Weldon (Artemis): "Manteniamo una forte esposizione ai titoli sensibili al ciclo economico"


Nonostante la fase avanzata del ciclo economico negli Stati Uniti, che è entrato nel nono anno di espansione, i tagli alle imposte voluti dal presidente Trump contribuiscono ad estenderlo e prolungarlo. È di quest’avviso Cormac Weldon, portfolio manager di Artemis e gestore del fondo con rating Consistente Artemis US Select. “Anche se riteniamo che i fondamentali siano solidi sia in termini economici che di utili aziendali, prevediamo che la volatilità rimarrà elevata a causa della forte performance conseguita dai mercati negli ultimi anni. La crescita degli utili si prospetta solida per il secondo anno consecutivo: il mercato attende una crescita di circa il 20% quest’anno, circa la metà del quale riconducibile alla riforma fiscale. Quindi, una selezione attenta dei titoli e la gestione attiva saranno forse ora più che mai essenziali”, afferma.

Posizionamento di portafoglio

Secondo il gestore, nel 2018 dovrebbe esserci maggior equilibrio sui mercati, con una predominanza meno netta dei titoli growth. “Il comparto è posizionato di conseguenza, con un’esposizione maggiore ai titoli sensibili al ciclo economico attraverso posizioni nei settori industriali e dei beni di consumo”, dice il gestore. Nel settore dei beni di consumo, il team di gestione cerca di individuare società meno vulnerabili all’amazonificazione dell’economia, come ad esempio la catena retail discount di Burlington. “Riteniamo che questo comparto possa essere meno penalizzato da Amazon e che anzi possa beneficiare dell’impatto che quest’ultimo ha sui department store. Essendo una catena di discount, Burlington può acquistare le scorte di merci invendute dai grandi magazzini a prezzi interessanti e può trarre vantaggio anche dal fatto che i marchi che vende sono restii a farsi pubblicità su internet a causa dei prezzi particolarmente bassi. Questi fattori vanno a sostegno del suo modello di business tradizionale ‘bricks-and-mortar’”, spiega Weldon.

La società ha mantenuto un’esposizione alle società industriali e aggiunto alcuni titoli bancari, che beneficiano del miglioramento della crescita economica e dell’aumento dei tassi di interesse. “L’inflazione e i tassi d’interesse aumenteranno, tuttavia prevediamo rialzi graduali di entrambi. La nostra esposizione varia dai principali istituti di credito nazionali quali Bank of America a Silicon Valley Bank, una piccola banca regionale che eroga finanziamenti alle start-up del settore tecnologico”, conclude.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente