La quotazione dei fondi comuni consentirà un ulteriore sviluppo del risparmio gestito italiano


Borsa Italiana S.p.A., con l’avviso del 13 novembre 2014, ha comunicato che il prossimo 1° dicembre entreranno in vigore le modifiche del Regolamento dei Mercati che consentiranno l’ammissione a negoziazione, su richiesta dell’emittente, di OICR aperti conformi alla direttiva 2009/65/CE (c.d. UCITS).

Massimo Scolari, segretario generale di Ascosim, Associazione delle Società di Consulenza Finanziaria, valuta positivamente questa iniziativa di Borsa Italiana, che  dice "consentirà un ulteriore sviluppo del risparmio gestito in Italia e la crescita delle opportunità di investimento per i risparmiatori.
La quotazione in Borsa dei fondi comuni rappresenta inoltre per gli operatori del mercato un’occasione di diffusione del servizio di consulenza in materia di investimenti che consentirà agli investitori di accedere al mercato dei fondi quotati con investimenti adeguati alle proprie caratteristiche e con le necessarie informazioni sulla tipologia dei prodotti".

Ascosim organizzerà a Milano, presso il Palazzo Mezzanotte, il prossimo 28 gennaio, un Convegno sul tema della quotazione dei fondi in Borsa.

Professionisti
Società

Altre notizie correlate


Anterior 1

L’in-accessibilità dei fondi quotati

Le banche non consentono l'accesso al listino ETFPlus. "È come costruire un centro commerciale e poi mettere il divieto di transito a tutte le strade che conducono al centro", commenta Michele De Michelis, CIO di Frame AM, in occasione dello sbarco oggi in Borsa del fondo Finlabo Dynamic Equity.

Anterior 1

Prossimi eventi