Tags: Consulenza |

Quando le idee di investimento prese in crowdsourcing potenziano i rendimenti


Social network, tecnologia, big data, piattaforme digitali: strumenti pensati per intercettare i bisogni e le esigenze d’investimento non solo dei Millennials. Per quest'ultime si calcola un giro d'affari che in 10 anni potrebbe raggiungere i 5 trilioni di dollari secondo uno studio di Citi. Tecnologia e condivisione sui social sembrano essere il nuovo trend che consente a tutti di arrivare alle informazioni e alle idee migliori di investimento senza barriere. E a confermare che dare ascolto al buzz sulla rete rende è uno studio del Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston secondo cui le idee di investimento prese in crowdsourcing potenziano i rendimenti. Nell’analisi il MIT ha messo a confronto la performance ottenuta da 500 operatori finanziari che avevano a disposizione 20 dollari: chi investiva secondo le raccomandazioni selezionate da un algoritmo progettato per ottimizzare che teneva conto il flusso di informazioni all’interno della rete ha avuto un guadagno medio superiore del 10% rispetto a chi ha investito con il fai-da-te e del 4% rispetto a chi ha seguito le raccomandazioni dei guru.

Ma non tutti sanno autonomamente interpretare e usare al meglio queste idee. La consulenza e la selezione della giusta soluzione di investimento da mettere in portafoglio alla fine fanno la differenza. La tecnologia può dare una mano nella selezione e per questa ragione le piattaforme online che tramite sofisticati algoritmi gestiscono i portafogli automatizzati per gli investitori stanno incontrando sempre di più il favore degli investitori. I grandi gestori lo hanno capito e hanno lanciato o stanno lanciando nuovi servizi di consulenza robotizzata. 

Online SIM, società d’intermediazione mobiliare leader di mercato in Italia nel collocamento di fondi online che fa capo al Gruppo Ersel, ha lanciato Robo Boxla prima piattaforma in Italia di robo advisor, che nasce con l’obiettivo di offrire un’ampia selezione di diversi robo advisor per consentire ai clienti di scegliere il servizio più adatto alle proprie esigenze: un posizionamento unico per il mercato italiano, che fino ad ora ha visto realtà che propongono esclusivamente il proprio servizio.

Fundstore.it, piattaforma web di fondi comuni e sicav di Banca Ifigest, insieme alla società fintech indipendente AdviseOnly, specialista nei servizi di costruzione dei portafogli, ha lanciato un nuovo servizio di consulenza gratuito che permette a qualsiasi investitore retail di costruirsi la sua asset allocation e, eventualmente, acquistare direttamente i fondi che compongono il portafoglio. L’idea, insomma, è quella di offire soluzioni di investimento lineari e realizzate da professionisti del settore. L’obiettivo? Costruire il proprio patrimonio nel modo più coerente possibile rispetto all’obiettivo da raggiungere.

E c'è anche MoneyFarm, che opera in Italia dal 2012 offrendo un servizio di consulenza finanziaria online. Hanno dato vita a un modello di business che permette a chiunque di investire i propri soldi con una consulenza personalizzata basata sul profilo di investitore e obiettivo d’investimento. Il tutto avviene grazie a un metodo legato alla diversficazione che, tra le altre cose, garantisce l’ottimizzazione delle performance nel tempo e una massima trasparenza sui processi.

E ancora SoldiExpert SCF, società di consulenza finanziaria indipendente, che ha iniziato a lanciare i primi portafogli basati su algoritmi nel 2001 e la cui offerta comprende oggi portafogli e servizi di consulenza anche su algoritmi, su un ampio spettro di strumenti: azioni italiane ed europee, ETF ma anche fondi e sicav. La società ha inaugurato  inaugura sul proprio sito 'Donne e Investimenti', la sezione interamente dedicata all’universo femminile con i consigli per gestire al meglio le proprie finanze. 

BPM, tramite il servizio Webank, offre un’ampia gamma di prodotti e servizi: operatività completa di banking, piattaforme e App di trading con accesso ai principali mercati mondiali cash e derivati, prodotti di credito (mutui e prestiti) e assicurativi, consulenza presso la rete BPM. Una gamma completa, fruibile da qualsiasi device, che consente oggi al cliente di utilizzare Webank come banca di riferimento.

 

Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi