Le SGR più consistenti in Italia


Consistenza... Secondo il dizionario della lingua italiana “proprietà di ciò che è solido, resistente, robusto”. È proprio questo il concetto che sta alla base del modello di selezione sviluppato da Funds People per classificare i prodotti più consistenti registrati alla vendita in Italia. Prodotti dai risultati solidi che occupano le posizioni più alte tra i più redditizi e meno volatili nel periodo di tre anni, con relativa stabilità dello stesso ritorno. Criteri che rivestono una notevole importanza in contesti di volatilità come quelli degli ultimi dodici mesi, durante i quali gli investitori hanno capito che, in condizioni avverse, è la consistenza la qualità che distingue un buon gestore nei momenti avversi. Nonostante questo, i risultati di un fondo d’investimento sono spesso il prodotto della filosofia e del metodo adottato dalle società di gestione, oltre che il frutto del lavoro di un team di professionisti. È importante, quindi, capire quali di queste entità si sono distinte negli ultimi anni e quali si aggiudicano il titolo di SGR più consistenti nel mercato italiano dei fondi. 

Per ottenere tali risultati, ci siamo serviti del numero di fondi e del patrimonio totale degli stessi prodotti registrati per la vendita in Italia. Da questo universo abbiamo estratto solo i prodotti la cui classe più vecchia aveva, al 31 dicembre 2015, uno storico minimo di tre anni e un patrimonio gestito superiore a 50 milioni di euro. 

Inoltre, l’analisi è stata condotta considerando i valori ottenuti in euro per uniformare il confronto. Abbiamo calcolato, quindi, due indici: la quota del patrimonio consistente, che mette a confronto il patrimonio totale in fondi consistenti per entità con il patrimonio totale registrato, e il rapporto tra i prodotti consistenti sul totale registrato in Italia per ogni SGR. Tutti i dati sono stati raccolti dalla piattaforma Morningstar Direct. 

Ranking globale

Secondo il criterio del patrimonio consistente in relazione a quello totale registrato, la posizione più alta, conquistata con il Marchio Consistente al 100% del suo patrimonio registrato in Italia, è occupata da SPARX Group, una società asiatica presente in Italia con due strategie di azioni giapponesi, seguita da GAMAX Management e Kleinwort Benson. 

Nonostante l’elevata consistenza del patrimonio di queste “piccole” società di gestione, il risultato ottenuto è un numero ridotto di prodotti registrati sul mercato italiano. Infatti, ritroveremo queste entità nella top 3 del ranking per numero di fondi, dove ognuna vanta due prodotti Consistenti su due registrati nel Paese. Nell’analisi del fattore di concentrazione, grandi società di gestione come Pioneer Investments, Candriam, HSBC Global Asset Management, BNP Paribas Investment Partners, Eurizon Capital e Fidelity registrano la più bassa concentrazione di asset Consistenti sul maggior prodotto Consistente – con una quota inferiore al 20%, a riprova di un elevato numero di prodotti – nonostante occupino posizioni intermedie nel ranking globale .

Gli importi complessivi del mercato evidenziano un accumulo di capitale medio maggiore nei prodotti Consistenti. Lo dimostra il 16% del patrimonio Consistente confrontato con il patrimonio registrato, un dato superiore al 12% calcolato considerando il numero di fondi Consistenti in relazione al numero totale dei fondi registrati.

Consistenza tra le grandi

Restringendo il campo d’analisi a entità con più di cinque fondi registrati per la vendita in Italia, i risultati sono leggermente diversi. Nessuna delle SGR che prima occupava i posti più alti del ranking, infatti, rientra tra queste entità. Charlemagne Capital si aggiudica il primo posto tra le società di gestione più consistenti, con il 78% del patrimonio che vanta il Marchio di Consistente, sebbene concentrato in appena uno dei suoi sette prodotti registrati. Seguono First State Investments, Kempen, Nomura Asset Management e Lombard Odier con il 67%, 65%, 57% e 51% del patrimonio registrato in Italia, filtrato secondo la metodologia di Funds People. Il patrimonio Consistente di queste quattro entità è concentrato in meno di un terzo dei prodotti registrati.

Le SGR italiane

Tra le entità che gestiscono fondi di investimento sul mercato domestico, 14 hanno prodotti che passano la selezione di Funds People, con un notevole vantaggio di Etica, con metà dei suoi prodotti registrati e il 54% del patrimonio a meritare attenzione secondo il nostro criterio di analisi.

