Che settimana ci aspetta sui mercati


La settimana che si apre, oltre a contenere la scadenza fissata per una Brexit che assomiglia sempre più ad un intricato enigma, vedrà la continuazione delle celebrazioni per la fine della presidenza Draghi alla Banca centrale europea. Sempre per quanto riguarda la politica monetaria si riuniranno inoltre gli Istituti statunitense e giapponese mentre importanti indici dei direttori d’acquisto forniranno un quadro dell’economia reale globale.

Si parte lunedì con la bilancia commerciale statunitense relativa ai beni mentre a Francoforte sono attesi i leader europei per un omaggio al presidente uscente della BCE Mario Draghi. Prevista la presenza, tra gli altri, di Sergio Mattarella, Emmanuel Macron e Angela Merkel. Si torna a guardare ai dati martedì con l’indice dei prezzi al consumo giapponesi, le metriche del mercato immobiliare britannico, l’indice dei prezzi alla produzione in Italia e il rapporto sulla fiducia dei consumatori statunitensi. Mercoledì si riparte dal Giappone, dove saranno diffusi i dati sulle vendite al dettaglio, per poi spostarsi in Europa con il Prodotto interno lordo francese, le metriche sulla fiducia di imprese e consumatori in Italia e i dati occupazionali del marcato del lavoro tedesco. Sempre per quanto riguarda l’Italia, da segnala l’asta di BTP a 10 anni, mentre l’evento più rilevante della giornata riguarderà gli Stati Uniti dove si riunirà il consiglio direttivo della Federal Reserve per una decisione sui tassi di interesse.

Giovedì sarà invece la volta della Bank of Japan e sempre dal Paese del Sol levante saranno resi noti i numeri della produzione industriale mentre dalla Cina arriverà l’indice dei direttori d’acquisto del settore manifatturiero. Vendite al dettaglio in Germania, Prodotto interno lordo in Spagna e indice dei prezzi al consumo dell’Eurozona, sono i dati attesi relativamente all’Europa. Il mercato del lavoro chiuderà la giornata di giovedì con le metriche relative agli USA e aprirà quella di venerdì con quelle relative al Giappone. Sempre da oriente di conoscerà l’andamento dell’indice Caixin cinese, mentre nel Vecchio Continente l’indice dei direttori d’acquisto del settore manifatturiero in uscita sarà quello britannico. La stessa metrica, ma riguardante gli Stati Uniti, chiuderà la settimana lavorativa.

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente