Tags: Alternativi |

SocGen quota a Milano un certificato sulle aziende di pharma e biotech


Nel 2016 molte delle scommesse guardano ai settori del pharma e del biotech, soprattutto verso gli Stati Uniti dove ci sono molti brevetti in scadenza e deve il target di fusioni e acquisizioni (M&A) sarà molto forte. Così, da ieri,16 luglio, Société Générale, banca leader nel mercato degli strumenti quotati, porta sul SeDeX il primo certificato che offre un’esposizione a una selezione, a livello globale, di azioni dei settori pharma & biotech che si ritiene possano essere coinvolte in operazioni di M&A con altre società. Si chiama SG Certificate e permette di investire in settori che stanno beneficiando di trend di lungo periodo a livello globale (cambiamenti demografici, miglioramento delle condizioni medie di vita e del benessere generale, aumento della classe media) ma, al suo interno, seleziona i titoli di società che potrebbero essere target in operazioni di fusione e acquisizione e che potrebbero in tal caso incrementare il prezzo dei propri titoli, offrendo quindi un secondo motore di performance.

Il certificato replica il Solactive Pharma & Biotech Opportunity Index, composto dalle 30 società con la più alta crescita media delle vendite negli ultimi 3 anni e un market to book value positivo, ma al di sotto della media di mercato. A questi due criteri, che rendono le società appetibili per operazioni di M&A, se ne aggiungono altri due: una capitalizzazione di mercato tra 2 e 20 miliardi di dollari e una buona liquidità, con scambi medi giornalieri non inferiori ai 5 milioni di dollari negli ultimi tre mesi. All’interno dell’indice, che viene rivisto trimestralmente, i titoli sono tutti equiponderati. Marcello Chelli, co-head Distribution di Societe Generale in Italia, afferma: “la peculiarità di questo strumento risiede nel suo doppio motore di performance: da una parte l’esposizione a società appartenenti a settori molto promettenti e dall’altro la ricerca di titoli potenzialmente oggetto di operazioni di fusione e acquisizione che potrebbero incrementarne il prezzo. Quindi a un approccio di investimento di lungo termine si somma un approccio tattico di breve/medio termine”. Il certificato è disponibile su Borsa Italiana e ha scadenza 22 dicembre 2017. La liquidità del certificato è fornita dall’attività di market making di Société Générale.

Professionisti
Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi