Caiani (Nordea): “La capacità di generare valore non dipende dalle condizioni di mercato”


I bisogni dell’investitore sono sempre gli stessi, così come le sfide per gli asset manager genuinamente attivi. Non importa se i tassi sono bassi e i rendimenti ai minimi sulle asset class, o se variabili esogene ai mercati come la politica impattano negativamente su premi al rischio e decorrelazione. “Un’esperta gestione attiva”, afferma Fabio Caiani, head of Fund Distribution Italy di Nordea AM, rappresenta il valore aggiunto per poter ottenere rendimento senza alterare il proprio profilo di rischio”. “Opportunità di generazione di valore sono infatti presenti in un mercato che presenta ridotti rendimenti  tanto quanto in un mercato con livelli di rendimenti più alti”, aggiunge.

Il cuore oltre l’ostacolo

Non nascondersi dietro le difficoltà ma affrontarle. Questa l’esortazione di Caiani che sottolinea come sia la qualità della gestione a fare la differenza. “La presenza di team esperti è un requisito fondamentale per poter generare performance e intercettare le esigenze sia della clientela istituzionale sia di quella privata”, afferma. Navigare i mercati senza lasciarsi immobilizzare dagli ostacoli, anche i più difficili da superare, dunque. “Le soluzione liquid alternative e le strategie che fanno leva sul mercato dei Covered bond rappresentano un’interessante opportunità di investimento consentendo, di ridurre la correlazione con le altre asset class  e di identificare fonti alternative di rendimento”, segnala il manager.

La strategia European Covered Bond Opportunities presenta una bassa sensibilità ai movimenti dei tassi e una esposizione maggiorata agli spread, aumentando le potenzialità di generazione di alfa. Restando nell’ambito del reddito fisso la strategia European Financial Debt è un’ottima soluzione per gli investitori con una propensione al rischio più elevata e alla ricerca di rendimento. Questa soluzione beneficia di una situazione normativa (come Basilea III e Solvency II), che ha spinto le banche e le compagnie di assicurazione a ristrutturare, rifinanziare e ricapitalizzare a livelli significativi. La complessità di questa asset class, caratterizzata da inefficienze ricorrenti, genera diverse opportunità per i gestori in grado di identificarle e trarne vantaggio. Il bisogno di investimenti in infrastrutture rappresenta invece sul fronte azionario un’alternativa che ha storicamente sovraperformato gli indici globali azionari e obbligazionari negli ultimi 15 anni. Questa asset class offre caratteristiche uniche come rendimenti, protezione e potenzialità di crescita generando dividend yield interessanti, tra il 3% e il 4% con un alto livello di prevedibilità e la resilienza ad eventi macroeconomici inaspettati. Questa caratteristica difensiva, combinata con un profilo di crescita stabile supportato dai dividendi fornisce all’asset class una marcia in più nell’attuale contesto”, analizza nel dettaglio Caiani.  

Anima sostenibile

Cultura e identità nordiche sono inoltre garanzia di uno storico radicamento dell’attenzione alla sostenibilità. “Abbiamo uno dei  maggiori team di analisti in Europa ESG dedicato alla ricerca, all’analisi e all’implementazione di questi fattori lungo tutto il processo di investimento. Il nostro modello interno di rating consente di rielaborare i dati provenienti da provider esterni insieme con quelli raccolti internamente e con gli input quantitativi forniti dal team di investimento. Il valore derivante restituisce una valutazione prospettica del futuro potenziale dell’azienda esaminata. Questo è un enorme valore aggiunto”, dichiara il manager che sottolinea inoltre come l’impatto positivo creato dall’investimento attraverso i prodotti dell’asset manager sia certificato da 4 label internazionali: LuxFlag, FNG, Towards Sustainability Label e ISR. “Vogliamo infatti rafforzare la nostra leadership affiancando e supportando i nostri clienti con prodotti di qualità e con informazioni chiare, semplici e tempestive. Siamo assolutamente allineati al nuovo Action Plan della Commissione Europea in termini di trasparenza e ciò costituisce un vantaggio competitivo per noi e un miglior servizio per i nostri clienti”, conclude.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente