Tags: SRI | Business |

Morningstar acquisisce il 40% di Sustainalytics


Con l’obiettivo di un continuo e crescente impegno nell’aiutare gli investitori a integrare i principi di sostenibilità nelle loro decisioni di investimento, Morningstar ha annunciato l’acquisizione del 40% delle quote azionarie di Sustainalytics, società leader a livello mondiale nella ricerca e rating ESG (Environmental, social e governance).

Nell’agosto 2015, le due società avevano già annunciato una partnership strategica che ha portato al lancio nel marzo 2016 del Morningstar Sustainability Rating per i fondi comuni e gli exchange traded fund (ETF). I rating, che ad oggi coprono più di 35 mila fondi ed ETF, utilizzano la ricerca ESG di Sustainalytics a livello di società permettendo così agli investitori di poter valutare quanto le singole aziende detenute in portafoglio siano in grado di gestire rischi e opportunità legati ai fattori ESG. Il nuovo Sustainability Rating è disponibile sulle piattaforme Morningstar Direct(SM), Direct Cloud, Morningstar Office(SM), Advisor Workstation, sui 14 siti Morningstar nel mondo e nei Data Feed.

Partendo dal Sustainability Rating e dalla collaborazione con Sustainalytics, nell’ottobre 2016 Morningstar ha lanciato anche la Global Sustainability Index Family, un gruppo di 27 indici azionari internazionali, disegnati per fornire uno standard globale nel panorama degli investimenti sostenibili. Recentemente, Morningstar ha introdotto 15 metriche ESG per valutare il comportamento delle singole società di oltre 35 mila portafogli di fondi ed ETF e ha pubblicato i Morningstar Portfolio Sustainability Reports nell’aprile 2017. Infine, Morningstar ha da poco messo a punto uno strumento per consentire agli investitori di analizzare i portafogli secondo diverse tematiche etiche.

“Rafforzare questa partnership con Sustainalytics ci consente di sfruttare al meglio l’expertise che Sustainalytics ha costruito negli ultimi 25 anni e di dare slancio al nostro impegno in tema ESG che abbiamo iniziato a marzo 2016 con il lancio del Sustainability Rating”, ha dichiarato Kunal Kapoor, CEO di Morningstar. “Ad oggi siamo leader in termini di copertura dei fondi ESG e non vediamo l’ora di continuare a soddisfare le esigenze e i requisiti ESG sempre più sofisticati dei nostri clienti attraverso soluzioni integrate e ricerca innovativa che mettono in luce buona stewardship, bassi costi e trasparenza”.

Sono molti gli studi che sostengono ci sia una crescita degli investimenti responsabili. Secondo la Global Sustainable Investment Alliance, quasi il 30% degli asset gestiti oggi sono associati a strategie ESG. A livello istituzionale, più di 1,700 asset manager, asset owners e altri professionisti di mercato sono firmatari dei PRI, i Principi di Investimento Responsabile, che insieme rappresentano 62 milioni di miliardi di dollari di asset gestiti nel mondo.

Tra i termini dell’accordo, Sustainalytics in Steven Smit, già head of Sustainability di Morningstar, entrerà nel consiglio di amministrazione di Sustainalytics e il team esecutivo della stessa ha acquisito una partecipazione di minoranza nella società.

Professionisti
Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi