BNP Paribas continua a mantenere il sovrappeso sull’azionario


Nel 2017, la bassa volatilità sui mercati azionari globali ha portato ad un aumento della propensione al rischio degli investitori. È di questo avviso Thierry Créno, responsabile multi-asset solutions di BNP Paribas AM. L’indice VIX, che ha chiuso il 2017 attestandosi a quota 11 punti, evidenzia l’assoluta mancanza di paura ribassista e l’aspettativa di ulteriori rialzi. “Se ci dovesse essere un’inversione di tendenza sui mercati, in particolare a causa di un rialzo dell’inflazione superiore alle aspettative, l’effetto potrebbe essere brutale, ma dovrebbe essere di breve durata”.

Quali sono le strategie di investimento della casa francese? Secondo Créno, le prospettive per il mercato azionario restano positive per il 2018: l’asset class dovrebbe proseguire la fase rialzista che ha caratterizzato il 2017. In un contesto caratterizzato da una crescita economica globale sincronizzata, bassa inflazione e tassi bassi, l’esperto osserva come “tra i potenziali rischi, il più probabile potrebbe essere una crescita dell’inflazione superiore alle previsioni”.

Per quanto riguarda la componente obbligazionaria, la società continua a sottoponderare le obbligazioni sovrane, che presentano valutazioni elevate, e l’high yield. “Le valutatazioni dell'high yield sono ‘tirate’, i fondamentali del credito si degradano e i default aumentano. Infatti, nonostante i tassi di default delle società petrolifere americane siano diminuiti rispetto al 2016, sono tuttavia aumentati in altri settori”, afferma l’esperto.

Per quanto riguarda il mercato azionario, la sovraperformance degli indici americani rispetto a quelli europei è principalmente riconducibile al settore tecnologico. Infatti, il tecnologico ha un peso limitato nell’indice MSCI Europe, circa il 5%, rispetto al 25% nell’indice MSCI USA. “Se escludiamo i titoli tecnologici, i mercati azionari europei hanno sovraperformato quelli americani. L’Europa resta l’area preferita dalla casa francese, così come i Paesi emergenti, soprattutto per le previsioni di crescita sostenuta degli utili delle imprese locali”, dice Créno. In termini generali, i mercati emergenti rappresentano una delle regioni più interessanti sia per la parte azionaria che per quella obbligazionaria. L’esperto aggiunge che, anche i Paesi emergenti sono profondamente cambiati: il settore tecnologico è diventato dominante anche nell’MSCI Emerging Markets.

Come hanno performato i fondi BNP Paribas con Marchio Funds People nel 2017?

Il prodotto più performante dello scorso anno è il BNL Assetto Dinamico, un fondo di diritto italiano con rating Blockbuster che ha realizzato un rendimento di +7,98%. Il comparto, appartenente alla categoria dei bilanciati flessibili globali, è un feeder della Sicav Parvest Diversified Dynamic (OICR master). L’obiettivo del fondo è quello di perseguire una crescita del capitale investito in un’ottica di medio termine attraverso una strategia di allocazione flessibile e diversificata, con obiettivo di volatilità ex-ante su base annua di circa 7,5%. Il prodotto investe esclusivamente in quote dell’OICR Master e può detenere liquidità, a titolo accessorio, fino al 15% delle proprie attività. 
In seconda posizione troviamo un altro fondo con rating Blockbuster, il BNL Azioni Europa Dividendo, con il +3,12%. Il comparto investe principalmente in azioni o titoli assimilabili alle azioni emessi da società che, secondo il team di gestione, presentano prospettive di dividendi migliori rispetto alla media sui mercati europei. Le società vengono selezionate considerando i criteri ambientali, sociali e di governance, così come di sostenibilità della politica dei dividendi. 
Gli investimenti si concentrano prevalentemente in Europa, circa l’80%, e in misura minore in Regno Unito (21,68%). In terza posizione troviamo un fondo che vanta del rating Consistente, il BNPP Flexi I Bd Euro Focus Corp, con il +2,53%. Il comparto investe in obbligazioni investment grade denominate in euro ed emesse da società europee e/o operanti in Europa e in derivati su questo tipo di attività, ma escludendo gli strumenti di debito emessi da istituti finanziari.

Fondo Categoria Morningstar Rend. % (in euro) Marchio Funds People
BNL Assetto Dinamico EAA Fund EUR Flexible Allocation - Global 7,98 B
BNL Azioni Europa Dividendo EAA Fund Europe Equity Income 3,12 B
BNPP Flexi I Bd Euro Focus Corp EAA Fund EUR Corporate Bond 2,53 C
Parvest Sustainable Bond Euro  EAA Fund EUR Diversified Bond 0,76 C
Fondo BNPP Seicedole  EAA Fund EUR Diversified Bond - Short Term 0,10 C
Parvest Bond Euro Short Term EAA Fund EUR Diversified Bond - Short Term -0,10 C
Parvest Bond Euro Government  EAA Fund EUR Government Bond -0,17 B
BNL Assetto Comfort EAA Fund EUR Diversified Bond - Short Term -0,30 B
BNL Reddito Plus EAA Fund EUR Diversified Bond - Short Term -0,31 B
Fondo BNPP RendItalia 1 Anno  EAA Fund EUR Ultra Short-Term Bond -0,94 C
Parvest Equity Russia  EAA Fund Russia Equity -3,82 C

Fonte dati: Morningstar direct, al 31/12/2017

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente