BlackRock, moderato ottimismo per il 2020 e interesse per i fondi tematici


Un anno all’insegna di un moderato ottimismo. Questa la previsione per i prossimi mesi del chief investment strategist di BlackRock in Italia Bruno Rovelli formulata dal palco della conferenza “2020: temi, settori e sostenibilità”, in programma per l’edizione romana di ConsulenTia. I fantasmi della recessione e della fine del ciclo economico più lungo della storia recente sembrano svaniti. E secondo le analisi dello strategist non dovrebbero impaurire i mercati “neanche il prossimo anno”. “La fase di rallentamento dell’economia mondiale è stata intensa”, ammette Rovelli, ma il peggio sembra essere passato”. Anzi, “il miglioramento delle condizioni finanziarie”, spiega, per le politiche accomodanti delle banche centrali, “dovrebbe sostenere la crescita, seppur modesta per la mancanza di politiche fiscali, prolungando il ciclo”, afferma.  

Coronavirus e elezioni USA non fanno paura

Tuttavia, alcuni fattori di incertezza spaventano gli investitori, come riportato dalle domande del pubblico raccolte dal moderatore Luca Giorgi, head of wealth di Italia, Grecia e Malta. Il primo è il diffondersi del coronavirus in Cina. Secondo Rovelli l’epidemia non dovrebbe avere conseguenze sul lungo periodo: “l’esperienza storica ci dice che sui mercati questo tipo di eventi tendono ad esaurirsi in un periodo non superiore ai 3-4 mesi”, dichiara. L’altra fonte di incertezza sono le elezioni USA di novembre. I pronostici danno il presidente in carica Donald Trump vittorioso, senza sorprese per i mercati. “Oltre al vantaggio di non gareggiare da sfidante, il tasso di disoccupazione in discesa e l’andamento di Wall Street, i parametri più importanti con cui viene giudicato l’operato di un presidente, sono dalla sua parte”, osserva.   

Salute e tecnologia i temi su cui puntare

Ma alla luce di questo scenario, dove trovare valore sui mercati? “Ci aspettiamo che le azioni sovra-performino le obbligazioni e il credito i titoli governativi”, dichiara Rovelli. Per quanto riguarda l’azionario, lo strategist esprime preferenza per i mercati emergenti dove prevede utili in crescita, migliori che per le società USA. Per il credito punta su high yield e debito emergente (sia in valuta forte che locale) mentre l’investment grade e i governativi continuano ad essere penalizzati dai tassi bassi. A livello geografico “abbiamo preso esposizione sui governativi statunitensi e nel credito in Europa dove, al contrario, siamo cauti sui governativi, sia core che periferici”, precisa. “Interesse anche per i titoli legati all’inflazione negli Stati Uniti e nell’eurozona a copertura di potenziali, seppure modeste, sorprese al rialzo dell’inflazione”, conclude.

A prendere la parola è stato poi Evy Hambro, global head of thematic and sector investing, che ha illustrato i temi chiave per la costruzione dei portafogli. Uno su tutti la salute, dove BlackRock investe tramite il fondo BGF World Healthscience. “Il trend demografico di invecchiamento della popolazione, da cui è sostenuto, permette una crescita stabile”, sostiene l’esperto, “e per questo motivo può essere sfruttato anche in ottica difensiva”. Altro tema su cui puntare secondo Hambro, lo sviluppo tecnologico investendo sulla crescita di intelligenza artificiale, cluod computing, veicoli elettrici e l’internet delle cose tramite il fondo BGF World Technology. Il BGF Circular Economy, investe nella sostenibilità, in aziende con modelli di business che minimizzano gli sprechi. Infine per stabilizzare i portafogli Hambro ha presentato il BGF World Gold Fund che punta sulle società coinvolte nell’estrazione dell’oro, in un momento “particolarmente favorevole per il metallo prezioso, per i bassi tassi di interesse”, conclude. 

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 3 Siguiente