Amundi ETF, la risposta a chi vuole entrare nel mercato obbligazionario


“Siamo un asset manager di rilievo in ambito fixed income”, così esordisce Ilaria Pisani, head of Asset Management Clients ETF, Indexing & Smart Beta di Amundi SGR nel spiegare che circa il 50% delle masse gestite dalla casa di investimento francese sono focalizzate sull’asset class obbligazionaria, cioè circa 720 miliardi di euro. Un dato importante, che sottolinea l’expertise e la specializzazione della società sul mercato dei bond, che l’hanno resa leader in Europa per quanto riguarda le soluzioni fixed income. Ciò che la contraddistingue è la capacità di offrire ai clienti prodotti sia off the shelf che tailor made che possano coprire tutti i segmenti dei mercati obbligazionari in risposta alle loro esigenze.

L’outlook strategico del gruppo suggerisce di puntare sui corporate bond europei. I fattori tecnici che favoriscono questa asset class non mancano, primo fra tutti la nuova ondata di acquisti annunciata dalla BCE, che avrà un impatto positivo sui flussi e intensificherà quindi la caccia ai rendimenti. Tuttavia le condizioni di liquidità restano da monitorare. Amundi ETF propone una serie di  prodotti specifici per rispondere alle esigenze di allocazione dei propri clienti, tra cui l’Amundi BBB Euro Corporate IG UCITS ETF  e l’Amundi Prime Euro Corporates UCITS ETF DR.

Nel primo caso la strategia punta a replicare nel modo più fedele possibile la performance dell'indice Markit iBoxx EUR Liquid Corporates BBB Top 60, sia al rialzo come al ribasso. Si tratta di un’esposizione ad obbligazioni senior o subordinate, denominate in euro, con rating BBB di società leader e molto liquide. È la risposta a chi cerca rendimenti positivi in un contesto di tassi vicini allo zero, pur rimanendo in ambito investment grade. “La ricerca di rendimento ha supportato in Europa i titoli BBB e high yield, che rappresentano oggi le principali fonti di performance ancora superiori all’1% ”, commenta Ilaria Pisani.

amundi

Fonte: Bloomberg, Amundi Research.

L’Amundi Prime Euro Corporates UCITS ETF DR invece replica l’indice Solactive Euro IG Corporate. Si tratta di un’esposizione strettamente correlata ad altri indici mainstram, con il vantaggio di essere offerta ad un prezzo decisamente interessante: solo 0,05% di spese correnti. Questo è solo uno dei 10 ETF che compongono la gamma Amundi Prime, la più competitiva in Europa in termini di costi, lanciata sul mercato a marzo 2019 e che ha già superato i 900 milioni di asset in gestione. Questo successo dimostra la capacità di questa soluzione di rispondere alle esigenze degli investitori che sono alla ricerca di prodotti di investimento competitivi sui costi, in un contesto in cui accedere a rendimenti soddisfacenti è sempre più difficile. La gamma Amundi Prime è a replica física e tutti gli ETF che la compongono escludono i produttori di armi controverse:  “aggiungendo al processo di investimento filtri attinenti ai criteri di sostenibilità, che sono una proxy di qualità, riusciamo a rispondere ad ulteriori esigenze della nostra clientela”, conclude l’esperta.

Professionisti
Società

Notizie correlate

Anterior 1 2 3 Siguiente