Unicredit, a breve si decide se vendere UCCMB


UniCredit Credit Management Bank (UCCMB), società controllata dal gruppo Unicredit leader nel settore della gestione dei crediti non performanti, potrebbe essere venduta a giorni. Lo ha fatto sapere l’ad del gruppo di Piazza Gae Aulenti Federico Ghizzoni, durante un incontro con la stampa estera, confermando anche il target di utile netto sul 2014 a 2 miliardi di euro. “A metà ottobre decideremo se andare avanti con un compratore o fermare tutto. Siamo alle battute finali”, ha detto Ghizzoni in merito alla vendita della società del gruppo. La banca, intanto, sta puntando fuori dai confini europei. Il manager ha fatto sapere che non sta valutando altre vendite di asset dopo Pioneer Investments, Finecobank e Uccmb mentre potrebbe rafforzare la sua presenza in Medio Oriente, Asia, Sud America non tanto attraverso acquisizioni quanto con l’apertura di nuove sedi, sportelli o mediante alleanze con istituti locali.

Ghizzoni inoltre fa sapere di non sentire minacce di tipo sistemico dai prossimi risultati degli esercizi europei sui bilanci bancari (vedi stress test e AQR), mentre sul settore inevitabilmente si assisterà a processi di consolidamento a causa della bassa redditività. Ma Unicredit non si dice interessata ad acquisizioni sul mercato domestico. A questo punto, sull’esito potenziale dell’operazione, molto dipenderà anche dal prezzo offerto. 

Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi