Tags: Consulenza |

Di Muro (IWBank): “Questo è un momento storico eccezionale per la consulenza finanziaria”


Il 2019 sarà un anno di cambiamenti per l’industria finanziaria. Le nuove regolamentazioni europee e la crescente volatilità sui mercati internazionali rappresentano le più grandi sfide per il mercato della consulenza nel futuro prossimo. Secondo Dario Di Muro, DG di IWBank Private Investments, queste sfide rappresentano opportunità interessanti per il consulente finanziario: “Questo è un momento storico eccezionale per la consulenza finanziaria, mai come ora il cliente ha bisogno di essere seguito e guidato nella gestione degli investimenti.

In questa fase cruciale e sempre più competitiva per il settore della consulenza, IWBank Private Investments è pronta a giocare in attacco”, afferma Di Muro. “Il nostro modello di business pone al centro il ruolo del consulente finanziario, che deve essere messo nelle migliori condizioni per poter svolgere il suo mestiere, ovvero quello di gestire con un’ampia autonomia i bisogni del cliente, selezionando le migliori soluzioni di investimento (fondi comuni, prodotti assicurativi) grazie a un’offerta in autentica architettura aperta, senza dover sottostare a logiche di budget sui prodotti, né a politiche preferenziali sui livelli commissionali”.

“Centrale rimane la capacità del consulente di ascoltare le esigenze del cliente ed essere in grado di offrire consulenza a 360° gradi, grazie ad un modello di servizio che consente di affiancare non solo la clientela tradizionale nel campo degli investimenti, ma anche il cliente-imprenditore su specifiche esigenze di corporate advisory (es. lending), facendo leva sulle strutture di eccellenza del Gruppo UBI”, afferma Di Muro. “Un tema fondamentale rimane la formazione. In IWBank stiamo investendo molto affinché i nostri consulenti siano sempre aggiornati su nuovi prodotti e soluzioni”. 

L’attività del consulente diventa quindi molto più complessa e completa. “Quello che stiamo cercando di fare è renderla più semplice attraverso lo sviluppo tecnologico. L’attenzione alla tecnologia, da sempre nel nostro DNA grazie alla nostra presenza storica nel trading online e nel banking online, è infatti volta a supportare il consulente. Consideriamo, infatti, la dimensione tecnologica come un fattore abilitante in grado di valorizzare la relazione di fiducia tra cliente e consulente. Grazie alle innovazioni digitali, il professionista della consulenza ha più tempo da dedicare alla relazione commerciale, smarcandosi da tutta una serie di incombenze amministrative che rischierebbero di sottrarre tempo ed energie preziose ad attività a maggiore valore aggiunto”. 

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente