Tags: Alternativi | ETF | Azionario |

Sbarca a Piazza Affari il Lyxor Ucits Etf Ftse Italia Mid Cap


Si continua a scommettere sull’Italia e sulle piccole e medie imprese. A chiederlo sono in primis gli investitori, tanto che Lyxor ha deciso di prendere la scommessa e di arrivare per primo in un mercato, quello italiano degli Etf, che vede il retail in prima linea. Cosi, da domani sul mercato di Borsa Italiana ci sarà il primo Etf sulle società Mid Cap italiane. “Lo strumento è unico nel suo genere: è in assoluto il primo Etf che permette di investire sulle società italiane a media capitalizzazione.

Si espone ai 60 titoli quotati sulla Borsa Italiana a maggiore capitalizzazione dopo i 40 titoli che compongono l'indice Ftse Mib. Il nuovo nato e quello tradizionale sono complementari in termini di azioni, in quanto non hanno sovrapposizioni di titoli: acquistandoli entrambi, pertanto, si prende posizione in modo diversificato, efficiente ed economico sulle 100 società (60 + 40) più capitalizzate di Piazza Affari”, commenta Marcello Chelli, referente per i Lyxor ETF in Italia. E precisa: “per la prima volta gli investitori possono esporsi in maniera semplice alle società italiane a media capitalizzazione mitigando, al contempo, il fisiologico problema della loro limitata liquidità”.

Rispetto all’indice FTSE MIB, l’indice Ftse Italia Mid Cap ha un'esposizione molto più contenuta verso le banche e risulta quindi più legato all’economia reale. Brembo, Brunello Cucinelli, Geox, Moleskine, Piaggio, Poltrona Frau, Recordati, Safilo sono solo alcuni esempi. I due Etf sono perciò complementari anche in termini settoriali: nel Ftse Mib c’è una predominanza di banche (28,71%), oil & gas (16,88%) e utility (16,33%), mentre i settori più rappresentati nel Ftse Italia Mid Cap sono industrial goods and service (16,11%), banche (ma con un peso molto inferiore, 11,52%) e health care (11,05%). In un confronto sull’andamento dei due indici, il Ftse Italia Mid Cap ha registrato performance più elevate dell’altro a 1, 3 e 5 anni a fronte di una volatilità più contenuta. Ma questo potrebbe essere eccezionale. Si dovranno infatti vedere i prossimi mesi.

Il nuovo Etf ha un Ter annuo dello 0,50%, prevede la distribuzione dei dividendi ed è armonizzato Ucits IV. Così salgono a cinque gli strumenti della gamma di Lyxor Etf sull’Italia che, a fine aprile, contava su un patrimonio di 1,6 miliardi di euro  ed era composto dal Lyxor Etf Ucits Ftse Mib e dai tre Lyxor Etf sul Ftse Mib con leva +2x, -1x e -2x. “L’interesse per questo tipo di prodotti da parte della clientela retail italiana è alto. Il nuovo Etf emesso da Lyxor va ad accrescere ulteriormente una gamma già ampia sugli indici azionari italiani”, precisa Pietro Poletto, responsabile exchange traded products del London Stock Exchange Group. E conclude: “diventano così 13 gli Etf quotati su ETFplus tramite i quali prendere esposizione verso il mercato italiano”.

 

Altre notizie correlate


Prossimi eventi