Che settimana ci aspetta sui mercati


Si parte lunedì con la pubblicazione da parte della Banca popolare cinese del tasso privilegiato d'interesse. In serata il discorso di Christine Lagarde, presidente della BCE. Martedì si apre con la diffusione del rapporto della Banca del Giappone sulle prospettive economiche, mentre dalla Gran Bretagna verranno comunicati l’indice dei salari medi, bonus compresi, e la variazione nelle richieste di sussidi di disoccupazione. Attesa anche per l’indice ZEW sulle condizioni economiche tedesche. Il giorno centrale della settimana lavorativa vedrà la pubblicazione delle vendite al dettaglio e del dato di tendenza degli ordini industriali del manifatturiero in Gran Bretagna a dicembre. Dagli Stati Uniti, sempre mercoledì, in arrivo le vendite di abitazioni esistenti nell’ultimo mese dello scorso anno. Il Canada renderà noto l’indice dei principali prezzi al consumo a dicembre, mentre la Banca centrale del Paese pubblicherà il rapporto sulla politica monetaria.

Giornata di giovedì incentrata sulla Banca centrale europea. Verranno comunicati il tasso sui depositi di gennaio e il tasso sulle operazioni di rifinanziamento marginale e a seguire spazio alle dichiarazioni di politica monetaria con decisione sul tasso d’interesse. In chiusura conferenza stampa dell’Istituto di Francoforte. Dagli Stati Uniti arriveranno i dati sulle scorte di petrolio greggio. La settimana si chiude venerdì con la pubblicazione dell'indice dei direttori d'acquisto manifatturieri e dell'indice IFO sulla fiduce delle aziende relativi alla Germania nel mese di gennaio. Dalla Gran Bretagna giungono gli indici PMI composito, manifatturiero e servizi. In chiusura di giornata tornerà a parlare Christine Lagarde, governatrice della BCE.

Notizie correlate

Che settimana ci aspetta sui mercati

Indici dei direttori d’acquisto e un quadro completo dell’economia giapponese sono i principali avvenimenti della sette giorni che ci aspetta. Atteso per oggi, 2 dicembre alle ore 15:00, il discorso di Christine Lagarde, governatrice della BCE.