione, esse non possono essere rimborsate singolarmente dal fondo. Gli investitori possono acquistare o chiedere il rimborso delle quote tramite il fondo in grandi lotti chiamati “creation unit (quote di creazione)”. Per ulteriori informazioni si prega di consultare il prospetto del Fondo.

I marchi commerciali o di servizio citati nel presente documento sono di proprietà dei rispettivi titolari. I fornitori di dati terzi non rilasciano garanzie o dichiarazioni di nessun tipo relative all’accuratezza, completezza o tempestività dei dati e declinano ogni responsabilità per danni di qualsiasi tipo relativi all’utilizzo di tali dati.

Le opinioni contenute nel presente materiale sono espresse dal team SPDR EMEA Strategy and Research e si riferiscono al periodo conclusosi al l’11 settembre 2020. Possono subire variazioni sulla base delle condizioni del mercato o di altro tipo. Il presente documento contiene alcune dichiarazioni che potrebbero essere considerate valutazioni e ipotesi su eventi futuri. Si prega di notare che tali valutazioni e ipotesi non sono garanzie di risultati futuri e i risultati o gli sviluppi effettivi possono essere sostanzialmente diversi da tali proiezioni.

La performance passata non è indicativa di risultati futuri.

Tutte le forme di investimento comportano rischi, incluso il rischio di perdita totale dell'importo investito. Tali attività potrebbero non essere adatte a tutti.

L'investimento in titoli di società estere può comportare un rischio di perdita del capitale a causa di fluttuazioni valutarie sfavorevoli, ritenute alla fonte, differenze nei principi contabili generalmente applicati o instabilità politica o economica in altre nazioni.

Le obbligazioni sono in generale meno rischiose e volatili delle azioni nel breve termine ma comportano un rischio di tasso di interesse (poiché quando i tassi di interesse salgono, i prezzi delle obbligazioni solitamente scendono), un rischio di default e di credito dell'emittente, un rischio di liquidità e un rischio di inflazione. Gli effetti di tali rischi sono in genere più marcati per i titoli a più lungo termine. Un titolo a reddito fisso ceduto o rimborsato prima della scadenza può essere soggetto a un guadagno o una perdita sostanziali.

Gli investimenti nei mercati emergenti o in via di sviluppo potrebbero essere più volatili e meno liquidi di quelli nei mercati sviluppati e potrebbero implicare esposizione a strutture economiche in genere meno diversificate e mature e a sistemi politici con minore stabilità di quelli dei Paesi più sviluppati.

Standard & Poor’s®, S&P® e SPDR® sono marchi registrati di Standard & Poor’s Financial Services LLC (S&P); Dow Jones è un marchio registrato di Dow Jones Trademark Holdings LLC (Dow Jones); e tali marchi registrati sono stati concessi in licenza d'uso a S&P Dow Jones Indices LLC (SPDJI) e in sub-licenza per fini specifici a State Street Corporation. I prodotti finanziari di State Street Corporation non sono sponsorizzati, garantiti, venduti o promossi da SPDJI, Dow Jones, S&P, dalle loro rispettive affiliate e da terzi concessori di licenze e nessuna di tali parti rilascia alcuna dichiarazione relativa all'opportunità di investire in tali prodotti declinando ogni responsabilità in merito, incluso in caso di errori, omissioni o interruzioni di qualsiasi indice.

Il presente documento non può essere riprodotto, copiato o trasmesso, in tutto o in parte, né nessuna delle sue parti divulgata a terzi senza esplicito consenso da parte di State Street Global Advisors.

Il Fondo può utilizzare strumenti finanziari derivati ai fini della copertura valutaria e per gestire il portafoglio in modo efficiente. Il Fondo può acquistare titoli che non sono denominati nella valuta di base del fondo. La copertura valutaria dovrebbe mitigare l'impatto delle fluttuazioni dei tassi di cambio, tuttavia le coperture sono talvolta imperfette e potrebbero generare perdite.

Il valore dei titoli azionari potrebbe subire fluttuazioni in risposta alle attività delle singole società e del mercato in generale e alle condizioni economiche.

Le informazioni contenute nella presente comunicazione non costituiscono una raccomandazione di ricerca o una “ricerca in materia di investimenti” e sono classificate come “Comunicazione di marketing” ai sensi della normativa (2014/65/EU) sui mercati finanziari (MiFID) e della normativa svizzera applicabile. Ciò significa che la presente comunicazione di marketing (a) non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca in materia di investimenti, e (b) non è soggetta ad alcun divieto che proibisca le negoziazioni prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

Prima di investire si consiglia di richiedere e leggere il prospetto informativo di SPDR e il relativo Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID) disponibili su ssga.com. In questi documenti troverete ulteriori dettagli relativi ai fondi SPDR, comprese le informazioni relative ai costi, ai rischi e ai Paesi in cui i fondi sono autorizzati alla vendita.

© 2020 State Street Corporation. Tutti i diritti riservati

2015149.141.2.EMEA.INST

Valido fino al 30.09.2021

 

 

Professionisti
Società

Notizie correlate