Come garantire ampiezza di portafoglio? Attraverso una fonte diversificata di rendimenti con ponderazioni relative


Dopo quasi un decennio di “crescita globale anemica”, l'estate del 2017 ha segnato l'inizio della normalizzazione; un processo che si traduce in più normali livelli di crescita, inflazione, tassi di interesse e volatilità. 

Secondo alcuni esperti del settore, la fase di transizione verso condizioni più normali rischia di essere impegnativa per strumenti quali i titoli di Stato, in particolare in Europa, poiché gli operatori di mercato si adattano a un ambiente con un minore intervento da parte delle Banche centrali, come spiega a Funds People Suhail Shaikh, CIO di Fulcrum Asset Management (casa di gestione rappresentata in esclusiva da MCH Investment Strategies per il mercato italiano, spagnolo e portoghese). “Per quanto riguarda l’equity, prevediamo che la normalizzazione porterà a una maggiore volatilità nel breve termine, con i fondamentali che continuano a indicare prospettive costruttive per l’asset class, soprattutto in considerazione della politica fiscale espansiva negli Stati Uniti”, afferma il manager.

Secondo Shaikh, poiché la liquidità della Banca centrale è stata ritirata, gli investitori hanno richiesto un maggiore "margine di sicurezza" per detenere investimenti rischiosi, in particolare nei mercati emergenti. Per il team di Fulcrum AM, ciò ha creato opportunità significative. “Nel secondo trimestre abbiamo aggiunto Messico e Sudafrica all’interno delle nostre strategie, Paesi dove riteniamo che il margine di sicurezza offra una protezione sufficiente contro gli scenari avversi”, dichiara.

“Nel complesso, quello attuale è un contesto interessante per gli investitori macro, in particolare rispetto ai portafogli tradizionali. Vediamo un ambito significativo per i temi macro da sviluppare nei prossimi trimestri e offrire opportunità di investimento non correlate tra le asset class”, afferma l’esperto.

Diversified Absolute Return (DAR)

La strategia Fulcrum Diversified Absolute Return (DAR) è un portafoglio multi-asset diversificato e agnostico al benchmark che investe in azioni, obbligazioni, valute e materie prime. A detta di Shaikh, l'obiettivo d'investimento è quello di generare rendimenti del 3-5% annuo su periodi quinquennali, gestendo attentamente il rischio per evitare perdite consistenti in qualsiasi orizzonte. “La strategia esprime in genere 15-20 view non correlate nel corso di un anno. Per garantire ampiezza, utilizza una fonte diversificata di rendimenti (valore direzionale, relative value e strategie diversificate) con ponderazioni relative gestite attivamente dal team di investimento”, spiega. 

Le decisioni di asset allocation sono assunte da un team di ricerca composto da strategist ed economisti, che valutano regolarmente il contesto economico, le valutazioni di mercato e il panorama politico. “Sebbene i fondamentali siano importanti driver dei prezzi degli asset a lungo termine, le variazioni a breve termine di tali prezzi sono spesso più sensibili ai fattori comportamentali. Di conseguenza, il team monitora anche una varietà di fattori comportamentali per comprendere le dinamiche dei prezzi di mercato, in particolare il momentum (ovvero la probabilità di formazione di bolle) e il sentiment (ovvero la misura in cui le idee sono diventate troppo comuni e probabilmente registreranno un’inversione nel breve termine)”, afferma il CIO.

Attualmente, la strategia presenta un'esposizione leggermente inferiore alla media sull’equity, nessun rischio direzionale assoluto nei titoli di Stato e nel credito e un'esposizione superiore alla media a idee relative value in tutte le asset class.

-

Fonte: Fulcrum AM.

Il team investe a livello globale in strumenti altamente liquidi, la maggior parte dei quali sono futures. “Laddove identifichiamo temi più specifici, ad esempio nella spedizione globale o cloud computing, che richiedono una maggiore personalizzazione nell'implementazione, investiamo in panieri diversificati di aziende. Durante la creazione di questi panieri, ci assicuriamo che ciascuna società selezionata sia prevalentemente esposta al tema scelto e cerchiamo di evitare il rischio di concentrazione nelle singole aziende. Dato un approccio di investimento principalmente top-down, vi è un ambito limitato per l'integrazione del tradizionale rischio ESG bottom-up. Tuttavia, le considerazioni ESG sono tenute in conto durante la formazione di panieri e la valutazione delle opportunità di investimento in tutto il mondo”, dettaglia il manager.

La chiave per un’efficace risk management

La gestione del rischio è supervisionata dal Fulcrum Risk Committee ed è guidata dal chief risk officer. Il focus del committee è rivolto all'identificazione e alla mitigazione dei principali rischi macro e politici e alla revisione delle strategie di portafoglio e di copertura.

La chiave per un'efficace gestione del rischio consiste nell'utilizzare molteplici e complementari tecniche di gestione del rischio, piuttosto che affidarsi ad ognuna singolarmente. “A tal fine, limitiamo la volatilità ex-ante del portafoglio al 12%, impieghiamo coperture overlay basate su opzioni per far fronte al gap risk e garantire che il portafoglio sia sufficientemente diversificato tra le view e le asset class. A tal proposito, cerchiamo idee non correlate che variano anche nell'orizzonte temporale e nel driver di performance sottostante (ad esempio, combinando view comportamentali a breve termine con view fondamentali a medio termine)”.

“Sin dall'inizio, il nostro team ha dimostrato capacità nel riuscire a coprire efficacemente i portafogli contro shock di mercato importanti. L'overlay assicurativo permanente ha sempre protetto la strategia da shock di mercato e salti inattesi di volatilità, mentre il limite di volatilità assicura che non sia mai assunto un rischio fuori misura, contribuendo a un profilo di rischio più stabile nel tempo. Nel loro insieme, si tratta di meccanismi di sicurezza potenti ed efficaci che dovrebbero continuare a proteggere la strategia in modo economicamente efficace”, commenta l’esperto.

Il team

Il team di investimento è senior, lavora insieme dal 2004, ed è composto da cinque professionisti con un'esperienza media di oltre 25 anni. È supportato da circa 30 investment professional organizzati nelle divisioni di portfolio management, investment strategy, investment research e alternative strategies. Tutti i membri del team di investimento sono basati a Londra.

Altri prodotti per gli investitori italiani

Oltre alle strategie diversificate, dal 2007 Fulcrum gestisce strategie sistematiche, con una forte conoscenza dei driver degli alternative beta derivanti sia dall'esperienza nell'investimento sistematico sia da una forte ricerca proprietaria. “Disponiamo inoltre di un team dedicato alle strategie alternative che sviluppa soluzioni progettate per offrire diversificazione dai mercati obbligazionari core e azionari, che coprono l'intero spettro di liquidità dai fondi di negoziazione quotidiana, ai coinvestimenti illiquidi”, conclude il CIO.

Professionisti
Società

Notizie correlate