Mercato M&A, il fondo di Allianz disponibile anche per il retail


È disponibile anche per gli investitori italiani retail il fondo Allianz Merger Arbitrage Strategy, un fondo UCITS che consente di beneficiare delle opportunità che si creano nei mercati azionari in occasione di operazioni societarie straordinarie, quali fusioni ed acquisizioni (M&A). Lanciato a novembre 2012 e gestito da Roberto Bottoli, responsabile multi asset per il Sud Europa di Allianz Global Investors, il fondo investe su scala globale, in titoli di società oggetto di un‘operazione straordinaria annunciata, senza preclusione in merito alla dimensione societaria. L’approccio bottom-up applicato per la selezione dei titoli, sistematico e trasparente, permette di ridurre il rischio attraverso un’elevata diversificazione del portafoglio, con l’obiettivo di generare un rendimento pari al tasso EONIA maggiorato di uno spread tra il 2% e il 5%. Da evidenziare anche che il processo di investimento Merger Arbitrage di AllianzGI è espressamente costruito in modo tale da limitare le perdite potenziali in tutte le fasi di mercato.  
 
Per Roberto Bottoli, responsabile multi asset per il Sud Europa di AllianzGI e gestore del fondo Allianz Merger Arbitrage Strategy "nell’attuale contesto di ripresa economica, il mercato dell’M&A sta vivendo una fase di forte espansione, che riteniamo continuerà anche nel prossimo futuro. Con queste prerogative, il fondo Allianz Merger Arbitrage Strategy può quindi beneficiare di un numero crescente di operazioni straordinarie, con la conseguente maggior diversificazione del portafoglio e spread di arbitraggio potenzialmente più elevati”. Secondo Alberto D’Avenia, country head Italia, "data la continua ricerca di fonti alternative di rendimento da parte degli investitori e l’ottimo track-record del fondo Allianz Merger Arbitrage Strategy, abbiamo pensato di offrire questa opportunità di investimento anche al pubblico retail in Italia. La strategia proprietaria Merger Arbitrage di AllianzGI consente infatti un’elevata diversificazione del portafoglio e una bassa correlazione rispetto alla maggior parte delle asset class, rendendola così adatta ad un investitore con un profilo di rischio-rendimento contenuto”.

Professionisti
Società

Altre notizie correlate


Anterior 1
Anterior 1

Prossimi eventi