 Con oltre il 30% del patrimonio con il Marchio di Consistente, ritroviamo anche Epsilon SGR, BancoPosta Fondi e Anima SGR. Tra tutte, Anima si distingue per avere in Italia 91 fondi registrati e 14 Consistenti. Ancora una volta, è evidente una maggior concentrazione del patrimonio nei pochi prodotti consistenti sul mercato, con il 18% del volume di asset allocato su appena il 10% del numero di fondi.

 

Ranking delle SGR per numero di fondi
consistenti, tra i prodotti registrati in Italia. 

  Numero di fondi
società di gestione Consistenti Registrati alla vendita in italia * %
GAMAX 2 2 100%
Kleinwort Benson 2 2 100%
SPARX 2 2 100%
Capita Financial 2 3 67%
Evli 2 3 67%
Alger 1 2 50%
BBH 1 2 50%
Etica 2 4 50%
Mandarine Gestion 1 2 50%
Matthews 1 2 50%
Robeco 12 32 38%
Artisan 1 3 33%
First State 9 29 31%
Degroof Petercam 10 33 30%
Investitori 1 4 25%
Odey Asset Management 1 4 25%
Schroders 22 89 25%
Comgest 3 13 23%
Fidelity 26 113 23%
Controlfida Management 1 5 20%
Dalton Strategic Partnership 1 5 20%
J O Hambro 1 5 20%
Kempen 1 5 20%
Mirae Asset 1 5 20%
Invesco 13 66 20%
Oddo Meriten Asset Management SA 4 21 19%
Candriam 13 71 18%
Arca 4 22 18%
BancoPosta Fondi 2 11 18%
Banque de Luxembourg 3 17 18%
Janus 4 23 17%
MFS 5 29 17%
NN IP 12 71 17%
BNP Paribas 20 120 17%
E.I. Sturdza Strategic 1 6 17%
Epsilon SGR 1 6 17%
Hermes Fund Managers 1 6 17%
Nomura 1 6 17%
Polar Capital 2 12 17%
BNY Mellon 5 31 16%
Nordea 9 56 16%
BlueBay 3 19 16%
Goldman Sachs 9 57 16%
Morgan Stanley 7 45 16%
BlackRock 16 103 16%
Anima 14 91 15%
Allianz Global Investors 12 79 15%
M&G 5 33 15%
AXA 11 73 15%
HSBC 9 60 15%
BMO 3 21 14%
Charlemagne Capital 1 7 14%
Standard Life 2 14 14%
State Street 2 14 14%
Henderson 5 36 14%
Pictet 11 85 13%
Lombard Odier 5 39 13%
Carmignac 2 16 13%
NEAM 2 16 13%
Eurizon Capital 22 200 11%
Edmond De Rothschild 3 29 10%
Ersel 2 20 10%
Neuberger Berman 1 10 10%
JPMorgan 13 135 10%
GAM 10 107 9%
Russell 4 43 9%
FundRock 1 11 9%
Natixis 6 67 9%
Pioneer Investments 12 134 9%
Aviva 3 34 9%
Credit Suisse 7 80 9%
Raiffeisen 4 46 9%
Legg Mason 3 35 9%
Amundi 9 107 8%
Aberdeen Asset Management 5 60 8%
PIMCO 3 37 8%
Consultinvest 1 13 8%
Santander 1 13 8%
Union Investment 3 39 8%
T. Rowe Price 2 28 7%
Wells Fargo 1 14 7%
AB (AllianceBernstein) 3 43 7%
Mediolanum 4 59 7%
Jupiter 1 15 7%
Franklin Templeton 5 77 6%
Deutsche Asset Management 7 113 6%
Swisscanto 1 18 6%
Vontobel 2 36 6%
J. Safra Sarasin 1 22 5%
Wellington Management 1 23 4%
Euromobiliare 1 24 4%
Groupama 1 25 4%
Aletti Gestielle 1 26 4%
Lazard 1 27 4%
UBP 1 31 3%
Investec 1 34 3%
KBC 1 35 3%
Columbia Threadneedle 2 71 3%
Lemanik 1 36 3%
Fideuram 2 75 3%
Generali 1 49 2%
UBI 1 50 2%
UBS 1 129 1%
TOTALE 481 4031 12%
TOTAL 481 4031 12%

*Fondi registrati con uno storico superiore a tre anni, al 31 dicembre 2015

Società

Altre notizie correlate


Prossimi eventi