Bestetti (Hedge Invest): "La nostra missione è offrire l'eccellenza"


Da una parte puntano a strutturare velocemente fondi innovativi in aree di mercato che aprono nuove opportunità di rendimento, dall’altra offrono un servizio di post vendita capace di informare costantemente e tempestivamente. Sono queste le due chiavi di volta di Hedge Invest  SGR. “Rispetto ai più grandi asset manager siamo in grado di offrire strategie di nicchia, un contatto più stretto con il team di gestione che permette un contatto costante con chi prende le decisioni finali, e un supporto e una trasparenza dei prodotti offerti che definirei di elevato standing”, chiarisce subito Stefano Bestetti, director della boutique indipendente, specializzata nella creazione e gestione di prodotti di investimento alternativo.

Nata nel 2000 per iniziativa della famiglia Manuli, allo scopo di metterne inizialmente a frutto la pluriennale esperienza nel settore dei fondi hedge, la società si è poi progressivamente sviluppata, ampliando la sua offerta a fondi UCITS alternativi e fondi. Con oltre 1,3 miliardi di euro di AuM e un organico di 30 persone negli uffici di Milano e Londra, Hedge Invest è una delle realtà più dinamiche nel panorama europeo del risparmio alternativo e leader nel mercato di riferimento in Italia.

Sfide e progetti

Sulle sfide e i progetti che in questo momento la società sta portando avanti, è lo stesso Bestetti a spiegare qualcosa: “Siamo sempre alla ricerca di team validi per investire in asset class che ci piacciono o di nuove idee per offrire al meglio prodotti de-correlati. L’iniziativa di HI Distressed Opportunities Fund coniuga, per esempio, il lungo know how del team di gestione incaricato di amministrare il fondo con una visione molto positiva sulla nicchia degli NPL collegati a procedure concorsuali: siamo stati i primi in Italia a istituzionalizzare con un fondo di investimento alternativo l’acquisto di crediti collegato a fallimenti corporate".

"Il fondo HI Smart Portofolio, l’ultimo nato in casa Hedge Invest, coniuga invece, nel mondo liquido, l’alpha che i gestori della nostra Sicav irlandese sono in grado di generare con gli ETF Smart Beta di iShares in un portafoglio con liquidità giornaliera, costi molto contenuti ed elevata trasparenza”, dice il manager. La partnership, stretta poco più di un mese fa, tra una bouitique a gestione attiva e il colosso americano degli ETF ha infatti destato qualche stupore nel mondo dell’asset management. Il fondo è stato lanciato il 2 novembre ed ha dimostrato nei fatti come due strategie di gestione, solitamente percepite come distanti tra loro, possono essere integrate per offrire una risposta ad una parte di clientela.

In questo contesto è chiaro che “i nostri clienti – privati, istituzionali o private banker – comprano i nostri fondi solo se effettivamente offrono un buon rapporto rischio/rendimenti e se anche il servizio di post vendita è eccellente: non ci sono infatti incentivi derivanti da incroci azionari o altri rapporti a spingere la nostra raccolta. La nostra missione è pertanto offrire l’eccellenza”, conclude Bestetti.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 3 4 Siguiente