Che settimana ci aspetta sui mercati


Inizia un’altra settimana nel segno delle banche centrali. Dopo l’attesa per la riunione della BCE del 25 luglio, i prossimi giorni saranno caratterizzati dall’evento in programma mercoledì 31 luglio, giorno in cui si conoscerà la decisione della Federal Reserve realtiva ai tassi di interesse americani. Non solo politica monetaria però nella settimana che segnerà l’ingresso nel mese estivo per eccellenza: aste dei titoli di Stato europei e indici dei direttori d’acquisto del settore manifatturiero provenienti dalle principali economie mondiali saranno, infatti, due ulteriori importanti elementi da monitorare.

Nella notte tra domenica e lunedì arriverà dal Giappone l’andamento delle vendite al dettaglio, mentre nel proseguo della giornata si conosceranno le variazioni dell’indice dei prezzi delle case in Gran Bretagna e dei prezzi alla produzione relativo alla Spagna. Martedì si riparte dal Paese del Sol Levante con importanti dati relativi al mercato del lavoro e alla produzione industriale con inoltre la riunione della Bank of Japan con decisione sui tassi di interesse. Relativamente all’Europa verrà rilasciato il dato sul Prodotto Interno Lordo francese e il rapporto Gfk sul sentiment dei consumatori tedeschi. A seguire l’asta sui BTP italiani a 10 e 5 cinque anni. Chiude il secondo giorno della settimana il rapporto sulla fiducia dei consumatori statunitensi. Mercoledì sarà il giorno più denso di appuntamenti. Nella notte si conosceranno la variazione dell'indice dei direttori di acquisto del settore manifatturiero cinese, i dati sul mercato immobiliare giapponese e l’indice dei prezzi al consumo australiano. Nel corso della giornata verranno resi noti i dati sul Prodotto Interno Lordo europeo e sul settore immobiliare della Gran Bretagna. L’asta di Bund a 10 anni e, soprattutto, la riunione della Federal Reserve con decisione sui tassi di interesse statunitensi chiuderanno il terzo giorno della settimana.

Nella notte tra mercoledì e giovedì l’indice manifatturiero CAIXIN fornirà importanti indicazioni sull’economia cinese, mentre l’asta di Japanese Government Bond a 10 anni aprirà il capitolo Titoli di Stato, completato nel corso della giornata da due ulteriori aste in Europa, una sugli OAT francesi a 10 anni ed una sulle obbligazioni governative spagnole sempre a 10 anni. L’indice dei direttori d’acquisto del settore manifatturiero europeo e la riunione della Bank of England con decisione sul tasso di interesse chiudono la giornata. Nell’ultimo giorno della settimana lavorativa saranno rilasciati, infine, i dati sul mercato del lavoro spagnolo, l’indice dei prezzi alla produzione e l’andamento delle vendite al dettaglio nell’eurozona. Il mercato del lavoro statunitense, con le metriche su andamento delle retribuzioni e tasso di disoccupazione, completa la giornata di venerdì.

Notizie correlate