Che settimana ci aspetta sui mercati


Calendario economico intenso per i prossimi sette giorni. Si comincia lunedì dalla Gran Bretagna con la pubblicazione dei dati sul Prodotto interno lordo, mensile e annuale, del dato sulla produzione manifatturiera mensile e del saldo sulla bilancia commerciale UE e extra UE di novembre. Volando oltreoceano si conoscerà il dato di bilancio del budget federale USA. Dal Brasile in arrivo il report sui mercati della Banca centrale del Paese Sudamericano, mentre l’India rende noto l’indice dei prezzi al consumo.

La giornata di martedì parte con la pubblicazione dei dati annuali su export e importazioni della Cina e sul saldo della bilancia commerciale. Sempre da Pechino attesa per i dati sui nuovi mutui. Dagli Stati Uniti in arrivo l’indice dei principali prezzi al consumo di dicembre. Mercoledì si apre con il discorso del Governatore della Bank of Japan Kuroda. In giornata saranno resi noti anche gli indici dei prezzi al consumo in Francia, Spagna e Gran Bretagna. Dagli Stati Uniti, invece, in arrivo il dato sulle scorte di petrolio greggio.

Giovedì incentrato sulle decisioni di politica monetaria della BCE con la pubblicazione delle minute del meeting. A seguire attesa per il discorso del Presidente dell’Istituto, Christine Lagarde. Per quanto riguarda gli Stati Uniti, interesse per il dato delle vendite al dettaglio e di quelle di beni essenziali. In chiusura di settimana venerdì occhi di nuovo puntati sulla Cina con la diffusione del PIL e del dato della produzione industriale su base annua. Inoltre saranno pubblicate le vendite al dettaglio mensili in Gran Bretagna e l’Indice dei prezzi al consumo annuale della Zona Euro. In serata in arrivo i dati sui permessi di costruzione rilasciati a dicembre negli USA.

Notizie correlate

Che settimana ci aspetta sui mercati

Indici dei direttori d’acquisto e un quadro completo dell’economia giapponese sono i principali avvenimenti della sette giorni che ci aspetta. Atteso per oggi, 2 dicembre alle ore 15:00, il discorso di Christine Lagarde, governatrice della BCE.