Tags: Alternativi |

Morningstar passa in rassegna gli hedge fund europei


Sono molti gli investitori che ricorrono ai fondi alternativi liquidi per aumentare la diversificazione del loro portafoglio generale e migliorare i rendimenti corretti per il rischio. Tuttavia, le strategie alternative presentano una flessibilità superiore rispetto alla maggior parte dei fondi tradizionali, e questo ha portato alla nascita di gruppi eterogenei anche all’interno delle stesse categorie Morningstar. I nomi dei fondi e le assegnazioni di categoria non danno un’idea completa del beneficio di diversificazione atteso da una determinata strategia o del suo livello di volatilità in uno scenario di mercato specifico.

Ciononostante, la diversificazione e la volatilità sono due dei fattori più importanti che l’investitore deve considerare quando valuta una strategia alternativa e determina il suo adattamento all’interno di un portafoglio di investimenti tradizionali. È per analizzare meglio questi fattori che Morningstar ha introdotto la style box per i fondi alternativi (Morningstar Style Box), una rappresentazione grafica della correlazione e della volatilità di un fondo rispetto agli asset azionari globali, una guida veloce e intuitiva che consente di verificare se un fondo ha raggiunto i suoi obiettivi di diversificazione dichiarati o soddisfa quelli specifici di diversificazione dell’investitore.

Correlazione

Le strategie alternative sono strumenti potenzialmente utili per creare portafogli ben diversificati. Sono disegnate per fornire bassa esposizione e bassa correlazione con le asset class tradizionali, principlamente azioni e obbligazioni, il che potrebbe aiutare ad attenuare i rendimenti e ridurre le perdite massime nel portafoglio. Un obiettivo che, per quanto lodevole, è difficile da raggiungere; non tutti i fondi hedge, infatti,  hanno ottenuto lo stesso grado di successo. Ottenere tale diversificazione è fondamentale per questi prodotti: se offrono solamente rendimenti derivanti dalle esposizioni al beta (al mercato) per gli investitori, allora, è meglio rimanere negli investimenti tradizionali che probabilmente saranno meno costosi. 

ALT2_IT_14_01

Gli investiori, però, non dispongono di uno strumento adeguato per valutare velocemente i vantaggi all’interno di una strategia alternativa e confrontarla con i suoi omologhi. È qui che subentra la Morningstar Style Box per i prodotti alternativi. Mediante una rappresentazione grafica intuitiva delle caratteristiche di diversificazione e volatilità di un fondo alternativo nel tempo e un raffronto con i suoi competitor, la style box consente di effettuare un paragone immediato tra prodotti che sviluppano strategie simili e altre strategie alternative liquide. Il grafico accanto mostra i 100 maggiori fondi alternativi europei in euro aggruppati per categorie alla fine del 2016. A emergere è la grande dispersione di risultati tra i fondi.

Long/Short Equity Europe

Alla fine del 2016, nove fondi alternativi con classi di azioni in euro e un tracking record di tre anni si sono aggiudicati i rating di Morningstar. Si tratta di prodotti che abbiamo analizzato accuratamente e che siamo sicuri batteranno i loro competitor e indici di riferimento nel lungo periodo. Il grafico della pagina accanto mostra il posizionamento di ogni fondo nella style box degli hedge fund alla fine dell’anno scorso.

Quattro di questi rientrano nella categoria Morningstar long/short equity Europe. Sono l’Alken Absolute Return Europe, l’Anima Star High Potencial Europe, l’Anima Star Europa Alto Potenziale (clone dell’Anima Star High Potential Europe) e il BlackRock Strategic Funds European Absolute Return. La style box rivela differenze tra le tre strategie sia per quanto riguarda le loro correlazioni sia per la volatilità relativa. 

ALT2_IT_14_02

Nicolas Walewski, principale gestore dell’Alken Absolute Return Europe, può avere un’esposizione azionaria netta tra un 20% negativo e un 80% positivo e nel periodo di tre anni, conclusosi a dicembre del 2016, la correlazione del fondo con il mercato azionario globale è stata di circa lo 0,5. Anche i due fondi di Anima gestiti da Lars Schickentanz registrano una certa correlazione con il mercato azionario dal momento che il prodotto coniuga tre motori di rendimento: le posizioni long in azioni europee, le operazioni tra coppie di titoli e un funzionamento dinamico di posizioni short in settori e futures sugli indici generali per equilibrare l’esposizione netta al fondo.

Viceversa, i gestori del BSF European Absolute Return si muovono in una gamma di esposizione netta più ristretta, tra il 10% negativo e il 20% positivo, che ha portato in parte alla bassa correlazione del fondo con il mercato azionario.

Sulla parte sinistra della style box degli hedge fund, i fondi mostrano una volatilità relativamente bassa ma non necessariamente una bassa correlazione con il mercato azionario. Le strategie obbligazionarie di BlackRock Strategic Funds (BSF), gestite da Michael Krautzberger, appartengono alla categoria di arbitrage debt. Krautzberger può investire globalmente, con un livello di volatilità massima del 5%, anche se normalmente il gestore ha mantenuto la volatilità del fondo tra l’1% e il 3%. 

Multistrategy

I fondi multistrategy forniscono un’esposizione a diversi tipi di asset class, come le strategie globali obbligazionarie, azionarie, event-driven e con derivati. Proprio per questa capacità di sfruttare molteplici classi di attivi, il mandato del fondo e la ponderazione di ogni strategia determineranno la correlazione del fondo con i mercati azionari globali e la volatilità relativa. Rientrano in questa categoria due fondi con rating Morningstar, lo Standard Life Investments Global Absolute Return Strategy e il Deutsche Concept Kaldemorgen.

Lo SLI Global Absolute Return Strategy ha un obiettivo di rendimento lordo dell’Euribor del +5% in periodi triennali continui. La strategia si basa su quattro grandi fonti di rendimento, cercando di sfruttare i premi per il rischio, le scommesse direzionali, le operazioni tra coppie di titoli con valutazione relativa e la selezione di titoli. La combinazione di scommesse direzionali, le negoziazioni tra coppie e la selezione di titoli conferiscono al fondo una maggiore correlazione con i mercati azionari globali che insieme a un obiettivo di volatilità tra il 4% e l’8% rendono il fondo un’opzione più volatile dei prodotti destinati a livelli più bassi di rischio di mercato, come il BSF European Absolute Return.

Come suggerisce la sua posizione nella style box, i limiti di volatilità del Deutsche Concept Kaldemorgen sono più distesi rispetto alla maggior parte delle altre strategie di fondi con rating. Il prodotto, gestito dal veterano Klaus Kaldemorgen, ha come obiettivo mantenere la deviazione standard annuale al di sotto del 10%. Il suo obiettivo di rendimento è di due terzi dei mercati azionari globali e il fondo ha registrato una correlazione più alta con i mercati azionari di qualsiasi altro hedge fund con rating. 

Professionisti
Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi