Tags: ETF |

VanEck sbarca a Piazza Affari


Quattro nuovi ETF su Borsa Italiana. Ad entrare nel segmento ETFplus di Piazza Affari è VanEck Investments, la casa d'investimento newyorchese, costituita da oltre 70 fondi che coprono un vasto insieme di settori, asset class e mercati. Con un patrimonio di circa 42.5 miliardi di dollari, compresi fondi comuni d'investimento, ETF e conti di investitori istituzionali, la società lancia quattro VanEck Vectors UCITS ETF, tra questi anche il VanEck Vectors J.P. Morgan EM Local Currency Bond UCITS ETF, recentemente lanciato da VanEck e registrato in Italia assieme ad altri tre fondi: il VanEck Vectors Gold Miners UCITS ETF, il VanEck Vectors Junior Gold Miners UCITS ETF ed infine il VanEck Vectors Morningstar US Wide Moat UCITS ETF.

Come già anticipato lo scorso novembre, con la registrazione dei fondi per gli investitiori italiani ed austriaci, la società mira ad espandersi sul merctao europeo degli ETF. "Negli ultimi anni Borsa Italiana ha visto una crescita significativa degli scambi medi di ETF su base giornaliera. Con la nostra quotazione rispondiamo all'esigenza degli investitori di accedere alle contrattazioni sul mercato domestico,” dice Philipp Schlegel, international business development di VanEck. Il debutto "segna inoltre un passo ulteriore sulla via dell'ampliamento della distribuzione della gamma dei nostri UCITS ETF in Europa ed oltre”, aggiunge il manager. 

Per Silvia Bosoni, responsabile ETF, ETP e fondi aperti di Borsa Italiana si tratta di "un emittente innovativo", per cui "la scelta di rendere accessibili sul mercato ETFplus di Borsa Italiana i propri prodotti conferma l’importanza strategica del mercato italiano che dimostra di apprezzare ETF progettati in maniera efficiente. La costante crescita di volumi e di masse gestite è riprova dell’appetito degli investitori per i prodotti disponibili nel mercato italiano che siamo sicuri continuerà stabilmente a crescere nel futuro”.

I quattro fondi passivi quotati in Borsa

Il VanEck Vectors J.P. Morgan EM Local Currency Bond UCITS ETF (EMLC) consente agli investitori di sfruttare la crescita dei mercati emergenti, che tendono a generare rendimenti superiori rispetto a quelli sviluppati e presentano un potenziale di apprezzamento valutario. Le obbligazioni dei mercati emergenti denominate in valuta locale tendono infatti ad avere una minore correlazione con il dollaro statunitense, favorendo la diversificazione del portafoglio.

Il VanEck Vectors Gold Miners UCITS ETF ed il VanEck Vectors Junior Gold Miners UCITS ETF permettono di accedere al mercato aureo globale. Il primo in particolare copre un ampio portafoglio di società minerarie internazionali a grande, media e piccola capitalizzazione. Per masse gestite, è attualmente (al 22 maggio 2017) al terzo posto tra gli UCITS ETF del settore minerario in Europa. Il secondo prodotto investe invece in società minerarie a capitalizzazione di livello micro, piccolo e medio, le cosiddette “junior”, poiché si trovano in una fase esplorativa o iniziale dell'attività estrattiva.

Il VanEck Vectors Morningstar US Wide Moat UCITS ETF è il primo ETF in Europa ad offrire l’esposizione alle società statunitensi con il più alto giudizio (wide), nel Morningstar Economic Moat Rating. L'indice sottostante, sviluppato da Morningstar, è basato sul concetto degli “economic moats”, ovvero vantaggi competitivi strutturali di lunga durata, che garantiscono alla società una robusta protezione dagli attacchi della concorrenza. L'indice Morningstar Wide Moat Focus ha infatti sovraperformato rispetto al mercato azionario americano nel suo complesso fin dalla sua costituzione.

Professionisti
Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi