Tags: Business | ETF |

Agosto in rosso per il mercato degli ETF globale ed europeo


Stando a quanto riportato da Amundi nel report  mensile sui flussi del mercato degli ETF, il mese di agosto è stato caratterizzato da deflussi consistenti a livello globale.

Mercato globale

Gli ETF azionari hanno sofferto maggiormente, con oltre 27,6 miliardi di euro di deflussi a livello globale. Tali flussi in uscita sono stati trainati principalmente dalle azioni dei mercati emergenti che hanno registrato -12,7 miliardi di euro, seguite dalle esposizioni settoriali e smart beta con quasi -5 miliardi di euro. Le azioni giapponesi sono state l’unica esposizione a rimanere in territorio positivo con oltre 3,5 miliardi di euro di nuovi attivi netti.

Sul fronte del reddito fisso, i flussi sono rimasti positivi, con una raccolta di quasi 17 miliardi di euro. All'interno dell'asset class, questo mese gli investitori hanno continuato a privilegiare le obbligazioni governative con oltre 9 miliardi di euro e l'attenzione è tornata anche per le obbligazioni aggregate che hanno raccolto 7,5 miliardi di euro di nuove attività nette. Gli ETF sulle obbligazioni societarie hanno tuttavia perso il primo posto della classifica, guadagnato lo scorso mese, registrando ad agosto deflussi pari a -470 milioni di euro.

Mercato europeo

In Europa ad agosto si sono registrati flussi netti complessivi pari a -8,7 miliardi di euro, -11,7 miliardi sul marcato azionario e +2,9 miliardi su quello fixed income.

  • Le esposizioni SRI hanno mantenuto una posizione positiva durante il mese di agosto, anche se ad un livello inferiore rispetto allo scorso mese, con 856 milioni di euro di nuove attività nette.
  • Anche le esposizioni smart beta hanno registrato flussi positivi,188 milioni di euro, principalmente sui fattori difensivi con il minimun volatility che è rimasto il fattore privilegiato dagli investitori, raccogliendo quasi 500 milioni di euro.
  • Le esposizioni azionarie regionali hanno registrato deflussi per oltre 9,6 miliardi di euro (i maggiori deflussi sono stati registrati dalle azioni mondiali, seguite dalle azioni dell'Eurozona e dei mercati emergenti).
  • Guardando alle esposizioni settoriali e tematiche osserviamo flussi positivi per le esposizioni di materiali (+207 milioni di euro) e per gli ETF tematici AI & Robotics (+120 milioni di euro).
  • Gli ETF sul reddito fisso hanno continuato a beneficiare di flussi in entrata, anche se a un livello inferiore rispetto al mese scorso.
  • L’universo corporate è stato il più apprezzato dagli investitori con 1,7 miliardi di euro di afflussi. L'esposizione preferita è stata quella ai titoli statunitensi, che hanno raccolto 725 milioni di euro di nuovi attivi netti.
  • Per quanto riguarda il debito, gli investitori si sono rivolti alle esposizioni ampie dell'Eurozona, che hanno assorbito gran parte dei flussi del segmento del reddito fisso, catturando oltre 1 miliardo di euro di nuovi attivi netti.
  • I prodotti esposti all’oro hanno attirato l'attenzione degli investitori in Europa e hanno raccolto quasi 250 milioni di euro di nuove attività nette ad agosto, contro i 36 milioni di euro di flussi registrati a luglio.

Captura_de_pantalla_2019-09-09_a_las_12

Fonte: Amundi ETF

 

 

 

 

 

 

 

Società

Notizie correlate

ETF attivi flop o possibile rinascita?

Gli ETF attivi sembrano non godere ancora del favore degli investitori. A fine aprile, infatti, rappresentavano solo l’1% del totale delle masse gestite in Europa in prodotti indicizzati, secondo i dati di ETFGI. Tratto dalla rivista numero 30 Funds People - sezione ETF.

Anterior 1 2 Siguiente