Analisi Funds People 2019: fondi obbligazionari flessibili europei


Tratto dall'analisi mensile Funds People – Obbligazionario Flessibile europeo.

In una fase del mercato in cui le cedole con rendimenti interessanti tendono a diminuire, è fondamentale delegare la gestione della parte obbligazionaria del portafoglio a coloro che hanno dimostrato di sapersi adattare a ogni contesto di mercato.

Se dovessimo mostrare con un unico grafico il motivo per cui il reddito fisso domina ancora i portafogli degli investitori, mostreremmo quello con i flussi registrati dai fondi di investimento europei nei primi nove mesi dell’anno. Anche se in questo periodo i rendimenti più elevati sono stati osservati sui mercati azionari, le maggiori sottoscrizioni sono rimaste una prerogativa dei prodotti a reddito fisso. In particolare, secondo i dati di Morningstar Direct, i fondi obbligazionari europei (compresi gli ETF) hanno raccolto da inizio anno in Europa ben 75,983 miliardi di euro fino a settembre.

Le cause di questa “caccia” agli asset obbligazionari si possono ricondurre soprattutto alle politiche accomodanti introdotte in passato dalle maggiori Banche centrali. Oggi invece questo interesse è sostenuto, al contempo, dall'estensione della politica monetaria estremamente accomodante e dal timore che questo rallentamento economico, che ha cominciato a vedersi, si trasformi in una recessione, innescando la domanda di asset storicamente meno rischiosi come quelli obbligazionari, anche se molti di questi stanno già offrendo rendimenti negativi agli investitori. Dopo tutto, come spiega Chris Iggo, CIO dell’obbligazionario presso Axa IM, "Le persone hanno bisogno di obbligazioni e l’offerta non è sufficiente. Il fatto che l’universo obbligazionario con rendimenti positivi sia molto limitato comporta un cambiamento in termini di domanda potenziale per il reddito fisso. E perché la gente vuole il reddito fisso? Perché c'è bisogno di reddito e diversificazione."

Tuttavia reperire le opportunità ancora presenti sul mercato è diventato un compito sempre più arduo che ha reso necessario disporre, durante la costruzione del portafoglio, di una flessibilità adeguata per riuscire a trovare quegli 'aghi nel pagliaio' che nascondono il reddito fisso ma limitano, al contempo, il rischio crescente che presenta questo universo, a cui sempre più frequentemente si associa la tesi della cosiddetta bolla. In definitiva, come illustra Neil Dwane, capo economista di Allianz GI, “le politiche quantitative e i tassi di interesse allo 0% hanno costretto gli investitori ad assumersi un rischio sempre maggiore per ottenere rendimenti, oltre a creare una vera e propria inarrestabile caccia al reddito”.

Al fine di mantenere sotto controllo questo rapporto rischio/rendimento, nell’ultimo periodo gli otto fondi obbligazionari flessibili, selezionati dal team di analisti di Funds People e con il Marchio Funds People 2019, hanno optato in linea generale per sottoponderare nei propri portafogli i titoli di Stato dei Paesi principali in modo da aumentare l’esposizione al debito dei Paesi periferici, che vantano rendimenti positivi ancora su molte scadenze, e soprattutto verso i segmenti meno rischiosi del debito corporate, che potrebbero essere i prossimi beneficiari delle politiche che la BCE dovrebbe attuare a breve termine. Inoltre, molti di questi fondi incorporano fonti di rendimento alternative come le valute o l'uso dei derivati, a ulteriore dimostrazione della flessibilità dei portafogli.

Non è un caso che questa flessibilità sia di per sé una fonte di rendimento particolarmente remunerativa per il portafoglio; una dimostrazione di quanto sia importante la selezione del fondo quando si tratta di includere il reddito fisso nel portafoglio si vede nelle differenze di rendimento esistenti tra i migliori e i peggiori fondi obbligazionari in euro perché nel 2019 il divario tra il più e il meno redditizio di questo gruppo è di 20 punti percentuali, quando la differenza media a dieci anni è di soli 6 punti percentuali.

Offerta con marchio Funds People

Fondi Società  Categoria Morningstar Marchio Funds People in Italia
BGF Euro Bond BlackRock EAA Fund EUR Diversified Bond C
BlueBay Investment Grade Euro Aggregate Bond Fund BlueBay AM EAA Fund EUR Diversified Bond C
Edmond de Rothschild Fund - Bond Allocation Edmond De Rothschild AM EAA Fund EUR Flexible Bond B
PIMCO GIS Euro Bond PIMCO EAA Fund EUR Diversified Bond C
Nordea 1 - European Cross Credit Fund Nordea AM EAA Fund EUR Flexible Bond C
Invesco Euro Bond  Invesco EAA Fund EUR Diversified Bond C
Capital Group Euro Bond Capital Group EAA Fund EUR Diversified Bond C
Evli Nordic Corporate Bond  Evli EAA Fund EUR Flexible Bond C

(*) Criteri di selezione: Fondi con Marchio Funds People 2019 della categoria Morningstar obbligazionario flessibile e diversificato europeo. 

BGF Euro Bond: Senza paura di una recessione imminente

L’obiettivo di questo fondo gestito da BlackRock non è solo quello di identificare opportunità di investimento (continua a leggere...)

BlueBay Investment Grade Euro Aggregate Bond Fund: Massimizzare il rendimento in contesti in evoluzione

Sono davvero pochi i fondi obbligazionari che riescono a superare la barriera del 10% in un anno, questo prodotto è fra questi (continua a leggere...)

Edmond de Rothschild Fund - Bond Allocation: La flessibilità elevata al cubo

La caratteristica distintiva di questo fondo di Edmond de Rothschild AM gestito da Benjamin Melman è sicuramente la sua elevata flessibilità (continua a leggere...)

PIMCO GIS Euro Bond​: La dimostrazione del fatto che si può essere conservatori e innovativi

Gestito da Lorenzo Pagani, Andrew Balls e Andrew Bosomworth, il fondo ha uno stile di investimento che i gestori come “coerente con la nostra view (continua a leggere...

Nordea 1 - European Cross Credit Fund​: Elevata convinzione applicata al mercato obbligazionario

La flessibilità che caratterizza questo fondo al momento di investire nell’esteso universo obbligazionario (continua a leggere...)

Invesco Euro Bond: Anche la valuta riveste un ruolo importante

La gestione attiva del reddito fisso è diventata una necessità assoluta con il continuo aumento della volatilità in un mercato estremamente sensibile alle decisioni assunte dalle Banche centrali su entrambe le sponde dell’Atlantico. (Continua a leggere...)

Capital Group Euro Bond: Un approccio conservativo per diversificare e migliorare le performance

Gestito da Thomas Hogh con il supporto di altre cinque persone, questo fondo riesce a superare il relativo indice di riferimento non solo nel lungo periodo (continua a leggere...)

Evli Nordic Corporate Bond: Un portafoglio concentrato su obbligazioni corporate dei Paesi nordici

Le obbligazioni corporate sono diventate negli ultimi mesi una delle soluzioni preferite dagli investitori obbligazionari che cercano di ottenere cedole interessanti (continua a leggere...)

Professionisti
Società

Notizie correlate