Tags: Business |

Quando è il momento di vendere il proprio fondo?


Per molti investitori, la decisione di vendere un fondo di solito è legata al suo basso rendimento. Ma questo non è l'unico criterio seguito. Infatti c'è chi preferisce prendere in considerazioni i fondamentali di un fondo: un cambio di gestore, un cambio di strategia o un problema di governance e di allineamento di interessi con gli altri sottoscrittori. Secondo Chistine Benz, direttore di Finanza Personale di Morningstar, che ha raccolto i commenti che vari investitori hanno lasciato sul forum di discussione del sito di www.morningstar.com, la performance passata è il motivo che ricorre di più.

I rendimenti passati continuano ad essere, senza dubbio, un criterio a cui prestare attenzione: "se un fondo non appare nel primo terzo della sua categoria per due o tre anni, è il momento di sbarazzarsene", dice un investitore. "Il rendimento al di sotto della media di un fondo o di un ETF rispetto alla sua categoria è spesso un segno di avvertimento ", dice un altro. "Cerco di scoprire i motivi della minore redditività e di vedere se non c'è nessun rischio aggiuntivo". "Il momento peggiore per vendere un fondo è solo dopo un periodo di bassi rendimenti in un mercato ribassista. Se la storia non è cambiata, è proprio quello il momento di comprare di più ", crede un investitore. 

Dopo la valutazione della redditività, c'è l'effetto dei fondamentali del fondo, vale a dire la sua strategia e il team di gestione. L'attrattiva di alcuni fondi è legata proprio alla longevità del management, che secondo alcuni è un fattore di stabilità, e di conseguenza un elemento positivo da prendere in considerazione. Allo stesso modo, ogni cambiamento inaspettato in questo senso è un segnale di avvertimento, ma non significa necessariamente che l'investitore debba vendere il fondo. L'uscita di un super gestore appare spesso come una cattiva notizia, ma se questo manager è stato supportato da un team competente per lungo tempo, può anche essere l'occasione per rafforzare il fondo.

Anche i cambiamenti nella strategia di investimento possono indurre alcuni investitori ad uscire da un fondo. Ma separarsi da un fondo che ha funzionato bene a volte può essere difficile. "Si tratta del limite psicologico di un investitore  che può arrivare ad 'innamorarsi' di un fondo o di un titolo che ha in portafoglio", spiega Christina Benz. Co il tempo, si costruisce una conoscenza d sempre più dettagliata del fondo e può diventare difficile separarsi da un prodotto che  si conosce bene per cercare alternative.

"Un altro motivo per la vendita di un fondo può essere semplicemente collegato ad una strategia inadeguata per gli obiettivi degli investitori o perchè il fondo in questione ha molto peso in relazione alla distribuzione degli asset richiesta dall'investitore", conclude l'esperta di Morningstar.

Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi