Tags: Business | Azionario |

Benvenuti in ATFund, la nuova casa dei fondi quotati


I fondi aperti quotati cambiano casa e lasciano il segmento su ETF Plus per trasferirsi in un Mtf (Multilateral Trading Facility) creato ad hoc. Borsa italiana ha, infatti, lanciato un mercato dedicato alla negoziazione dei fondi aperti, l'ATFund, il primo e unico mercato italiano dedicato ai fondi aperti Ucits, conforme alla normativa europea. Il nuovo mercato ATFund parte con 125 fondi, di 33 case di gestione.

Tutti i fondi presenti nel segmento di ETFplus dedicato ai fondi quotati alla chiusura del mercato di venerdì 28 settembre sono stati migrati in ATFund e sono già negoziabili sul nuovo Mtf. Gli intermediari aderenti ad ATFund dal 1° ottobre sono 16: Banca Akros, Banca Finnat Euramerica, Banca Imi, Banca Profilo, Banca Promos, Banca Sella Holding, Directa Sim, Equita Sim, FinecoBank  Finsud Sim, ICCREA Banca, Intermonte Sim, Invest Banca, IW Bank, Method Investments & Advisory LTD, Unicredit Bank (Milan Branch). La microstruttura del mercato prevede negoziazione in modalità d'asta con prezzo pari al NAV del giorno, la presenza obbligatoria di un operatore incaricato che si faccia carico di vendere o acquistare le quote non assorbite dagli intermediari, la gestione delle quote dematerializzate in monte titoli.

I primi fondi comuni aperti sono stati quotati nel 2015 sul segmento dedicato all'interno nel mercato regolamentato Etfplus. “La quotazione dei fondi rappresenta il completamento di un percorso che vede Borsa Italiana sempre più come l'hub di riferimento per la distribuzione di prodotti finanziari, conforme alle più recenti normative e accessibile a tutti gli investitori e nell'interesse più generale degli stakeholder dell'industria", ha commentato Pietro Poletto, global head Etf e fixed income markets di Lse group.

Società

Notizie correlate

L’in-accessibilità dei fondi quotati

Le banche non consentono l'accesso al listino ETFPlus. "È come costruire un centro commerciale e poi mettere il divieto di transito a tutte le strade che conducono al centro", commenta Michele De Michelis, CIO di Frame AM, in occasione dello sbarco oggi in Borsa del fondo Finlabo Dynamic Equity.

Anterior 1 2 Siguiente