Tags: Consulenza |

Online SIM, a breve partirà un robo advisor personalizzato


Ecco come si segmentano i conti degli italiani sul web. E sono le due generazioni più anziane le vere protagoniste del mercato attuale degli investimenti, detenendo patrimoni considerevoli e rappresentando oltre il 70% degli investimenti online complessivi. Parla Federico Taddei, AD di Online SIM (gruppo Ersel), società d’intermediazione mobiliare leader di mercato in Italia nel collocamento di fondi on line.

Qual è l’andamento degli investimenti sul web e l’attitudine che si registra sulla base dei vari livelli generazionali?
In Italia, seppur in ritardo rispetto ai principali paesi mondiali, l’incremento dell’informatizzazione sta ampliando il bacino di utenza per gli investimenti online. Gli italiani che accedono a internet sono oltre 29 milioni (1 milione in più rispetto al 2015) e rappresentano circa la metà della popolazione complessiva. Quasi il 60% degli italiani con accesso a internet detiene un conto corrente online e il 16% di questi effettua investimenti in strumenti di risparmio gestito o amministrato in autonomia o con il supporto di un consulente. In questo contesto, il gap generazionale nell’utilizzo degli investimenti online è meno ampio di quanto si potrebbe immaginare.

Cioè?
La Generazione Y, che comprende i nati tra il 1980 ed il 2000, utilizza internet a fini finanziari per il 58%, contro il 48% della Generazione X (nati  tra il 1965 ed il 1980) e il 45% dei Baby Boomers (nati tra il 1946 ed il 1964). Diverse le motivazioni all’investimento delle varie generazioni: la Generazione Y pensa a finanziare l’educazione dei figli (80%), la Generazione X ad avere risparmi duraturi durante la pensione (78%), mentre i Baby Boomers temono costi della salute insostenibili (66%). Sono le due generazioni più anziane le vere protagoniste del mercato attuale degli investimenti, detenendo patrimoni considerevoli e rappresentando oltre il 70% degli investimenti online complessivi.

Uno dei temi finanziari più attuali in questo periodo è quello dei Robo Advisor. Quali sono i numeri?
Il robo advisor è un servizio online di consulenza automatizzata che, utilizzando algoritmi matematici, offre soluzioni di investimento in base alle esigenze dei risparmiatori. Il servizio è un consulente virtuale che propone prodotti finanziari adeguati al cliente, suggerisce cambiamenti nell’asset allocation per sfruttare le varie situazioni di mercato e indica periodici ribilanciamenti del portafoglio investito. A mio avviso si tratta di uno strumento pensato per gli investitori con patrimoni compresi tra i 50mila euro e  1 milione di euro e consente loro di avere a disposizione un servizio di consulenza personalizzata con criteri di gestione degli investimenti estremamente rigorosi  a un costo contenuto. Il mercato dei robo advisor è in enorme crescita, nel 2013 negli Stati Uniti le masse gestite da robo advisor ammontavano a circa 10 miliardi di dollari, diventati 33 miliardi nel 2015 e secondo le previsioni raggiungeranno i 500 miliardi nel 2018.

Voi siete già in questo mercato. Su cosa state lavorando?
Infatti Online SIM dal 2014 ha introdotto un servizio di robo advisory generalizzata basata su portafogli modello. A breve introdurremo l’evoluzione del servizio offrendo ai nostri clienti un robo advisor personalizzato.

Quali sono i vantaggi del robo advisor per i clienti e per l’industria finanziaria? Quali gli aspetti critici?
Prima dell’avvento dei robo advisor il servizio di consulenza era necessariamente accessibile solo tramite promotori finanziari o in filiale e tipicamente veniva erogato solo a clienti con patrimoni importanti. Grazie ai robo advisor i clienti possono usufruire di un servizio professionale, indipendentemente dal patrimonio e direttamente da casa a qualsiasi ora. Si tratta comunque di modelli finanziari complessi con importanti analisi quantitative di base e non più legate al filtro discrezionale di un consulente umano. Per le società che si occupano di investimenti, offrire un servizio di robo advisor fornisce l’opportunità di ampliare il proprio bacino di clienti e condurre quello che si prevede sarà il trend finanziario in maggiore crescita nel prossimo decennio. Come ogni nuova tecnologia, anche questa ha bisogna di essere introdotta alla clientela nel modo più chiaro e trasparente possibile offrendo la massima personalizzazione e consentendo ad esempio la scelta tra più robo advisor, in modo da permettere al cliente di individuare il servizio con l’approccio più adatto.

Professionisti
Società

Altre notizie correlate


Anterior 1
Anterior 1

Prossimi eventi