Certificati CFA italiani meno pessimisti sul futuro del Paese


Il sondaggio realizzato da CFA Society Italy in collaborazione con Il Sole 24 Ore Radiocor ha misurato le attese degli investitori professionali italiani sull'andamento dell'economia domestica certificando un miglioramento del sentiment che però rimane nel complesso negativo. Il 61% circa degli operatori finanziari intervistati ritiene deficitaria l’attuale situazione dell’economia Italiana, il 35% stabile mentre il 4% ritiene che la situazione attuale sia positiva. Ecco le principali evidenze riportate nella nota emessa da CFA Society Italy a comunicazione dei risultati dell'indagine.

"In termini di aspettative sui prossimi sei mesi aumenta leggermente la percentuale di coloro che si attendono un miglioramento delle condizioni macroeconomiche, al 23,1% del totale (circa +4% rispetto ad aprile), mentre scende sensibilmente la percentuale di coloro che si attendono un peggioramento nel semestre, al 34,6% (-14% circa rispetto ad aprile). Aumentano invece gli intervistati che si attendono una sostanziale stabilità, pari al 42,3% (+10% circa rispetto al mese scorso). La differenza tra coloro che risultano ottimisti sulle prospettive dell’economia italiana, rispetto ai pessimisti, è pari a -11,5, un valore che rappresenta il “CFA Italy Radiocor Sentiment Index” per il mese di maggio 2019. Il dato di sintesi, sebbene negativo, sale di ulteriori 18 punti percentuali dal mese precedente, continuando il recupero verso i livelli registrati l’estate scorsa, dopo la forte discesa registrata in autunno".

"Il miglioramento delle previsioni sui prossimi sei mesi si evidenzia anche relativamente ad Area Euro e, anche se in misura minore, per gli USA, con i partecipanti che prevedono una sostanziale stabilizzazione delle economie delle due grandi aree. L’inflazione è vista in lieve rialzo solo negli Stati Uniti mentre in Europa si segnalano ancora attese divergenti sull’andamento dei tassi, con una previsione di aumenti per l’Italia rispetto all’Area Euro nel suo complesso. Sui mercati azionari permane cautela sulle prospettive a sei mesi, in linea con le passate previsioni. Sulle valute è attesa una stabilizzazione del dollaro USA, in precedenza stimato apprezzarsi, mentre lo Yen dovrebbe apprezzarsi contro Euro. Sul petrolio, infine, aumentano le previsioni per una discesa dei prezzi sui prossimi sei mesi rispetto alle quotazioni attuali".

Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente