Cosa possono imparare i gestori di investimenti dalle vetture a guida autonoma?


Contributo a cura di Paolo Viale, CAIA senior vice president, Client Advisory di Winton. Contenuto sponsorizzato.

Molti gestori di investimenti si affidano ancora ampiamente alle stime fatte dagli esseri umani, nonostante i loro scarsi risultati in altri campi. In un grande studio, il politologo Philip E. Tetlock ha esaminato la qualità di 28.000 previsioni elaborate nel corso di 20 anni da 284 esperti, tra cui professori, giornalisti e funzionari governativi. Tetlock ha scoperto che le loro previsioni erano spesso appena più accurate del caso e, tipicamente, peggiori delle previsioni fatte da algoritmi elementari utilizzati da computer.

Altri settori lo sanno da anni. Un costruttore di vetture a guida autonoma non si fiderebbe mai ciecamente dell'opinione o della teoria degli esperti. Al contrario, elaborerebbe un progetto acquisendo il maggior numero possibile di dati su strada. In seguito, analizzerebbe statisticamente questi dati per prevedere la probabilità di vari eventi relativi alla sicurezza, all'affidabilità e alle prestazioni generali. La progettazione potrebbe quindi essere messa a punto sulla base dei risultati.

Questo approccio empirico assomiglia a quello utilizzato da Winton, che da 22 anni è all'avanguardia nella gestione sistematica degli investimenti quantitativi. L'attività dell'azienda si basa sulla convinzione che, attraverso l'osservazione e test rigorosi, simili alle tecniche utilizzate dal settore delle auto a guida autonoma e da altri, è possibile ricavare e perfezionare informazioni proficue sugli investimenti nei mercati finanziari.

Winton raccoglie prima di tutto grandi quantità di dati che possono fornire informazioni sui mercati finanziari, le economie e le aziende di tutto il mondo. I ricercatori formulano poi delle ipotesi, che vengono rigorosamente testate utilizzando i dati raccolti. Un'ipotesi è un'idea – per esempio che il freddo può far prevedere prezzi dell'energia più elevati – inquadrata in modo così chiaro e inequivocabile da poter dimostrare che è errata.

Per identificare ipotesi originali e potenzialmente utili, può essere d’aiuto osservare il mondo da molte prospettive diverse. Winton ha un grande team di ricerca e sviluppo, ma impiega pochi economisti o analisti finanziari. I ricercatori dell'azienda provengono invece da settori come la robotica, la statistica, la fisica delle particelle, l'ingegneria informatica e la storia. L'identificazione di candidati con una reale esperienza nell'inferenza statistica è importante, dato che il numero di sedicenti data scientist è aumentato dalla fondazione di Winton nel 1997 (come dimostra il grafico sotto).

Captura_de_pantalla_2020-01-14_a_las_14

L'uso degli smartphone e la proliferazione di microchip negli apparecchi industriali e di uso quotidiano ha prodotto un numero sempre maggiore di dati da analizzare. Questi comprendono quelli che alcuni chiamano i dati alternativi: i dati prodotti, ad esempio, da satelliti o sensori su macchine agricole. Winton usa questo tipo di dati da tempo, ad esempio, utilizzando i dati dei satelliti come input per un sistema di previsione sui prodotti agricoli. Il fondamento dell'investimento quantitativo continua tuttavia a essere costituito dai dati provenienti direttamente dai mercati finanziari.

Un aspetto poco affascinante e spesso trascurato dell'investimento quantitativo è il processo che assicura che i dati utilizzati per verificare le ipotesi non siano solo esaustivi, ma anche privi di errori. Ad esempio, Winton acquista i dati sui prezzi delle azioni delle società S&P 500 da più fornitori e trova regolarmente incoerenze tra di loro. Questo spiega perché l'azienda esegue migliaia di test ogni giorno prima che i dati vengano inseriti nei sistemi.

Pochi gestori che stimano rendimenti attesi sono veramente in grado di farlo. Inoltre, vi sono validi motivi per considerare gli investimenti nei mercati finanziari come un campo empirico in cui dovrebbero essere utilizzati i metodi di ricerca statistica. Ciò è stato capito in ritardo da molti gestori di fondi, in passato solo discrezionali, che ora utilizzano per la prima volta i metodi quantitativi.

Winton ha maturato oltre due decenni di esperienza, e l'approccio finemente perfezionato dell'azienda nell'investimento sistematico è al centro della sua filosofia. Investire con Winton significa adottare un approccio all'investimento più che mai attuale.

Per maggiori informazioni su Winton consultare il seguente link: www.winton.com/diversified

Professionisti
Società

Notizie correlate