Capital Group Euro Bond Fund (LUX), come esporsi oggi al comparto obbligazionario europeo


L’ultimo bollettino Banca Centrale Europea e le dichiarazioni di Christine Lagarde in occasione Forum dell'authority sulle banche centrali fanno i conti con la seconda ondata di contagi da COVID-19 che sta interesando tutti gli stati dell’Unione e se da un lato si guarda con preoccuopazione agli effetti sull’economia del Vecchio Continente dall’altro si ribadisce la prontezza nell’attuare, se necessario, una rimodulazione delle misure di sostegno.

L'impatto dei lockdown è ora pienamente visibile nei dati concreti, con marcati cali della produzione in tutte le economie europee. L'effetto è ancora maggiore in quelle aree ed economie in cui il turismo costituisce una parte significativa dell'attività. Una ripresa irregolare e di conseguenza più ritardata costituisce il contesto presente. "Il perdurante aumento dei tassi di contagio da Coronavirus rappresenta un fattore avverso per le prospettive a breve termine e condurrà, con ogni probabilità, a un significativo ridimensionamento della crescita del prodotto nell'ultimo trimestre dell'anno", si legge nell’ultima nota arrivata da Francoforte e il fronte europeo continua a dover fare i conti con il tema, per larga parte rimasto sottotraccia negli ultimi mesi, dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione.

Guardare oltre l’incertezza

"In questo contesto di grande incertezza, vi sono molteplici dislocazioni nell'insieme delle opportunità offerte dal reddito fisso europeo. La diversificazione è vitale in questi tempi, tuttavia rimangono aree in cui le valutazioni sono interessanti, per esempio nei mercati europei non core del blocco orientale. Vale tuttavia la pena di notare che sosteniamo una posizione relativamente difensiva, con il rischio complessivo del portafoglio posizionato solo marginalmente in sovrappeso”, afferma Jeremy Cunningham, Fixed Income Investment director di Capital Group, con cui affrontiamo le principali novità che riguardano il fondo Capital Group Euro Bond Fund (LUX) con doppio rating FundsPeople Blockbuster e Consistente (BC) per il 2020.

“In questo contesto, il nostro portafoglio ha una duration core lunga, in particolare i Gilts, che hanno avuto la tendenza a recuperare maggiormente nei giorni di crisi rispetto ai Bund. La duration complessiva del portafoglio è ancora neutrale per quando riguarda i titoli di Stato tedeschi”, rivela Cunningham.

Gestione attiva con orizzonte di medio-lungo periodo

Nel corso del terzo trimestre, i gestori del Capital Group Euro Bond Fund (LUX) hanno aumentato l'esposizione ai Paesi Bassi e alla Grecia. “Manteniamo un’alta convinzione su quest’ultimo Paese, che continua a beneficiare di una politica monetaria accomodante. In particolare, la sua inclusione nel programma di acquisto d'emergenza pandemico della BCE (PEPP) ha sostenuto le obbligazioni”, afferma l’esperto. Aumentata nello stesso periodo anche l'esposizione alle obbligazioni nominali tedesche, mentre sono stati ridotti gli investimenti nei titoli legati all'inflazione. I gestori hanno ridotto anche l’esposizione alle obbligazioni francesi legate all'inflazione.

“Quest'anno l'inflazione globale è calata bruscamente a causa del crollo dei prezzi dell'energia e della recessione. Anche la pressione inflazionistica core è destinata a diminuire. I manager hanno tagliato l'esposizione alle obbligazioni periferiche e semi-core come l'Irlanda, il Portogallo e il Belgio. Pur mantenendo una modesta esposizione periferica di lunga durata, le obbligazioni periferiche hanno già visto una significativa compressione degli spread e il potenziale di un ulteriore restringimento degli spread è probabilmente limitato. Pur continuando a vedere il valore dal punto di vista del carry, siamo più costruttivi nei confronti dei Paesi del blocco dell'Europa dell'Est, come la Serbia e la Romania”, completa Cunningham relativamente alle mosse fatte dal team di gestione per continuare a investire in un contesto dall’alto tasso di incertezza.

“In quanto investitori attivi”, conclude il Fixed Income Investment director di Capital Group, in tempi di incertezza come questi, “è fondamentale rimanere concentrati sul medio-lungo termine. Stiamo valutando attentamente i fondamentali e il modo in cui i policy maker reagiscono agli sviluppi macro e di mercato in corso. Il nostro processo d'investimento, The Capital System, è concepito per consentire ai singoli gestori di portafogli di investire nelle loro più alte convinzioni, limitando al contempo il rischio associato a decisioni isolate”.

Professionisti
Società

Notizie correlate