Tags: Stile |

Prospettive sul petrolio: quando arte e macroeconomia si incontrano


Partire da prospettive opposte per raccontare un unico soggetto, il petrolio, nella convinzione che l’incontro tra due discipline così lontane e diverse come l’arte e l’analisi macroeconomica sia uno straordinario motore di crescita e arricchimento.

È stato l’obiettivo di “Prospettive sul Petrolio”, l’incontro organizzato nell’ambito del progetto “Prospettive” di Tosetti Value per l’arte, sezione di cui il Family Office si serve per mantenere vivo il suo sguardo sulla cultura e sull’arte, in sinergia con la propria natura economico-finanziaria. L’evento, tenutosi lo scorso 28 giugno 2016 a Torino, ha preso spunto dalla mostra* dell’artista Edward Burtynsky dal titolo “Where do we stand” sul percorso che fa l’oro nero dall’estrazione alla raffinazione, fino alla fine del suo ciclo.

L’artista, in collegamento dal Canada, ha raccontato le motivazioni e il metodo che da quasi trent’anni guidano il suo lavoro nella documentazione di un paesaggio in continua trasformazione al servizio dell’uomo e dove la sua presenza è fortemente tangibile. La sua azione invasiva marchia il paesaggio con segni evidenti che sembrano quasi cicatrici e che negli scatti di Burtynsky rivelano tuttavia un’incredibile bellezza.

L’intervento dell’autore si è intrecciato con quelli di Francesca Lavazza, collezionista ed esperta di arte, Edoardo Garrone, presidente del gruppo ERG, l’azienda che opera nel settore dell’energia, e Dario Tosetti, presidente e amministratore delegato di Tosetti Value SIM. C’è un filo che unisce l’azione del fotografo che si serve di immagini e il lavoro che Tosetti Value compie attraverso la sintesi dei numeri per conservare e incrementare patrimoni: “Passione, continuità e profondità di analisi sono comuni agli artisti e al Family office. Entrambi muovono dall’analisi macro per raggiungere i propri obiettivi con un approccio tipicamente Top Down. Nello specifico, Tosetti Value studia con attenzione il tema del petrolio nell’economia mondiale, valutando tutti i fenomeni geopolitici che possono influenzare il valore dei prodotti finanziari”, ha dichiarato Tosetti.

Se da un lato può sembrare che l’opera di Burtynsky riveli la crudeltà del mondo moderno al servizio del progresso, dall’altro porta con sé un messaggio di consapevolezza. Ciò che emerge dai suoi scatti è l'importanza di alimentare la coscienza di un nuovo tempo in cui al problema dello sfruttamento ed esaurimento delle risorse si sostituisca l’impegno ad esplorare e operare nella direzione della trasformazione sostenibile, liberi dalle logiche del mercato che troppo spesso condizionano le nostre scelte.

* La mostra è attualmente in corso presso gli spazi della Tosetti Value e visitabile su prenotazione. Per informazioni info@tosettivalue.it - tosettivaluearte.com - tosettivalue.com.

Professionisti
Società

Altre notizie correlate


Anterior 1
Anterior 1

Prossimi eventi