Tags: Gestori |

La strategia di Max Anderl, gestore di UBS AM: "un'accurata miscela"


L’esperienza di Max Anderl nel mondo della gestione deriva, principlamente, dall’equity long-only, strategia che gestisce in UBS Global AM fin dal 2000. Anderl, che è cresciuto in Austria e ha studiato inizialmente biochimica, ha cambiato il laboratorio per gli uffici di UBS dopo essere entrato in contatto con il settore dei mercati finanziari attraverso un MBA. Anderl è a capo del team di tutte le strategie Concentrated Alpha Long Only e Long-Short globali ed europee e il suo primo prodotto long-short, - l’UBS UBS European Opportunity Unconstrained – è diventato uno dei fondi azionari europei di maggior successo dell’ ultimo anno, con masse in gestione che attualmente ammontano a oltre 4 miliardi di euro.

Da qualche settimana UBS ha lanciato il nuovo comparto azionario globale UBS (Lux)  Equity  Sicav - Global  Opportunity Unconstrained, che investe in un portafoglio ampiamente diversificato di 100/150 titoli attraverso un approccio non vincolato (unconstrained), in grado di sfruttare appieno tutte le opportunità offerte dall’andamento dei mercati e di esaltare la capacità del gestore di generare alpha. “La nostra strategia può essere definita blend, un’accurata ‘miscela’; non ha uno stile specifico, in quanto assume decisioni di investimento su base opportunistica", spiega il gestore. "Questo approccio è basato su un processo bottom up di selezione dei titoli che ha dimostrato il suo valore sin dal lancio del comparto. Tale processo è il risultato di anni di esperienza nell’utilizzo delle varie fonti d’informazione. L’analisi di attribuzione della performance ha mostrato che la maggior parte del nostro alpha, su base storica, è stato guidato dalla selezione dei titoli: proprio uno degli obiettivi del nostro processo di investimento. Le scommesse su base settoriale o geografica hanno avuto un ruolo residuale nel processo di selezione dei titoli. Inoltre, abbiamo anche dimostrato la nostra capacità nella scelta di titoli per la parte short del portafoglio”.

Il gestore non segue una tendenza di investimento “in quanto stock-pickers, non abbiamo una visione macro del mercato. Siamo alla ricerca di opportunità interessanti a livello di titoli e ci poniamo l’obiettivo di identificare investimenti con buon potenziale di crescita e ridotto rischio di ribasso. Per la parte short del portafoglio ragioniamo al contrario. Restiamo in posizione di sovrappeso sulle società con valutazioni allettanti e brand forti, così come su quelle che sono in grado di pagare dividendi di qualità e di mettere al primo posto gli interessi degli azionisti. Inoltre, il mercato offre buone opportunità per le posizioni corte: continuiamo a scegliere per la parte short del portafoglio posizioni con rischio di ribasso relativo”.

L’UBS (Lux) Equity Sicav - Global Opportunity Unconstrained ha l’obiettivo di superare durante il ciclo di mercato la performance dell’indice MSCI World, con volatilità solitamente intorno all’8%, fino a un massimo del 12%. Il fondo si rivolge a investitori istituzionali, wholesale e retail con un orizzonte temporale d’investimento lungo (da 3 a 5 anni), che intendono aggiungere al proprio portafoglio un’esposizione ai mercati azionari globali attraverso un approccio d’investimento molto attivo.

 

Società

Altre notizie correlate


I più letti

Prossimi eventi