Tags: Gestori | Europa | USA |

Che settimana ci aspetta sui mercati


Quelli alle porte saranno giorni dominati dai dati sulle economie di Cina e Gran Bretagna la cui diffusione avverrà in più momenti nel corso della settimana. Particolarmente rilevanti anche le metriche relative al petrolio che arriveranno dagli Stati Uniti, nonché alcuni importanti indicatori dell’economia europea.

Lunedì si aprirà infatti con l’indice dei direttori degli acquisti del settore servizi del Vecchio Continente e sempre nel primo giorno della settimana si conoscerà l’andamento dell'indice Sentix Investor Confidence che misura il livello di fiducia degli investitori nell'attività economica. Dal Brasile giungerà la panoramica sui mercati a cura della Banca centrale del Paese Sudamericano mentre in serata ci sarà il discorso del governatore della Bank of Canada Poloz. Martedì si apre con la decisione sui tassi di interesse della Reserve Bank of Australia proseguendo con l’indice Halifax britannico sul mercato immobiliare e quello JOLTS (Job Openings and Labor Turnover Survey) statunitense sui volumi delle offerte di lavoro, sulle assunzioni e sul turnover. In Germania verranno infine reso noto l’andamento degli ordinativi del settore industriale. Il giorno centrale della settimana lavorativa sarà in assoluto il più intenso. Mercoledì si inizierà alle 5 ora italiana con il saldo della bilancia commerciale cinese. Nel corso della giornata verranno inoltre resi noti i dati relativi alla produzione industriale tedesca e una serie di metriche sul petrolio statunitense tra cui le scorte di greggio. Sempre nel giorno centrale della settimana lavorativa saranno pubblicate le minute del meeting della Banca Centrale Europea sulle decisioni di politica monetaria.

Cina anche in apertura della giornata di giovedì. In focus Indice dei Prezzi al Consumo e Indice dei Prezzi alla Produzione. Due aste di titoli di Stato in Spagna e Stati Uniti e per quanto riguarda gli USA verranno inoltre comunicati gli andamenti di importazioni e esportazioni. La settimana si conclude con grande attenzione all’economia britannica: PIL trimestrale, bilancia commerciale e produzione industriale e manifatturiera saranno infatti resi noti venerdì, giorno in cui si conosceranno inoltre i dati sulle esportazioni tedesche, sulla produzione industriale italiana e sui consumi giapponesi e statunitensi.

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente