Arezzi (Dimensional Fund Advisors): “Vogliamo aprirci alla consulenza indipendente in Italia”


Dimensional Fund Advisors è una casa d’investimento fondata nel 1981 con il lancio di una delle prime strategie azionarie small cap US. Qualche anno dopo, per rispondere alle esigenze della clientela, la società ha proposto al mercato la sua prima strategia obbligazionaria US che applicava la ricerca accademica in materia di informazioni ricavabili dalla term structure dei tassi tassi d’interesse.

Forte della sua presenza globale (13 uffici dislocati in Nord America, Europa, Asia e Australia) e di un solido team di oltre 1.400 dipendenti, l’entità gestisce attualmente 532 miliardi di euro (dati al 30 settembre 2019), offrendo una gamma completa di soluzioni d’investimento azionarie e obbligazionarie disponibili attraverso vari veicoli, fra cui fondi comuni US, mandati segregati, fondi UCITS, fondi canadesi e trust australiani.

Focus sulla consulenza

Il connubio tra Dimensional e consulenza risale al 1989, anno in cui l’entità ha iniziato a offrire le sue soluzioni d’investimento attraverso i consulenti indipendenti, e costituisce ad oggi una delle colonne portanti del suo business. “Vogliamo costruire solide relazioni con quei professionisti che condividono il nostro desiderio di perseguire il miglior obbiettivo per i loro clienti perché crediamo che la consulenza che metta al centro questi ultimi e crei valore scegliendo come accedere al mercato dei capitali sia una combinazione di successo per entrambe le parti”, commenta Michele Arezzi Boza, vice president, head of Southern European Business di Dimensional.  

L’investment manager che ha partecipato lo scorso ottobre al Fee Only organizzato da Consultique ha accolto con piacere l’entusiasmo che circonda il mercato della consulenza indipendente in Italia, sia da parte dei consulenti che delle case di gestione. “La maggior parte dei temi discussi in occasione dell’evento sono particolarmente rilevanti anche per i consulenti con cui già lavoriamo in altre parti del mondo”, sottolinea l’esperto che vede grandi opportunità per i consulenti italiani che vogliano offrire servizi di consulenza indipendente e di valore nel nostro Paese.

“Abbiamo stabilito diverse buone relazioni con clienti istituzionali e fund buyer che apprezzano e capiscono i vantaggi del nostro processo d’investimento. Stiamo avendo conversazioni molto costruttive con queste controparti e abbiamo fiducia che avremo successo in Italia come lo abbiamo avuto in altri principali mercati globali per gli asset manager”, sostiene Arezzi. “Al momento non lavoriamo con i consulenti indipendenti lungo lo Stivale ma stiamo valutando le modalità per poterlo fare”, rivela il vice president.

Servizi offerti

Come accennato in precedenza, la gamma di servizi offerta da Dimensional parte dalla componente investimenti e offre un range completo e diversificato di fondi azionari e obbligazionari. “Oltre a questo, collaboriamo con i consulenti in altre aree chiave come lo sviluppo del loro business e la comunicazione con la clientela, al fine di migliorare l’esperienza d’investimento del cliente nel suo complesso”, spiega Arezzi.

I consulenti che collaborano con l’entità, ad esempio, hanno accesso a una serie di documenti e idee che li aiutano a educare i propri clienti su alcuni principi chiave in materia d’investimenti, gestire le loro aspettative e far comprendere il valore della consulenza. “Inoltre, i professionisti che lavorano con noi sono invitati a partecipare al nostro sondaggio annuale denominato ‘benchmarking’ e ad assitere a sessioni di training e workshop concepiti per migliorare il servizio prestato ai clienti”, aggiunge l’esperto.

Filosofia d’investimento

“La filosofia d’investimento di Dimensional è basata su una rigorosa ricerca empirica e teoretica oltre che su quasi 40 anni di esperienza nell’implementazione di soluzioni d’investimento costruite per rispondere alle esigenze degli investitori globali”, spiega Arezzi. Sono tre i principi che, nello specifico, la caratterizzano:  

  • i prezzi dei titoli contengono informazioni importanti in materia di differenze sistematiche dei rendimenti attesi. La società utilizza queste informazioni per identificare le dimensioni dei rendimenti attesi (capitalizzazione, prezzo relativo e redditività nei mercati azionari e term e credit nei mercati obbligazionari) e implementare così le proprie strategie;
  • la diversificazione aiuta a ridurre l’incertezza, gestire il rischio e aumentare le probabilità di raggiungimento dell’obbiettivo della strategia. Inoltre, apporta valore dando flessibilità al portafoglio, che significa gestione e trading più efficaci;
  • investire implica definire il giusto equilibrio fra rischio e costi, da una parte, e rendimento atteso dall’altra. “Se identifichiamo e ci concentriamo su questo aspetto, possiamo apportare valore cercando di cogliere quotidianamente e in maniera efficace i premi, riducendo i costi derivanti dal turnover e implementando una strategia di trading flessibile che consenta un’esecuzione opportunistica e la minimizzazione dei costi”, conclude il vice president di Dimensional.
Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 Siguiente