Che settimana ci aspetta sui mercati


Si entra nel decimo mese dell’anno con una settimana all’insegna degli indici dei direttori d’acquisto delle principali economie mondiali, ma non mancheranno Banche centrali e importanti dati economici sia per quanto riguarda i Paesi sviluppati che gli emergenti. La prima metrica rilevante sarà rilasciata nella notte tra domenica e lunedì e riguarderà la produzione industriale giapponese. A seguire l’indice CAIXIN dei direttori d’acquisto del settore manifatturiero cinese. Sempre per quanto riguarda il continente asiatico, da sottolineare la rassegna della Reserve Bank of India sulle informazioni creditizie e monetarie. Passando all’Europa si conosceranno l’andamento del PIL inglese e di quello spagnolo, l’andamento della disoccupazione e delle vendite al dettaglio in Germania e quello dell’indice dei prezzi al consumo per l’Italia.  Martedì inizierà ancora con il Giappone e in particolare con l’indice Tankan dei grandi produttori manifatturieri e proseguirà con la decisione sui tassi di interesse della Banca centrale australiana. Dall’Europa attesi i dati su indici dei prezzi al consumo e indici dei direttori d’acquisto. Produzione industriale brasiliana, prodotto interno lordo canadese e PMI statunitensi concludono la giornata.

Il giorno centrale della settimana lavorativa sarà più tranquillo rispetto alle 48 ore precedenti. Da segnalare per quanto concerne mercoledì solo l’indice dei direttori d’acquisto del settore costruzioni per quanto riguarda il Vecchio continente, mentre dagli Stati Uniti arriveranno i dati su occupazione non agricola e scorte di petrolio greggio. Giovedì si completa il quadro degli andamenti degli indici PMI. Sarà il giorno dei direttori d’acquisto del settore servizi, con i dati che proverranno da Giappone, Gran Bretagna, Paesi dell’Unione Europea e Stati Uniti. Venerdì, infine, la riunione della Banca centrale indiana con decisione sui tassi di interesse e l’andamento del tasso di disoccupazione negli Stati Uniti.

Notizie correlate