Tags: Gestori | Emergenti |

Capire il cambiamento, come investire nei mercati emergenti


I tassi di crescita dei mercati emergenti rendono l’asset class sempre più irrinunciabile per gli investitori, alle prese da anni con un contesto di tassi bassi e conseguenti bassi rendimenti nelle classi di attivo tradizionali, in particolare per quanto riguarda la parte obbligazionaria. Investire negli emerging markets significa però esporsi ad un contesto economico eterogeneo e in constante mutamento. Nella conferenza in programma il 2 aprile alle 16.45 presso la Sala Yellow del Salone del Risparmio 2019, David Semple, portfolio manager Emerging Markets di VanEck, indaga il mutamento intrinseco ai mercati emergenti per scoprire i segreti di un’asset class sempre più presente nei portafogli dei risparmiatori.

Come devono approcciarsi gli investitori ad una classe di attivo che forse nemmeno merita di essere definita tale e quando i metodi tradizionali possono risultare del tutto inadatti ad affrontare un contesto di investimento in constante sviluppo? Non solo le variazioni a breve termine, ma anche i movimenti di lungo periodo verranno analizzati per comprendere come poter sfruttare in maniera adeguata le opportunità presenti oggi sul mercato. A partire da un’outlook sulle principali determinanti dell’universo di investimento, saranno inoltre presentati i casi specifici che hanno contribuito a rendere VanEck, casa di investimento fondata nel 1955 a New York, tra le realtà con una expertise maggiormente consolidata in questa asset class.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente