Tags: Business | SRI |

Allianz GI converte la sua gamma multi-asset in strategie SRI


Allianz GI, una dei principali asset manager attivi a livello mondiale, ha ampliato l’offerta di soluzioni di investimento sostenibili riposizionando la propria gamma core multi-asset fra le strategie di investimento SRI (Investimenti Sostenibili e Responsabili). I tre fondi della sicav di diritto lussemburghese Allianz Global Investors Fund, Allianz Dynamic Multi Asset Strategy 15, 50 e 75, mantengono le rispettive caratteristiche in termini di asset allocation strategica, processo di investimento, esposizione geografica e gestione del rischio, ma sono ora gestiti secondo l’approccio SRI di AllianzGI, con l’applicazione dei criteri minimi di esclusione basati sui principi SRI e di un filtro ‘best-in-class’.

Marcus Stahlhacke, head of Retail Active Allocation presso AllianzGI, rimane responsabile della gestione dei fondi, che vantano un volume complessivo di 2,2 miliardi di euro. Dopo la conversione, effettiva dal 23 dicembre 2019, la denominazione dei fondi è stata modificata rispettivamente in Allianz Dynamic Multi Asset Strategy SRI 15, 50 e 75.

Beatrix Anton-Grönemeyer, Chief Sustainability Officer di AllianzGI, dichiara: “Siamo tra i principali gestori attivi nell’ambito del multi asset. Abbiamo voluto dar seguito ai feedback dei nostri clienti ampliando ulteriormente l’offerta SRI nelle gestioni multi asset in modo credibile e solido, consentendo al contempo l’accesso ad un ampio universo di investimento che abbraccia diversi mercati.”

Thomas Linker, Country Head per l’Italia presso AllianzGI, commenta: “Dato che la gamma di fondi DMAS vantava un solido track record nei diversi canali di distribuzione, la conversione della strategia è stata un passaggio logico nell’evoluzione della nostra offerta SRI. Sono convinto che questa decisione sia una testimonianza importante presso la clientela e i partner di distribuzione del nostro impegno negli investimenti sostenibili.”

Il portafoglio core dei fondi DMAS prevede un’allocazione variabile in azioni globali (asset allocation azionaria strategica rispettivamente del 15%, 50% e 75%) e obbligazioni euro. Sarà gestito secondo l’approccio SRI di AllianzGI e soggetto ai criteri minimi di esclusione in base ai principi SRI e a un filtro ‘best-in-class’, al fine di perseguire una qualità superiore del portafoglio sotto il profilo ESG. Al portafoglio core si aggiungono gli investimenti satellite, ad esempio nei mercati emergenti azionari e obbligazionari, nelle emissioni high yield, nel private equity, nei REIT e in asset class alternative, che insieme possono rappresentare sino al 40% del totale. Un massimo del 20% del portafoglio potrebbe non rispondere ai criteri SRI nel caso in cui non fossero disponibili adeguati veicoli di investimento SRI. In ogni caso, la politica di gestione punta a selezionare soluzioni SRI anche per gli investimenti satellite ogniqualvolta disponibili e idonei.

Professionisti
Società

Notizie correlate