Tags: Business |

Cinque trucchi che le SGR possono applicare per risparmiare sui costi


In un contesto di effervescenza normativa -che costringe le società di gestione a investire di più per conformarsi alle nuove regole-, e di pressione sui margini a causa aldell'irruzione di prodotti a basso costo (principalmente ETF e fondi indicizzati) -che obbliga le entità a ridurre le loro commissioni di gestione-, l'industria sta vedendo la necessità di ridurre i costi. La buona notizia è che ci sono modi per ridurre le spese. Almeno, questo è quanto emerge nell'ultimo rapporto pubblicato da The Boston Consulting Group, una società di consulenza americana che fornisce cinque consigli agli asset manager per ridurre i costi.

1. Rivedere le funzioni dei gestori di portafoglio. Il problema ovvio con questo modo di risparmiare sui costi è che mette a rischio le performance. Tuttavia, questo metodo funziona meglio quando il tempo dedicato dal gestore di portafoglio a determinate attività è in linea al valore che generano, eliminando quelle che non ne apportano. "I gestori di portafoglio di uno dei nostri clienti perdevano molto tempo in attività operative e di registrazione di informazioni che sarebbero potute essere assegnate al personale del middle-office. Inoltre, la relazione tra il tempo dedicato a strategie e clienti specifici e il valore generato era debole. Rivedere e centralizzare l'esecuzione degli ordini e le attività svolte dal middle-office può risolvere questi problemi e tradursi in significativi miglioramenti dell'efficienza senza intaccare il servizio al clienti ", affermano dalla società di consulenza.

2. Semplificare l'analisi. Molti gestori di asset utilizzano nuovi strumenti per incoraggiare lo scambio di dati e conoscenze. Secondo il parere della società di consulenza, questo tipo di soluzioni non solo riduce i costi di analisi ma migliora anche il rendimento dal momento che il team commerciale apprende dalle migliori pratiche sviluppate dai gestori nelle diverse asset class.

3. Ridurre la personalizzazione. La personalizzazione dei prodotti è un aspetto importante per raggiungere il successo e, infatti, più del 70% degli intervistati offre questo servizio. Tuttavia, la personalizzazione dei prodotti può essere costosa, quindi i gestori dovrebbero offrirla solo quando aggiunge valore e quando può essere eseguita in modo efficiente. "Inoltre, solo tra l'8% e il 41% degli intervistati valuta il costo della personalizzazione in modo sistematico mentre solo tra l'8% e il 26% delle società valuta il costo di personalizzazione attraverso adeguamenti dell'obiettivo rischio-rendimento. Nel nuovo contesto di mercato,le società di gestione devono comprendere i costi e i benefici della personalizzazione del prodotto per offrire questo servizio su larga scala e che i clienti siano pienamente consapevoli del loro valore”, spiegano.

4. Centralizzare la negoziazione. C'è stato un tempo in cui era logico che i desk di negozizione non fossero molto lontani dai gestori di portafoglio. Tuttavia, questo ha perso importanza con la digitalizzazione e la standardizzazione della negoziazione. "Molti asset manager stanno combinando i desk di negoziazione e ottimizzando le piattaforme di trading in diversi luoghi e asset class, un approccio che può ridurre drasticamente i costi della tecnologia e delle transazioni, ad esempio compensando congiuntamente i blocchi di negoziazione".

5. Ridurre i costi tecnologici. I dipartimenti commerciali della maggior parte delle società di gestione accumulano sistemi scarsamente integrati tra loro, dipendono da numerose fonti di dati, richiedono la verifica di informazioni manualmente e utilizzano tecnologie obsolete. "Il nostro sondaggio rivela che, negli ultimi cinque anni, solo la metà delle SGR ha investito in un nuovo sistema per il loro front office, nonostante i progressi tecnologici. Il mantenimento e l'aggiornamento dei vecchi sistemi è costoso e, inoltre, ostacola le performance. Molti asset amnager hanno difficoltà a lanciare nuovi prodotti sul mercato perché i loro processi dipendono da più sistemi o  blocchi complessi che impediscono alle informazioni di fluire correttamente al team commerciale ".

Secondo Boston Consulting Group, per la maggior parte delle società di gestione sarebbe utile migrare le informazioni dalle proprie piattaforme interne a varie piattaforme commerciali personalizzate, almeno per funzioni più standardizzate come la gestione del portafoglio, i sistemi di ordini e di esecuzione. "Lo sviluppo di strumenti proprietari dovrebbe essere utilizzato solo per questioni che influiscono sul know-how critico della società. Questo approccio riduce i costi di manutenzione, facilita il lancio di nuovi prodotti e concentra le scarse risorse tecnologiche interne laddove sono realmente necessarie ", concludono.

Notizie correlate

Anterior 1 2 3 Siguiente